22 anni, si fa cambiare il pannolino e finge di avere 2 anni in nome di un DIRITTO

Ha 22 anni ma ama comportarsi come se ne avesse solo 2. Ogni giorno si fa cambiare il pannolino dal fidanzato e non solo… Scopri il motivo in questo articolo.

Lexie
Photo DailyStar

Questa incredibile storia è stata raccontata dal Dailystar. Le turbe psichiche che affliggono gli individui sono di diversa natura ed entità e possono colpire le persone indipendentemente dall’età o dall’estrazione sociale. Questa 22 enne ama comportarsi come una bambina di due anni. Passa le sue giornate a guardare i cartoni, si fa preparare la pappa, si fa mettere a letto, si fa raccontare storie e si fa persino cambiare il pannolino… non adotta nessun comportamento tipico della sua vera età. Fa appello al suo “diritto all’innocenza” e intende vivere in questo modo per tutta la vita.

Lexie, la ragazza che vuole vivere nell’innocenza per tutta la vita

lexie
Photo DailyStar

Sbigottimento, incredulità, sorpresa, pena… quale sentimento provate nello scoprire che una ragazza di 22 anni, perfettamente sana fisicamente, che non ha nulla da invidiare a nessuno e che le potenzialità per raggiungere tanti obiettivi nella sua vita, ha come unica aspirazione quella di farsi cambiare il pannolino dal fidanzato e vivere per tutta la vita come se si fosse fermata a due anni?

Cosa può mai spingere qualcuno a rinunciare alla sua indipendenza, autonomia, libertà e vivere guardando cartoni, aspettando il biberon, le pappe e che qualcun’altro le cambi il pannolino? Lexie vuole solo giocare con i giocattoli, il suo fidanzato la asseconda totalmente e si fa chiamare papà. I due condividono la loro vita all’insegna del diritto di innocenza di Lexie, non dormono insieme, non hanno rapporti sessuali, non hanno conversazioni da adulti…

Lexi rientra in quegli individui che provano soddisfazione, benessere o persino eccitazione vivendo una situazione specifica o entrano in contatto con una particolare sostanza o oggetto.

Lexi vuole vivere come una bambina di soli due anni

Lexie
Photo DailyStar

Lexi fa esattamente quello che farebbe una bambina di due anni. Ha le stesse esigenze e conduce lo stesso stile di vita. E’ il suo ragazzo a prendersi cura di lei. Lei lo chiama “papà” e precisa che la loro relazione non ha una sfera sessuale.

“Indosso i pannolini tutti i giorni della settimana. Il mio ragazzo mi cambia il pannolino quando mi sveglio, poi mi dà il biberon (…) Vivo esattamente come una bambina “, spiega Lexie, aggiungendo anche che non recita una parte vuole vivere così tutta la vita: “Questo è quello che voglio fare per il resto della mia vita”.

Lexi e il suo ragazzo sono felici e si amano. Si sono conosciuti su un sito di incontri. Lexi Ha parlato apertamente del suo diritto all’innocenza e lui non ha mostrato alcuna esitazione. Quando i due hanno deciso di andare a vivere insieme lui ha intrapreso il ruolo di genitore,  e ha iniziato a prendersi cura di lei proprio come un genitore farebnbe col proprio figlio di due anni.

La particolarità del loro rapporto starebbe proprio nel fatto di avere un rapporto padre-figlia e in quanto tale rifiutano qualsiasi rapporto sessuale.

Ovviamente è difficile riuscire a comprendere cosa può spingere due persone a condurre questo tipo di vita. Impossibile non giudicare e come prevedibile questa coppia paga un prezzo per aver deciso di vivere una vita così esuberante: il prezzo da pagare è quello sdi avere a che fare ogni giorno con il muro delle incomprensioni.

Lexie sostiene di non obbligare nessuno a condividere le sue scelte di vita, neanche il ragazzo, che è consapevolmente daccordo.

Qualcuno le ha chiesto se questo stile di vita non derivi da una attrazione per i bambini ma lei nega qualsiasi tipo di attrazione verso i bambini, vuole solo vivere nell’innocenza.

Forse sarete molto sorpresi nell’apprendere che Lexie non è la sola persona al mondo ad avere questo desiderio.

Il sito Vice, ha pubblicato un articolo su questo argomento nel 2017 e nell’articolo cita uno stabile in Italia, dove le persone si recano per vivere da bambini, facendosi cambiare pannolini e preparare biberon.

Questa condizione mentale è nota col nome di autonepiofilia, una forma di feticismo.

Col termine feticismo si intende una specie di dipendenza erotica per cose, parti specifiche del corpo umano o anche oggetti di vario generte.

Nei paesi anglosassoni esiste una comunità che si dedica a questa pratica, conosciuta come Comunità ABDL: Adult Baby / Diaper Lover, cioè  bambini adulti che amano i pannolini e vogliono essere trattati come bambini.

lexie
Photo DailyStar

Anche se Lexie afferma che la sua scelta di vita esclude qualsiasi forma di sessualità, il suo modo di vivere genera una condizione che è spesso essenziale per la creazione dell’eccitazione e dell’appagamento sessuale. Il feticismo come vi abbiamo mostrato oggi, esiste in diverse forme e si può arrivare persino a parlare di “feticismo da pannolino”.