Nuovo DPCM anti Covid, ufficiale: tutte le nuove restrizioni

E’ ufficiale il nuovo DPCM anti Covid: il Premier ha firmato il nuovo decreto con tutte le restrizioni valide fino al 24 novembre.

Il Premier Conte sul lockdown (Facebook)
Il Premier Conte sul lockdown (Facebook)

E’ ufficiale il nuovo DPCM con le nuove misure di restrizione decise per contenere l’alto numero di contagi. Come fa sapere il Corriere della Sera, il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha firmato il nuovo provvedimento. Le nuove misure entreranno in vigore da lunedì 26 ottobre. Il Decreto ha validità fino al 24 novembre.

Tra le misure di restrizione ci sono: la chiusura dei locali pubblici resta fissata alle 18. La domenica e i giorni festivi bar e ristoranti potranno dunque rimanere aperti. Nessun riferimento a spostamenti tra Comuni o tra Regioni che restano quindi consentiti. Nel pomeriggio il Premier Conte illustrerà tutte le nuove misure.

Nuovo DPCM anti Covid: tutte le nuove misure di restrizione

Giuseppe Conte valuta il taglio delle tasse nella prossima Manovra Finanziaria (Getty Images)
Giuseppe Conte valuta il taglio delle tasse nella prossima Manovra Finanziaria (Getty Images)

Il Premier Conte, dopo il rinvio della conferenza prevista nella giornata di ieri, nel pomeriggio, illustrerà tutte le nuove misure di restrizione contenute nel DPCM che entrerà in vigore il 26 ottobre e sarà valido fino al 24 novembre.

I locali pubblici dovranno chiudere alle 18. La domenica e i giorni festivi, bar e ristoranti potranno restare aperti. Per quanto riguarda la scuola, l’attività didattica, come fa sapere il Corriere della Sera, “per il primo ciclo di istruzione e per i servizi educativi per l’infanzia continua a svolgersi in presenza“. Per quanto riguarda l’attività didattica delle scuole superiori, è prevista una flessibilità per gli ingressi scaglionati “modulando ulteriormente la gestione degli orari di ingresso e di uscita degli alunni, anche attraverso l’eventuale utilizzo di turni pomeridiani e disponendo che l’ingresso non avvenga in ogni caso prima delle 9″.

conte nuova conferenza stampa
il premier Giuseppe Conte (fonte: profilo Facebook ufficiale)

Si raccomanda alle persone di non spostarsi con mezzi pubblici salvo che per esigenze lavorative, di studio e di salute. Restano sospese le attività di palestre, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali. Consentita l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere svolte all’aperto presso centri e circoli sportivi, pubblici e privati con il rispetto delle norme di distanziamento. Chiusi gli impianti sciistici, cinema e teatri.

Da leggere