Morte Gigi Proietti: struggenti messaggi dei colleghi

Morte Gigi Proietti: il mondo dello spettacolo piange la scomparsa del grandissimo maestro. Gli struggenti messaggi dei colleghi.

morte-gigi-proietti
I messaggi dei colleghi per Gigi Proietti

Il mondo dello spettacolo piange Gigi Proietti. In quello che sarebbe dovuto essere un giorno di festa per il teatro, il cinema e la televisione italiana per l’80esimo compleanno del grandissimo Gigi, amici e colleghi di Proietti piangono la sua morte.

Sono tantissimi i messaggi che, su Instagram e Twitter, tutti i personaggi del mondo dello spettacolo italiano stanno dedicando a Proietti che, con il suo sorriso e la sua ironia ha illuminato l’Italia anche nei momenti bui.

Un colpo di teatro finale quello di Proietti che se n’è andato nel giorno del compleanno come scrive Beppe Fiorello.

2/11/1940 2/11/2020
A mandrà, solo tu il giorno del compleanno te potevi regalà la morte, sei unico…
Addio immenso e indimenticabile Attore, è stato un onore salire con te sul tuo palcoscenico!”.

Morte Gigi Proietti, l’addio di amici e colleghi: “Questa volta ci fai piangere”

Addio a Gigi Proietti
Gigi Proietti – Fonte Instagram @gigiproiettioficial

Quella di Gigi Proietti è una perdita grandissima per il mondo dello spettacolo. Dopo una vita intera dedicata al teatro, regalando un sorriso a tutti, oggi, Proietti ha deciso di far piangere gli italiani come ha scritto su Instagram Paolo Conticini: “Questa volta ci fai piangere”.

“Sei stato il mio papà nella fiction… e non dimenticherò mai le risate, e le battute fuori dal copione che non finivano mai! Ti ho voluto un gran bene perché oltre al grandissimo artista eri un uomo dolce e umano. Un po’ il papà di tutti. Ciao Gigi e grazie per tutto quello che ci hai regalato”, ha scritto Bianca Guaccero che, con lui, ha lavorato nella fiction “Mai storie d’amore in cucina”.

“Vivi, lascia vivere ma soprattutto… nun te fa pijà per culo. GIGI mancherai tantissimo. Mi hai regalato tanta gioia. Sei stato un attore irripetibile, unico. UN GRANDE”, è il messaggio di Isabella Ferrari

“Potrei esserti amico in un minuto, ma se nun sai ride mi allontano. Chi non sa ride, mi insospettisce… avevi ragione gigi, ma oggi ci perdonerai se non sappiamo ridere. Buon viaggio grande uomo” – scrive Laura Chiatti mentre Marco Bocci aggiunge – “Ci sarai per sempre”. 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Ciao Maestro, grazie per tutto quello che ci hai lasciato. sorrisi, eleganza, ironia, leggerezza.Non ti dimenticheremo mai ❤️🙏

Un post condiviso da Raoul Bova (@raoulbovagram) in data:

Te ne vai da Grande Attore..scegliendo proprio il giorno del tuo compleanno..
Eri un nome che dentro casa mia risuonava spesso, con racconti di vita che tu ed Enrico avete condiviso ,una persona importante, un grande maestro..e proprio per questo lascerai un vuoto. Quando ci prenderà la tristezza..ci vedremo ancora una volta, per l’ennesima volta il nostro film preferito. Ciao Gigi”, scrive Flora Canto, la compagna di Enrico Brignano, nato nella scuola di teatro di Gigi Proietti. 

“Grazie per avermi accolta in questo mondo pieno di luci, ti voglio bene. Gigi Proietti R.I.P.”, è il messaggio di Cristiana Capotondi. 

“So’ distrutta.. Le lacrime me scennono e nun smetteno..te ne sei annato così, in quest’anno maledetto dar Signore, dove tutti semo ansiosi e preoccupati.. Te ne sei annato e manco te potemo da’ quell’abbraccio che te saresti meritato, pe’ tutte le risate che c’hai regalato, pe’ tutta la spienseratezza che c’hai fatto provà..c’hai reso leggero er core e questo Giggi caro nun c’ha prezzo. Sei destinato all’immortalità, fattene ‘na raggione, e noi poverelli destinati a vive ancora su sto monno storto, nun ce resta che ricordasse de le battute tue, de li racconto infiniti, de la risata tua che rimbombava dappertutto. Giggi sei nostro e sto passaggio infame all’artra vita, te deve accoglie co’ tutte le riverenze der caso, perché sei grande, come grandi erano l’applausi che la gente, er popolo, te faceva..nun finivano più, e te, co l’imbarazzo der pupo te ne stavi sul palco quasi ‘ntimidito.. eppure eri un re! Nun c’era er trono o er mantello de zibellino, ma tu c’avevi dentro la regalità de li signori… mettetevi in ginocchio perché Giggi nun ce sta più, e st’applauso mò deve sonà più forte de prima. Con amore e stima infinita mio adorato Gigi”, è il toccante messaggio di Anna Foglietta.

Profondamente addolorata anche Nancy Brilli: Pure questa no. Questa mi ha spezzato il cuore. Che dolore, che disastro, che perdita! Abbiamo fatto così tante cose insieme, ci stimavamo e ci volevamo bene. Un Maestro di comicità, di canto, di tecnica, di improvvisazione. Carmelo bene diceva che la tecnica di Gigi fosse irraggiungibile. Era vero. Mannaggia, Gi’, speravo che finalmente, dopo il film di Garrone, ricominciassi a fare il cinema che ti spettava, che ti piaceva tanto, e invece. Ti ricorderò sempre per l’eccezionale artista che eri, per tutte le risate sul Maresciallo, il gozzo a Ponza, Toto fatto sotto il sole con l’asciuttamano in testa, tutte le cose perse durante i viaggi, i racconti bellissimi e colti di teatro, e con tutto l’affetto che c’è”. 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Ciao #GigiProietti

Un post condiviso da Nino Frassica (@ninofrassicaoff) in data:

“Mi unisco al dolore con un grande abbraccio alla famiglia”, scrive Massimo Boldi mentre Cesare Cremonini scrive – Grazie, grande Gigi Proietti. Ogni donna e uomo dello spettacolo ti deve molto. Oltre il teatro, il tuo regno. Faro per i tantissimi giovani che ti amavano. Alzarsi in piedi e applaudire forte”.

“Da ragazzino mio padre mi portava a vederti in teatro, poi ti ho conosciuto bene e ho capito che non eri solo un genio ma anche una persona di valore immenso. Vola in cielo Maestro e grazie per la meraviglia che ci hai lasciato nel tuo passaggio terreno“, è il ricordo di Federico Zampaglione. 

Incredulità per Fabio Fazio: “Senza parole… Questa volta l’inchino a Ggi Proietti lo facciamo tutti noi”.

Caro Gigi, mentre noi qui piangiamo la tua assenza tu da lassù con la tua ironia ci guardi con tenerezza. Che Dio ti accolga. Un abbraccio a SagittaCarlotta e Susanna”, cinguetta Raffaella Carrà.

Toccante il ricordo di Enrico Brignano che, con Gigi Proietti, ha mosso i primi passi nel mondo dello spettacolo.

Ti guardavo…ti spiavo dietro a una quinta mentre recitavi per carpirti ogni segreto, ma il talento non ha segreti, è talento e basta. E tu ne hai a secchi.
Ho sempre cercato nei tuoi occhi l’approvazione: ero l’alunno davanti al maestro, quando c’eri tu tra il pubblico, anche dopo 30 anni di palcoscenico. E se faccio quel che faccio, è soprattutto grazie a te. Sento un gran dolore dentro, ma so che è stato un privilegio starti vicino e devo farmelo bastare come consolazione. Grazie di tutto, Gigi. Sempre e per sempre”.

“Ti rendiamo omaggio così, da qui, con immensa ammirazione e gratitudine… Buon viaggio Gigi”, scrive Miriam Leone.

Toccante anche il ricordo di Lino Guanciale: “Ciao, Gigi. Non posso credere di trovarmi qui a scrivere questo saluto, sono intontito dalla notizia e molto triste. Diciassette anni fa hai creduto in me, sei stato il primo a farlo dopo il mio diploma. Non potrò mai dimenticare la leggerezza e la tenerezza con cui hai iniziato a trasmettermi “il mestiere”. Mi capita ancora oggi, sul palcoscenico, di capire delle cose che mi avevi detto o mostrato all’epoca di questa foto. Ti devo tanto… tutti ti siamo debitori, in qualche modo. È stato un onore e un privilegio aver iniziato la mia carriera con te. Grazie, Cavaliere Nero”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

“Se nun sai ride mi allontano. Chi non sa ride, mi insospettisce.” Ciao Gigi ❤️

Un post condiviso da ficarraepicone (@ficarraepicone) in data:

“E adesso dobbiamo anche fare senza di te. Ci hai fatto tanto ridere e ora ci piange il cuore”, scrive Luciana Littizzetto