Cistite e rimedi naturali efficaci per attenuare il fastidio

La cistite è un infiammazione che colpisce in particolar modo le donne, ma scopri come alleviare il fastidio con rimedi naturali efficaci.

rimedi cistite
Foto:Adode Stock

A tutte è capitato almeno una volta nella vita di avere un infezione alle vie urinarie, conosciuta come cistite. Purtroppo colpisce il più delle volte le donne, un vero e proprio fastidio.

La cistite è causata da microrganismi, la conseguenza a ciò ci comporta stress e fastidio, si deve ricorrere spesso in bagno ad urinare. Non si deve mai trascurare il problema, anzi è necessario parlarne con il proprio medico.

Noi di CheDonna.it siamo qui per darvi qualche piccolo consiglio su come rimediare in modo del tutto naturale al fastidio della cistite.

Cistite: come si manifesta

Fonte : Istock-Photo

La cistite è un’infezione che non va mai trascurata, l’origine è batterica, che determina una vera e propria infiammazione della vescica. Ma cosa determina?

Il fastidio principale è un bruciore che può essere più o meno intenso ogni qual volta si urina. Non solo si percepisce anche uno stimolo continuo a mingere, accompagnato talvolta da un dolore lieve o forte nella parte bassa dell’addome.

La cistite si può presentare in condizioni particolari come periodo di forte stress, utilizzo frequente di detergenti intimi poco idonee, assorbenti interni, una scarsa igiene intima. Talvolta anche l’abbigliamento può causare come pantaloni stretti, quindi che aderiscono troppo, biancheria intima non in cotone, sono davvero diversi i motivi.

Quindi il consiglio è di affidarsi al medico specialista che saprà darvi le giuste indicazioni su come diagnosticare innanzitutto la cistite e non solo, come attenuare il problema, magari con farmaci specifici. Ci sono alcuni rimedi naturali che potete fare a casa magari parlatene con il medico, perchè non sempre possono essere efficaci.

Rimedi naturali per la cistite

tisana rosmarino
Foto:Istock

Ecco alcuni rimedi naturali efficaci da seguire a casa.

-Acqua: bere è importantissimo aiuta a rimediare il bruciore, e ad urinare spesso. Infatti urinando più frequentemente le urine non rimangono per molto tempo nella vescica, quindi si tende a liberare.

-Acqua e bicarbonato: provate a mettere un cucchiaino di bicarbonato in un bicchiere d’acqua e bevete anche più volte al giorno.

-Bere tisane: potete preparare a casa delle tisane magari con la malva, che non solo ha un azione disinfiammante, ma calma il fastidio. Basta portare ad ebollizione 200 ml circa di acqu, poi unite un cucchiaino di malva e lasciate in infusione per 20 minuti. Poi bevete anche 3 volte al giorno. Anche l’uva ursina è un succo che viene suggerito in caso di cistite.
-Evitare caffè e dolci: ma non solo anche alimenti ricchi in grassi e molto speziati possono irritare di più accentuando il problema.

-Fare un bagno caldo: magari allevia il fastidio, in alternativa potete anche poggiare una borsa di acqua calda.

-Succo puro di mirtillo: potete preparalo voi a casa oppure acquistate quello biologico. Grazie alle proprietà lenitive e disinfettanti alleviano il fastidio e puliscono le vie urinarie. In questo modo i batteri non si annideranno alle pareti.

-Calendula è un rimedio molto efficace. Si può acquistare in erboristeria sotto forma di fiori, creme, ma anche ovuli. La candela è molto conosciuta e consumata grazie alle sue proprietà antibatteriche, lenitive e rinfrescanti. potete scegliere voi in che modo utilizzarla.

-Mangiare frutta e verdura: non solo apporta benefici generici al vostro organismo, ma aumenta l’apporto di liquidi, che vi fa urinare di più.
-Cibi probiotici: come lo yogurt, kefir, crauti apportano benefici in quanto mantengono attiva la flora batterica intestinale

Consigli da seguire per prevenire il problema

consigli igiene intima
Foto:Adobe Stock

Oltre ai rimedi naturali potete anche seguire qualche piccolo consiglio su come attenuare il problema. Potete evitare l’utilizzo di assorbenti interni. In questo caso è opportuno parlarne con il ginecologo.

  • Lavarsi con cura: l’igiene intima è fondamentale in questo caso, ma i lavaggi frequenti e con prodotti sbagliati e non adatti possono peggiorare il problema. Non si deve lavare spesso e con detergenti con pH sbagliato in quanto allontanerete i batteri della zona perineale, esponendo a maggior rischio si infezioni. Ci vuole il giusto compromesso non lavare troppo, ma neanche poco.
  • Lavande vaginali: è importante farle, ma allo stesso tempo si deve limitare perchè potrebbero permettere l’ingresso di batteri nella vagina e mandar via quelli “buoni” che proteggono.
  • Non trattenere la pipì per molto tempo: poichè si facilita la moltiplicazione batterica;
    seguire una dieta sana ed equilibrata
  • Detergere le zone intime dopo un rapporto sessuale;
  • Non scambiare le asciugamani intime con il partner
  • Non indossare pantaloni stretti
  • Scegliere la giusta biancheria: non è un fattore estetico, il problema è il tessuto, si consiglia l’utilizzo di slip in cotone, quindi tessuto traspirante e di colore bianco. Purtroppo quelli sintetici trattengono l’umidità, aumentano la temperatura favorendo la formazione di colonie batteriche.

Da leggere