È morta la vera Biancaneve: addio alla ballerina Marge Champion – FOTO

Si chiamava Marge Champion ed è stata la prima, vera Biancaneve. Il suo contributo alla nascita di alcuni dei più importanti film Disney è stato enorme.

Marche Champion biancaneve
Marche Champion (Instagram)

Non sono in molti a saperlo ma, un tempo, gli animatori Disney erano quasi tutti uomini. Per questo motivo, quando si trovarono di fronte all’enorme problema di rendere realistici i movimenti di una ragazzina si trovarono in grande difficoltà. Era l’epoca in cui Disney stava lavorando al suo primo lungometraggio, quello che avrebbe dato il via al mito.

Come ondeggia una gonna? Quanto pesa un mantello? Come si muovono i piedi quando indossano scarpine col tacco? A tutte queste domande gli animatori Disney non avevano alcuna risposta: fu in quel preciso istante che a qualcuno venne l’idea di disegnare Biancaneve sulla figura di una ragazza in carne e ossa, che avrebbe dovuto essere giovane, elegante e leggiadra. 

A quel punto il destino di Marge Champion fu segnato: figlia di un padre ballerino e ballerina a sua volta, Marge fu la prima, l’unica, vera Biancaneve. Ai suoi movimenti si ispirano ancora tutte le ragazze che impersonano la principessa Disney nei parchi a tema di tutto il mondo.

Fu Biancaneve e la Fata Turchina: le foto di Marge Champion

biancaneve marge champion
(Instagram)

Marge Champion si è spenta a 101 anni nella sua casa di Los Angeles: alle spalle una lunghissima carriera fatta di enormi successi e di piccole (ma grandi) rivoluzioni.

“Nessuno di loro era una ragazza” aveva dichiarato nel 1998, commentando il motivo per cui, in quel lontanissimo 1936, venne chiamata a camminare, danzare e recitare davanti a uno stuolo di disegnatori, tutti uomini ed erano abituati a plasmare le espressioni e le movenze dei loro personaggi su quelle che loro stessi riproducevano allo specchio.

Comprendere che non si potesse animare una figura femminile senza chiedere il supporto artistico e tecnico di una donna, all’epoca, fu un enorme passo avanti sia per la Disney sia per le tecniche utilizzate nell’animazione cinematografica.

L’esperimento ebbe un tale successo che nel giro di pochissimi anni Marge Champion venne richiamata negli studi per contribuire alla creazione di altri due personaggi assolutamente memorabili ma che non potrebbero essere più diversi tra loro.

Il primo è la Fata Turchina di Pinocchio mentre l’altro è l’ippopotamo danzante di Fantasia. Entrambi i film vennero realizzati nell’arco del 1940, appena tre anni dopo l’uscita di Biancaneve nelle sale.

Allontanandosi ancora di più dal ruolo che l’aveva consacrata come musa ispiratrice, Marge recitò anche per aiutare gli animatori a realizzare la famosissima cicogna che portò Dumbo alla sua mamma.

A renderla assolutamente indimenticabile però rimane il ruolo di Biancaneve, che incantò generazioni e generazioni di bambine.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da dustin ardine (@dustinardine) in data:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da @dance_in_old_hollywood in data:

Marge recitò tutte le parti in cui Biancaneve era al centro della scena, non soltanto quelle in cui correva o si muoveva. Per questo motivo i movimenti del personaggio sono così leggiadri e coerenti in ogni scena.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Disney (@disney) in data:

Anche l’account ufficiale Instagram della Disney ha voluto rendere omaggio all’attrice e ballerina, l’unica, vera, inimitabile Biancaneve.