Capelli crespi: cause, rimedi naturali e consigli da seguire

E’ importante prendersi cura dei capelli crespi, scopriamo le cause e i rimedi naturali efficaci così da poter sfoggiare una chioma perfetta.

Capelli crespi come prendersene cura
Foto:Adobe Stock

I capelli crespi sono un vero e proprio problema per alcune donne, a differenza di quelli lisci sono capelli poco definiti e non solo, risultano molto elettrizzati i capelli.

Non è un poi così difficile gestirli, basta porre maggiore attenzione, ma talvolta le condizioni climatiche come l’umidità non aiutano per nulla a gestire la chioma crespa.

Ma come si può rimediare? Noi di CheDonna.it, vi diamo qualche suggerimento su come prendersi cura dei capelli crespi iniziando dallo shampoo fino ad arrivare all’asciugatura e non solo, piccoli trucchetti da seguire.

Cause capelli crespi: cerchiamo di capire bene

Capelli
Capelli crespi Fonte:Adobe Stock

I capelli crespi sono un problema diffuso, che riguarda tantissime persone in particolar modo le donne che hanno i capelli ricci. I capelli crespi possono dipendere da diversi fattori, come la componente genetica, si determina un sollevamento delle cuticole che purtroppo determinano il crespo, al tatto restano secchi e ruvidi.

Anche le condizioni climatiche come l’umidità sono una delle cause principali del crespo, potrebbe essere un problema per le donne che svolgono uno sport all’aria aperta. Infatti il sole, il vento e l’umidità la scarsa idratazione, possono rendere crespi i capelli che tendono a gonfiarsi. Purtroppo l’umidità fa espandere le cuticole di conseguenza i capelli risultano elettrizzati e crespi.

Tra le cause anche la tecnica di asciugatura potrebbe essere responsabile dell’effetto crespo, non solo anche l’utilizzo di di prodotti molto aggressivi, non solo prodotti che definiscono lo stiling oppure tinture e colorazioni possono increspare la chioma.

Capelli crespi: come fare lo shampoo

Un cucchiaio di sale
Capelli crespi shampoo Foto:Istock photo

Avere una chioma perfetta con capelli crespi non è poi così difficile, è necessario seguire qualche piccolo consiglio per non ritrovarsi una chioma elettrizzata.

Non sempre è necessario l’intervento dell’hairstylist, sicuramente le donne che hanno una chioma secca e porosa, in caso di umidità i capelli tenderanno ad assorbire molta aria e di conseguenza si gonfieranno.

I nostri consigli sono mirati e specifici per capelli che tendono al crespo, dovete porre attenzione allo shampoo, scegliendo quello specifico per capelli crespi in base al tipo di cute, secca, grassa, mista o con forfora.

I capelli crespi come gli altri capelli lisci e ricci non vanno lavati frequentemente, non più di 3 volte a settimana a meno che non ci siano necessità diversa.

E’ necessario porre attenzione alla scelta dello shampoo che deve essere preparato con ingredienti naturali senza sostanze aggressive, parabeni e siliconi.

Prediligete lo shampoo con formulazione specifiche che contengono cheratina e oli essenziali, basta leggere bene l’etichetta e vedere quello più adatto a voi.

Poi procedete con il lavaggio in questo modo, bagnate i capelli, prima di applicare lo shampoo, poi distribuite in modo omogeneo lo shampoo, partendo dalla radice fino ad arrivare alle punte. Fate dei massaggi delicati e circolari, così da riattivare la circolazione.

In caso di capelli crespi con cute grassa, siate veloci e non grattate troppo la cute per evitare di stimolare le ghiandole sebacee a produrre sebo, quindi otterrete capelli più grassi del dovuto. Poi sciacquate bene tutti i capelli, adesso dovete applicare il balsamo per ammorbidire e idratare la chioma, vediamo bene in che modo.

Balsamo: ecco come applicarlo

rimedi per capelli
Foto: Adobe Stock

Dopo lo shampoo va sempre applicato il balsamo, che idrata e ammorbidisce i capelli e li rende perfetti e più gestibili per l’asciugatura. Come per lo shampoo, anche il balsamo deve essere scelto in base al tipo di capello. Si applica solo dopo aver lavato e sciacquato bene i capelli, fate dei massaggi delicati, facendo maggiore insistenza sulle lunghezze anzichè sulla radice. Potete utilizzare il burro di karitè  così idrata e ammorbidisce i capelli, basta applicare una noce di burro sulle lunghezze.

Poi massaggiate delicatamente fino a quando non venga assorbito bene, poi lasciate in posa per qualche minuto e poi procedete al risciacquo. Noterete subito la differenza, infatti i capelli crespi saranno lucidi, nutriti e morbidi.

Come asciugare bene per evitare il crespo

Capelli
Asciugare i capelli Foto: Adobe Stock

Dopo avere sciacquato i capelli e aver eliminato il balsamo, potete tamponare i capelli con un asciugamano morbida e di spugna. In questo modo eliminate l’eccesso di acqua e facilitate l’asciugatura.

I capelli crespi si asciugano con phon a temperatura e velocità media, ma bisogna porre attenzione al getto d’aria, che potrebbe essere responsabile dell’effetto crespo. Un’alternativa al phon, optate a spazzolare i capelli con un pettine a denti larghi. Poi avvolgete la chioma e tenete ferma con una pinzetta, coprite la chioma con un asciugamano morbida e lasciate così per un paio di ore. Dovranno essere talmente asciutti, questa tecnica potete essere adatta per chi ha più tempo, da dedicare.

In caso di phon potete optare per quelli a ioni, che proteggerà i capelli dal calore. In caso di capelli mossi, potreste seguire questo piccolo trucchetto per non ritrovarsi con capelli crespi. I capelli umidi li avvolgete, formando uno chignon e li lasciate asciugare, se avete un pò di tempo. Si sconsiglia vivamente l’utilizzo della piastra, perchè i capelli potrebbero risultare molto elettrizzati.

Va applicato sui capelli un termoprotettore che li protegge dal calore del phon. Inoltre dovete evitare l’utilizzo di prodotti contenenti alcol, che potrebbero rendere i capelli ancora più crespi perchè l’alcol evapora con il calore.

Evitate durante l’asciugatura di spazzolare i capelli frequentemente, perchè potreste sfibrare le punte in particolar modo.

Rimedi naturali da seguire a casa

Capelli crespi
Olio di cocco per maschera capelli Foto:Adobe Stock

I capelli crespi purtroppo hanno bisogno di maggiore cura, non basta solo porre attenzione allo shampoo e asciugatura, ma è necessario eseguire delle maschere ai capelli e curare la chioma con rimedi naturali. Piccoli consigli da seguire che possono aiutare a combattere il crespo, ecco quali.

1-Maschera all’olio di oliva e miele: l’olio d’oliva ed il miele hanno proprietà emollienti, idratanti e rigeneranti. Perfetti per la chioma crespa e capelli sfibrati. Procedete in questo modo mettete in una ciotolina 2 cucchiai di miele e 3 di olio d’oliva, mescolate bene fino ad ottenere una crema omogenea. Distribuite poi su tutta la chioma partendo dalla radici alle punte, aiutatevi con un pettine, poi coprite i capelli con una cuffia da doccia o li coprite tutti con la pellicola trasparente. Lasciate in posa per 20 minuti, poi sciacquate molto bene e proseguite con uno shampoo specifico per capelli secchi.

2-Maschera all’olio di cocco e avocado: idratano e nutrono i capelli in profondità. Basta mettere in una ciotolina, la polpa di un avocado maturo, mescolate lo yogurt bianco intero, poi unite 2 cucchiai di miele, 3 di olio di mandorle dolci e 3 di olio di cocco. Dovete mescolare bene e poi applicate sui capelli e fate dei massaggi delicati e circolari. Avvolgete i capelli con la cuffia e lasciate agire per un’ora, poi procedete con lo shampoo.

3-Maschere ai semi di lino: perfetta per disciplinare i capelli crespi, l’olio di semi di lino è conosciuto e molto utilizzato per le sue proprietà nutrienti e ristrutturanti. Combinata all’azione del miele invece, ammorbidisce ripara e protegge i capelli in particolar modo dall’inquinamento atmosferico. Mettete in una ciotolina 20 ml di olio di semi di lino con un cucchiaio di miele e mescolate bene. Applicate la maschera ottenuta su tutti i capelli umidi, in modo uniforme, coprite con una cuffia e lasciate riposare per almeno 30 minuti. Sciacquate abbondantemente, poi procedete con lo shampoo utilizzandone uno delicato. La maschera la potete conservare in frigo per almeno due settimane.

4-Risciacquo con aceto: il risciacquo acido con l’aceto di mele, nutre il cuoio capelluto ristabilendo il pH, inoltre chiude le squame del capello, quindi attenua il problema. Potete aggiungere un cucchiaio di aceto in 1 litro di acqua fredda in una bacinella e poi immergete i capelli. L’unico svantaggio dell’aceto è l’odore forte, ma il risultato è garantito, capelli più sani e luminosi, non solo anche meno crespi.

5-Olio di cocco: potete utilizzarlo come impacco o maschere per capelli, un alleato per capelli indisciplinati. Dopo aver fatto lo shampoo, asciugate i capelli, poi prima di completare l’asciugatura, mettete circa 5 gocce di olio di cocco sul palmo della mano e distribuite sulle lunghezza, ma evitate di toccare il cuoio capelluto. L’olio creerà una barriera impermeabile all’umidità, proseguite l’asciugatura.

Consigli da seguire

Capelli
Capelli lunghi Fonte:Adobe Photo

Dopo avervi spiegato come lavare e utilizzare le maschere per capelli crespi è opportuno capirne di più, sui frequenti errori che possono renderli ancora più crespi.

-Non lavare spesso i capelli: al massimo due volte a settimana.

-Non esporre all’umidità e sole: è utile proteggere i capelli, visto le condizioni climatiche sono responsabili del crespo. Provate a proteggere i capelli dal crespo indossando un foulard o cappello se trascorrete diverse ore fuori casa.

-Utilizzate prodotti poco specifici: questi renderanno la chioma poco gestibile e tenderà ad elettrizzarsi.

-Spazzolare nel modo sbagliato: pettinare energicamente può indebolire la chioma e sfibrare, accentuando il crespo.

-Proteggere d’estate i capelli dal sole, salsedine e cloro: utilizzate sempre prodotti specifici.

-Lavare i capelli con acqua calda va evitato: utilizzare acqua bollente per sciacquare i capelli potrebbe far dilatare le cuticole, predisponendole al crespo. Quindi sempre acqua tiepida.

Adesso è più facile non commettere errori e non solo dopo aver capito le cause che determinano i capelli crespi, potete porre maggiore attenzione.

Da leggere