Gastrite: come contrastarla grazie all’alimentazione

La gastrite è purtroppo un problema molto comune, rende difficile la quotidianità, ma oggi scopriremo insieme come contrastarla soprattutto attraverso l’alimentazione.

Gastrite: come contrastarla grazie all'alimentazione
Gastrite: come contrastarla grazie all’alimentazione (Adobestock photo)

La digestione è il processo più importante per garantirci uno stato di buona salute e il piacere di consumare cibo in serenità. Scopriamo insieme cosa mangiare per riuscire a tenere a bada la gastrite.

Tieni a bada la gastrite così

La gastrite è un’infiammazione che si imbatte sulle pareti dello stomaco e può identificarsi secondo più livelli, dal più blando al più indicativo e grave. I sintomi più diffusi di gastrite sono sicuramente un bruciore di stomaco, una nausea, crampi e una catena di sintomi che riguardano l’apparato digerente. La gastrite può manifestarsi in due forme, una acuta e l’altra cronica a seconda della causa per la quale si scatena.

gastrite mal di stomaco
gastrite nervosa quali i sintomi istock

La forma acuta e purtroppo la più comune ed è spesso provocata da un abuso di alcolici o alimenti irritanti e che provocano stati di indigestione, più raramente può essere causata da ustioni e traumi di altro tipo. La gastrite cronica è invece causata da un batterio che vive all’interno del nostro stomaco e che, talvolta, può causare non pochi problemi, da non dimenticare poi la gastrite nervosa. 

Fondamentale è riuscire a focalizzare qual è la causa principale che provoca la gastrite. Nel caso della forma acuta le cause possono essere davvero tante. Da non sottovalutare infatti il fumo, lo stress, e l’uso di farmaci specifici. Ciò che gioca un ruolo fondamentale però è sicuramente l’alimentazione.

Gastrite: come contrastarla grazie all’alimentazione

È molto importante dedicarsi a una strutturazione dell’alimentazione settimanale ben ponderata. Buona pratica e scegliere cibi che aiutano a contrastare il problema della gastrite. Scopriamo insieme cosa è utile mangiare per riuscire a migliorare questo stato:

  • Come primi abbiamo frutta e verdura, ricchi entrambi di fibre, antiossidanti e sono da consumare in particolare i cavoli, i finocchi, carciofi, le banane, le patate e da evitare tutti gli agrumi a causa del loro alto grado di acidità.
  • Consigliatissime le carni bianche o il pesce molto magro cucinato mediante cotture semplici e con condimenti leggeri.

Pollo
Pollo (Adobe stock)

  • Abbiamo poi il latte, ricco di fermenti vivi, pro biotico, come anche lo yogurt per contrastare la gastrite e non solo, anche per potenziare le nostre difese immunitarie.
  • Preferire sempre i formaggi freschi a quelli stagionati come ad esempio la ricotta, il primo sale, e tutti formaggi leggeri spalmabili.

Latte (Adobestock photo)

  • Inoltre diamo largo spazio ai cereali integrali, i legumi, all’olio extravergine di oliva, alle cotture a vapore, o almeno al forno, e a tutti quei rimedi naturali che aiutano a rilassare il nostro tratto gastrointestinale come la camomilla, la liquirizia, la menta e così via.

dieta reflusso gastroesofageo
gastrite, IStock

Alimenti a evitare in caso di gastrite

Da evitare sono sicuramente gli alcolici e superalcolici, tutti i cibi ricchi di grassi e quindi che vanno a ledere una buona digestione, le spezie, i condimenti troppo grassi, il peperoncino, tutti vegetali acidi, sicuramente l’aceto, i prodotti affumicati, i formaggi stagionati, l’acqua frizzante e tutte le bibite gassate, il caffè e le bevande energizzante, tutti i cibi molto freddi, la cipolla e l’aglio e i cibi crudi o poco cotti.

Da leggere