Covid, Beppe Sala dice no alla chiusura di cinema e teatri

Nella giornata odierna, il Premier Conte ha annunciato in conferenza stampa le nuove misure intraprese per contenere il virus. Fra queste anche la chiusura di cinema e teatri, ma il sindaco di Milano, Beppe Sala non ci sta e sbotta sui social.

Beppe Sala
Il sindaco di Milano, Beppe Sala (fonte: Facebook)

Solo poche ore fa abbiamo assistito alla conferenza stampa del Premier Conte. Conferenza che ha illustrato le nuove norme previste a partire dalla giornata di domani, 26 Ottobre per contenere i contagi e il diffondersi del virus.

Chiuse palestre e centri benessere. Con le normative del nuovo Dpcm i primi a risentire delle restrizioni saranno i lavoratori del mondo fitness e del mondo dello spettacolo: ancora una volta teatri, cinema e sale da concerto saranno costretti a chiudere almeno fino al prossimo 24 novembre.

Sul tema si è espresso il sindaco Sala che ha fatto eco all’assessore alla Cultura Del Corno definendo ingiustificate le chiusure. Vediamo insieme cos’ha detto.

Sala: “Non posso dire di condividere le norme del DPCM sullo spettacolo”.

 

Ieri il Capo dello Stato ha richiamato a uno spirito di “leale e fattiva collaborazione fra le Istituzioni della Repubblica”. E io così farò. Ma non posso dire di condividere le norme del DPCM sullo spettacolo.

Pubblicato da Beppe Sala su Domenica 25 ottobre 2020

Il primo cittadino di Milano, il capoluogo meneghino, ha scritto: “Ieri il Capo dello Stato ha richiamato a uno spirito di ‘leale e fattiva collaborazione fra le Istituzioni della Repubblica’ – ha scritto Sala in un post Facebook – e io così farò. Ma non posso dire di condividere le norme del Dpcm sullo spettacolo“.

Da leggere