Attentato in Francia: risposta del ministro Lamorgese alle polemiche

A seguito di tutte le polemiche portate avanti soprattutto dall’opposizione dopo l’attentato in Francia, il ministro Lamorgese ha deciso di rispondere.

A general view shows Italy’s Prime Minister Giuseppe Conte (RearC) prior to deliver a speech at the Italian Chamber of Deputies on September 9, 2019 during the new government confidence vote at the lower house of parliament in Rome. (Photo by Andreas SOLARO / AFP) (Photo credit should read ANDREAS SOLARO/AFP via Getty Images)

A seguito dell’attentato di ieri in Francia l’opinione pubblica mondiale è rimasta sconvolta ed incredula davanti all’efferatezza degli omicidi di cui si è macchiato il killer.

Tantissimi leader, di tutta Europa e non, hanno espresso la loro solidarietà alla Francia tutta ed al Presidente Macron.

Per conoscere qualche dettaglio in più su tutta la faccenda basta cliccare qui, intanto però bisogna evidenziare che soprattutto in Italia si sono scatenate una carrellata di polemiche.

Tutte nei confronti del governo italiano e del ministro Lamorgese a seguito della scoperta del fatto che il killer fosse sbarcato a Lampedusa.

Sul fronte dell’opposizione sono state mosse accuse nei confronti del ministro Luciana Lamorgese spingendo proprio per le sue dimissioni.

Luciana Lamorgese, ministro degli Interni, ha risposto oggi a queste accuse.

Vediamo.

Luciana Lamorgese sull’attentato in Francia: “Nessuna responsabilità del Governo”

Operazione anti terrorismo a Parigi (GEOFFROY VAN DER HASSELT/AFP/Getty Images)

Lamorgese si è infatti lasciata ad alcune dichiarazioni molto importanti.

“Questo è un attacco all’Europa, non c’è nessuna responsabilità del governo” ha dichiarato il ministro.

Il tutto è stato dichiarato nel corso di un’intervista a Rainews e a SkyTg24 parlando dell’attentato di ieri a Nizza per mano di un cittadino tunisino, Brahim Aoussaoui, sbarcato a Lampedusa. 

“E’ il momento di fermare le polemiche” ha poi aggiunto.

Una risposta quindi netta a proposito della richiesta di dimissioni da parte dell’opposizione dopo che è emerso che il killer della strage di Nizza era sbarcato a Lampedusa.

Luciana Lamorgese ha poi risposto alle accuse mosse soprattutto dal leader della Lega, che ha riportato sui social e che potete vedere di seguito, riguardo i decreti sicurezza.

“Responsabilità non ce ne sono da parte nostra” – ha dichiarato per poi aggiungere –  “ho sentito che si parla dei decreti sicurezza che abbiamo modificato ma devo dire che i decreti sicurezza hanno creato insicurezza”– per poi concludere con – “perché hanno messo in strada 20mila persone che “sono dovute uscire dal sistema dell’accoglienza”.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Hanno smantellato i Decreti sicurezza mentre, con i porti spalancati. sbarcava un terrorista islamico a Lampedusa, lasciato libero di fuggire e andare in #Francia a uccidere! Una VERGOGNA INTERNAZIONALE per il nostro Paese. Chiedo scusa al popolo francese, ai figli dei morti e dei decapitati, a nome di questo governo di incapaci e di complici. #Nizza #Conte #Lamorgesedimettiti #Nice06

Un post condiviso da Matteo Salvini (@matteosalviniofficial) in data:

Risposta netta alle polemiche da parte del ministro Lamorgese.

Da leggere