Pasta di Konjak: ipocalorica e perfetta per la dieta!

Ebbene sì, se cercavi una pasta alternativa sei nel posto giusto. La pasta di cui ti parleremo oggi vanta la qualità di essere ipocalorica e ricca di fibre. Vediamo di cosa si tratta, come si utilizza e tutto ciò che c’è da sapere.

Pasta di Konjak: ipocalorica e perfetta per la dieta!
Pasta di Konjak: ipocalorica e perfetta per la dieta! (Adobestock photo)

Capire gli alimenti che vengono da Oriente è sempre un’entusiasmante esperienza culinaria. Molti cibi a basso contenuto calorico infatti provengono da Cina e Giappone. Ma entriamo nel vivo di questa pasta così alternativa, così ricca di fibre e così povera di calorie. Pasta di Konjak. Solo 38 calorie per 100 grammi, scoprila subito!

Konjak: alternativa ipocalorica quando sei a dieta!

Konjak | Alternativa ipocalorica quando sei a dieta!
Konjak | Alternativa ipocalorica quando sei a dieta! (Adobestock photo)

Andiamo per gradi e spieghiamo un po cos’è il Konjac, è una radice nata nella zona subtropicale orientale asiatica. Talvolta è possibile riconoscerla con il nome di lingua del diavolo. A coltivarla sono stati appunto cinesi e giapponesi che la utilizzando da ormai più di 2000 anni.

Il suo utilizzo è assai bizzarro, si presta come verdura, quindi contorno poiché ricca di fibre, ma anche come farina (base utile poi per la pasta). Agisce anche come addensante naturale e se ne ricavano una gelatina rigorosamente vegetariana e una pasta decisamente light. Funge inoltre da valido integratore alimentare utili in caso di problemi digestivi.

Questa pianta cresce in zone quasi prive di inquinamento, a quote elevate, somiglia un po ad una grossa barbabietola talmente grande che se ne possono trovare anche del peso di 4 chili.

Proprietà

Le proprietà sono molte e davvero sorprendenti. Contiene il glucomannano, questo viene vivamente consigliato quando si avverte costipazione, per perdere peso, per ridurre il livello di colesterolo nel sangue, per abbassare la glicemia, per contrastare il diabete di tipo 2.

Il glucomannano se entra in contatto con acqua può aumentare fino all’80% il suo volume conferendo così una forte sensazione di sazietà. La pasta soprattutto, essendo altamente ipocalorica, viene consigliata nei casi di sovrappeso e obesità. Ottima per chi è intollerante al glutine e per i diabetici.

Chi soffre di intestino pigro troverà sicuramente la panacea. Ricca di ferro, calcio, fosforo, zinco, cromo, rame. Noto anche un uso della pianta come medicinale, per curare stati di asma, tosse, ma anche ustioni e punture d’insetto.

Usi

La pasta si trova per di più nei supermercati bio, in quelli non bio ma particolarmente forniti con corsie specifiche e online (Zenpasta Risino di konjac secco, 50 gr)

Pasta di Konjak | Solo 38 calorie per 100 grammi, scoprila subito!
Pasta di Konjak | Solo 38 calorie per 100 grammi, scoprila subito! (Amazon photo)

Si usa anche per confezionare il konnyaku, un prodotto composto da farina di Konjak e acqua di calce. Grazie alla sua elasticità, i cinesi la utilizzano come crema per il viso. Con la radice se ne ricavano gallette e biscotti. L’uso più diffuso che se ne fa è attraverso i vermicelli, gli shiratake.

La pasta è priva di glutine, un apporto di macronutrienti pari a zero e quindi ottima nei regimi alimentari ipocalorici. Si trova soprattutto immersa in un liquido, basta poi sciacquarla sotto acqua tiepida e poi saltarla in padella con il condimento. I valori nutrizionali scendono fino a 10 calorie per 100 grammi.

Konjak | Alternativa ipocalorica quando sei a dieta!
Pasta di Konjak (Pixabay photo)

Che sia la pasta o gli altri prodotti a base della pianta, vanno sempre consumati con ponderazione, sarà sempre bene contattare il proprio medico soprattutto se si è diabetici e chiedere ulteriori delucidazioni.