Verdure cotte o crude? Come si devono mangiare? Scopriamolo

Verdure cotte o crude? La domanda che in molti si chiedono e che non tutte sanno rispondere. Scopriamo insieme come mangiarle.

Come mangiare le verdure
Foto:Adobe stock

Le verdure sono indispensabili, devono essere inserite giornalmente nella dieta, sono un alimento indispensabile per il benessere del nostro organismo. Basti pensare che occorrono ogni giorno almeno 5 porzioni di frutta e verdura, da distribuire durante la giornata. Un alimento a cui nessuno dovrebbe rinunciare, indipendentemente se viene consumato cruda o cotta. Cerchiamo di capire perchè sono così importanti le verdure e se si devono consumare cotte o crude.

Noi di CheDonna.it siamo qui per darvi tutte le possibili informazioni a riguardo.

Verdure: perchè sono importanti

Fortificare il sistema immunitario
Sistema immunitario Foto:Adobe Stock

Le verdure sono un alimento importante che non deve mai mancare nella nostra dieta, indipendentemente se vengono consumate crude o cotte.

Apportano diversi benefici, acqua, vitamine, fibre, sali minerali antiossidanti e non solo, ma cosa accade all’organismo se ne riduciamo l’assunzione?

-Debolezza e crampi muscolari: soprattutto per la mancanza di sali minerali

-Alterazione della flora intestinale: che potrebbe determinare stitichezza e gonfiore addominale. Questo è dovuto soprattutto dalla mancanza di fibra alimentare.

-Difficoltà della digestione: si sa che le verdure, visto che contengono enzimi, facilitano la digestione. Non solo se si mangiano prima dei pasti aiutano ad assorbire bene i carboidrati. Quindi la mancata assunzione delle verdure richiederebbe una maggiore digestione.

-Carenza di antiossidanti e vitamine: significa avere un sistema immunitario debole e quindi predisporre il nostro organismo a malanni di stagione. Non solo la mancata assunzione di antiossidanti non permetterà all’organismo di tenere lontano i radicali liberi.

-Non sazia: le verdure visto che contengono fibre aumentano il senso di sazietà e non solo placa gli attacchi di fame.

Verdura cotta o cruda?

Metodi di cottura
Cuocere a vapore Foto:Adobe Stock

Il dilemma, nessuno sa rispondere a questa domanda, ma è pur vero che bisogna dire che non tutte le verdure si possono consumare crude. Ci sono alcune che si sposano bene con piatti di insalata, cereali e legumi, mentre altre necessitano di cottura.

Facciamo distinzione tra le verdure che si possono consumare cotte e quelle che che potete mangiarle senza cuocerle.

-Verdure cotte: le verdure che contengono le vitamine e antiossidanti si devono cuocere. Infatti se poi le condite con un filo di olio extra vergine di oliva facilitate l’assimilazione. Questo perchè le vitamine liposolubili, sono “amici dell’olio” quindi si assimilano subito, le vitamine in questione sono: A, D, E, F, K. Quindi le verdure da consumare cotte sono:

  • carote
  • pomodori
  • zucca
  • peperoni
  • asparagi
  • fagiolini
  • melanzane
  • zucchine
  • broccoli
  • cavolfiore

Infatti alcune persone pensano che mangiare verdure cotte non sempre faccia bene, invece dipende dai casi. Basti pensare che il betacarotene presente nelle carote è facilmente disponibile se la carota è cotta rispetto a quella cruda. Infatti le fibre contenute all’interno delle carote sono più digeribili e assimilabili dopo la cottura. Però fate attenzione alla cottura, sono preferibili le cotture a vapore o bollite.

-Verdure crude: di solito sono indicate per chi segue una dieta ipocalorica. Quando si porta a tavola una verdura cruda, è importante sapere che la digestione sarà più lunga, quindi richiede uno sforzo maggiore da parte dell’organismo. In questo caso si dovrà consumare maggiore energia. Le verdure crude sono sicuramente più ricche in sostanze nutritive, che talvolta possono sfumare con la cottura. Basti pensare alla vitamina C che è termolabile, ossia viene persa con la cottura. Ecco le verdure che potete consumare crude:

  • lattuga
  • iceberg
  • romana
  • lattughino
  • rucola
  • cetrioli
  • pomodori
  • songino
  • sedano
  • finocchi
  • cipolle
  • cetrioli
  • spinaci

Nelle verdure non cotte gli antiossidanti vengono assimilati senza alcuna difficoltà, in questo modo si va a contrastare l’azione dei radicali liberi, che come tutti sanno va a contrastare l’invecchiamento cellulare.

Metodo di cottura

Cottura Foto:Pixabay

Non tutte le persone sono a conoscenza di come cucinare le verdure in modo salutare. Purtroppo la scelta sbagliata sul metodo di cottura, non rende disponibile alcuni nutrienti. Quindi, la regola generale è quella di preferire dei metodi di cottura che non fanno alterare il sapore, perdere le sostanze nutritive.

Sicuramente la cottura a vapore è la migliore, infatti preserva le caratteristiche organolettiche delle verdure. Infatti l’azione del vapore, non farà altro che cuocere l’alimento, senza alterare i nutrienti. Il consiglio da seguire per non ricadere in errori  è cuocere a una fiamma bassa o media, durante la cottura potete aggiungere qualche spezia o erba aromatica per dare un sapore alle verdure.

L’alternativa alla cottura a vapore è la bollitura, in questo caso le verdure si cuociono nell’acqua direttamente. L’unico errore da evitare è prolungare la cottura più del dovuto, causando una perdita delle sostanze nutritive. Si consiglia di far bollire prima l’acqua e poi immergete le verdure, non appena saranno cotte, procedete a scolare bene.