Aggressioni violente: ragazzo in prognosi riservata e 3 arrestati

Tre sono gli aggressori arrestati nella notte di violenza alla Spezia che ha portato alle gravi condizioni di un giovane che è ora in prognosi riservata. Le aggressioni.

indagini from pixabay

Secondo quanto ricostruito, i tre si sarebbero scaraventati con pugni e calci su un coetaneo e sui suoi amici ferendone uno in modo grave.

Una notte caratterizzata da violenza ed aggressioni quella alla Spezia, la quale ha portato dopo serrate indagini all’arresto di tre ragazzi, tra i 18 e i 20 anni, per lesioni personali aggravate.

Il tutto ci rimanda un po’ a quanto accadde nella notte di movida e violenza di Pozzuoli che portò anche in quel caso conseguenze gravi.

Cosa è accaduto in questo caso? quali sono le motivazioni che hanno mosso la rissa?

Scopriamo qualcosa in più.

Aggressioni violente di un branco ai danni di un gruppo di amici

violenza psicologica sugli uomini
La violenza devastante (Foto: Pixabay)

Il ragazzo che è stato aggredito si trova adesso in prognosi riservata all’ospedale Sant’Andrea, con un trauma cranico con emorragia e la frattura dell’osso temporale.

Il tutto è accaduto lo scorso weekend, in pieno centro alla Spezia, dove un presunto “branco” ha iniziato a molestare per poi continuare aggredendo senza apparente motivo un altro gruppo di giovani, studenti universitari, usciti da un locale.

Hanno colpito subito un ragazzo con una bottiglia in testa, poi hanno continuato a seguirli tra via Prione, piazza Beverini e corso Cavour.

Quando uno degli studenti ha cercato di fare una foto agli aggressori nel tentativo di trovare poi una prova per difendersi, è stato colpito con violenza.

Prima con un pugno alla testa poi a calci da più persone mentre si trovava a terra, per la vittima della violenza c’era quindi poco da fare.

Aggrediti anche altri studenti, tra cui un altro ragazzo che ha dovuto ricorrere a cure mediche.

Dalle indagini della squadra mobile, secondo quanto riportato dall’ansa, grazie all’aiuto delle telecamere della zona, sono stati individuati i responsabili.

Gli arrestati sono un italiano e due dominicani, per i quali su richiesta del Procuratore Antonio Patrono, che ha coordinato le indagini, il gip Marinella Acerbi ha emesso la misura di custodia cautelare in carcere.

 

carabinieri piacenza arrestati
(Fonte: Instagram)

Seguiranno aggiornamenti.

Da leggere