Giuseppe Conte annuncia: “a dicembre primi vaccini disponibili”

Durante la conferenza stampa per la presentazione del Dpcm del 24 ottobre, Giuseppe Conte annuncia l’arrivo delle prime dosi di vaccino.

vaccino covid
Photo by Mladen ANTONOV / AFP
Photo by MLADEN ANTONOV/AFP via Getty Images)

Già da sabato 24 ottobre l’Italia attendeva la conferenza stampa in cui il premier Giuseppe Conte avrebbe illustrato le disposizioni del nuovo Dpcm.

L’intervento del premier è poi arrivato alle 13.30 di domenica 25 ottobre e, oltre alla presentazione del decreto firmato alcune ore prima, Giuseppe Conte ha anche fatto cenno a ciò che gli italiani più attendono da marzo: il vaccino anti-covid.

Conte confida nell’arrivo per dicembre delle prime dosi di vaccino

premier conte
Photo credit should read ANDREAS SOLARO/AFP via Getty Images

“Ricordo anche che la commissione europea ha stipulato vari contratti che prevedono già a Dicembre l’arrivo delle prime dosi del vaccino. Se questi impegni contrattuali saranno confermati potremmo intervenire subito e distribuire le prime quantità di vaccino alle categorie più fragili, agli operatori sanitari che sono più esposti al pericolo.”

Il mese di Dicembre potrebbe dunque portare a tutti gli italiani un sorta di dono di Natale anticipato, le prime dosi di vaccino che ovviamente andrebbero alle categorie più a rischio ma che aprono poi nuove opportunità per tutti gli italiani.

Del resto anche l’immunologo Anthony Fauci, il volto più noto e autorevole della task force della Casa Bianca contro il covid-19, aveva spiegato in questi giorni: “Credo che sapremo se un vaccino è sicuro ed efficace entro la fine di novembre o i primi di dicembre. […] Ci saranno delle priorita’ , per cui individui che lavorano nella sanità, lo avranno per primi, cosi’ come persone che sono nelle categorie più a rischio di complicazioni”

Una sorta di luce in fondo al tunnel, dunque, che giunge a donare speranza in un momento in cui l’Italia si trova a dover affrontare nuove restrizioni per contenere il dilagare del Covid-19, limitazioni e chiusure che si protrarranno almeno fino a novembre inoltrato.

Che sia dunque l’ultimo sacrificio per l’Italia? Che da dicembre la strada della lotta al virus si trasformi improvvisamente in una piacevole discesa? Ci viene difficile pensarlo ma senza dubbio si tratta di una speranza importante e non solo per il nostro Paese.

Da leggere