File di pedofili anche con neonati : arrestato uomo di 52 anni

Alcune indagini hanno svelato migliaia di file contenenti materiale per pedofili anche con neonati. Che cos’è questa pedofilia?

bambini lanciano oggetti
Adobe Stock

Di recente si è discusso molto di questo tema a seguito delle indagini che hanno portato alla scoperta di una fitta rete di pedofili in tutta Italia.

Per essere più precisi riguardo l’argomento che stiamo toccando, specifichiamo che la pedofilia è una forma di parafilia che arreca danni agli altri ed è ritenuta patologica.

Noi genitori dobbiamo essere consapevoli del mondo che ci circonda ed assolutamente consci dello stato di allerta che dobbiamo avere soprattutto quando i nostri figli sono online.

I pedofili possono essere attratti solo dai bambini, solo dalle bambine o da entrambi i sessi.

Secondo molte ricerche grazie al manuale MSD, risulta che ancora non è del tutto chiaro se siano i maschietti o le femminucce ad avere maggiori probabilità di essere vittime dei pedofili, sebbene le femmine sembrino avere in generale maggiori probabilità di essere vittime di abuso sessuale.

Premesso ciò, vediamo ora nello specifico cosa sta accadendo in Italia.

Il caso di pedofilia in Italia che sconvolge tutti: migliaia di file anche di neonati

Coronavirus violenza sulle donne
(Fonte: Pixabay)

Pochissimo tempo fa l’opinion pubblica era rimasta sconvolta dall’operazione Pepito, che aveva portato alla luce ben 13 denunce di pedopornografia.

L’indagato aveva migliaia di file pedopornografici, alcuni anche con neonati.

Il tutto è stato scoperto dalla polizia postale di Genova che ha arrestato un disoccupato di 52 anni.

L’uomo, secondo quanto riportato dall’ansa, era già stato condannato in passato per violenza sessuale su minore e risultava iscritto all’Aire, l’anagrafe degli italiani residenti all’estero, perché residente a York nel Regno Unito, anche se di fatto era stato espulso da quel paese nel 2016, dopo aver scontato tre mesi di carcere per detenzione di video e immagini pedopornografiche.

L’arrestato, dopo aver fornito false dichiarazioni alla frontiera, non si era mai registrato in Italia ed era tornato a vivere a Genova.

Oltre, secondo quanto emerso dalle indagini, oltre a detenere migliaia e migliaia di file tra immagini e video (più di 3000 accertati), era attivo anche in molte chat e su varie applicazioni di messaggistica istantanea anche criptate (telegram, whatsapp, tam tam) dove cercava continuamente costantemente di scambiare immagini pedopornografiche di tipo estremo anche con neonati.

Cosa può succedere oltre alla detenzione del materiale?

violenza bambini
(Instagram)

Di solito può accadere che il bambino conosce l’adulto, che può essere un familiare, un patrigno o una persona che ha autorità (come un insegnante o un allenatore).

Ci sono poi altri che possono essere attratti solamente dai bambini della propria famiglia (incesto).

Alcuni pedofili vengono attratti solo dai bambini, spesso compresi in una precisa fascia di età o stadio di sviluppo, mentre altri sono attratti sia dai bambini sia dagli adulti.

I pedofili predatori poi sono una categoria molto più aggressiva, essi possono fare ricorso alla forza o alla coercizione per coinvolgere sessualmente il bambino e possono minacciare di fare del male a lui o al suo animaletto domestico nel caso ne parli ad altri.

Per averne esempi pratici basti pensare al caso della bambina di 12 anni stuprata da 3 persone.

Quando diagnosticano i medici la pedofilia?

Unghie e bambini: quando e come tagliarle, le cure, consigli degli esperti
Pixabay

Secondo i manuali MSD, i medici diagnosticano la Pedofilia quando il soggetto in questione risulta avere fantasie, pulsioni o comportamenti sessualmente eccitanti intensi e ricorrenti che coinvolgono un bambino o dei bambini (di solito al di sotto dei 13 anni d’età).

Non solo, si diagnostica poi quando l’individuo si sente molto angosciato o diventa meno capace di svolgere le normali attività (sul lavoro, in famiglia, o nell’interazione con gli amici), oppure ha agito in base ai propri impulsi.

Il paziente in questione deve avere almeno 16 anni di età e almeno 5 anni più del bambino oggetto delle fantasie o attività a sfondo sessuale. (Un’eccezione è un adolescente più grande che ha una relazione con un adolescente di 12 o 13 anni).

Il soggetto infine deve essere affetto dalla condizione da almeno 6 mesi.

Per salvaguardare i nostri piccoli dobbiamo essere sempre informati.

 

 

Da leggere