Tiziano Ferro come Gabriel Garko: “Volevano avessi finte fidanzate”

Tiziano Ferro, intervistato dal dossier del Corriere della sera, ha rivelato che gli proposero, come Gabriel Garko, di avere finte fidanzate.

Tiziano Ferro lettera il corriere della sera
Tiziano Ferro (Screen)

Tiziano Ferro, in occasione del lancio del suo primo documentario disponibile su Amazon Prime, ha scelto di concedere un’intervista a Sette, dossier de Il Corriere della Sera.

Il cantante di Latina, tra una confessione e l’altra, e dopo aver rivelato di essere stato un alcolista, è tornato a svelare nuovi retroscena riguardanti la sua vita privata. Non è di certo un mistero che Tiziano qualche anno fa abbia fatto coming out come persona omosessuale, ma prima di ora non si era mai sbilanciato in merito a che abbia reagito la sua casa discografica in merito a questa rivelazione.

Purtroppo la risposta non è così difficile da immaginare, in quanto, proprio come è successo a Gabriel Garko, gli fu proposto di prendere in giro il pubblico, presentandosi agli eventi più importanti del firmamento con ragazze famose che avrebbero avuto il compito di fingersi le sue compagne.

A Tiziano Ferro sono state proposte finte fidanzate, ma lui ha preferito non prendere in giro il proprio pubblico evitando di parlare, fino al coming out, della sua vita sentimentale.

Tiziano Ferro: clamoroso retroscena sulla sua casa discografica

Tiziano Ferro
Tzn (Instagram)

Tiziano Ferro ha svelato che questo particolare della sua vita si è rivelato essere un problema per i suoi discografici, che in ogni modo hanno provato ad ostacolarlo nel fare coming out con il suo pubblico, ma non solo. Addirittura i responsabili del territorio francese gli avrebbero imposto un dress code da seguire, che riguardava la scelta di indossare abiti associati esclusivamente al genere maschile.

“Dopo il mio complicato rapporto con il cibo ed il corpo, era spuntato un altro grosso problema per loro” ha esordito il cantante, che si è ritrovato a vivere lo stesso dramma di Gabriel Garko, che ha rivelato di non voler più apparire in tv. “Si parlare di me come in quanto persona omosessuale e questo non gli andava assolutamente bene” ha spiegato Tiziano.

“Resto senza parole quando mi accorgo che il problema non riguardava soltanto me, ma anche molti altri” ha proseguito. Scelgo di non mentire, non voglio finte fidanzate al mio fianco ammette. “Addirittura la mia casa discografica francese mi imponeva, quando mi trovavo a Parigi per la promozione della mia musica, un dress code con codici più maschili” ha proseguito amaro. “Ma la verità mi ha reso libero e mi sono avvicinato ancora di più al mio pubblico” ha concluso.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

“L’alcolismo ti guarda appassire in solitudine, mentre sorridi di fronte a tutti. Forse piangevo perché mi toglievo la vita ogni giorno. Forse era il dolore nel morire una, due, trecento volte. Potevo pensare quello che volevo, ma quello strazio, quel tormento non generavano niente, era solo disastro. Ed è stato quando l’ho capito che è nata la mia voglia di risalire, da lì o da una delle altre decine di volte simili a quella”. Una vita insieme.Senza filtri. Il mio articolo domani su @7corriere . Il documentario, dal 6 novembre solo su Prime Video @primevideoit — “Alcoholism watches as you shrivel up in solitude, while you smile at everyone. Maybe I cried because I was killing myself every day. Maybe I felt the pain in dying one, two, three hundred times. I could imagine whatever I wanted, but that torture, that torment led nowhere, it was only disastrous. My desire to resurface was born from that understanding, from that moment or from the many similar ones”. A life together, with no filters. Always. . The documentary, November 6th only on Prime Video (worldwide). ▶️ tomorrow @primevideoit — “El alcoholismo ve cómo te marchitas en soledad mientras sonríes delante de todos. Quizá lloraba porque me quitaba la vida día tras día. Quizás era el dolor de morir una, dos, trescientas veces. Podía pensar lo que quisiera, pero ese suplicio, ese tormento no generaba nada, era solo un desastre. Y fue al entenderlo cuando nació mi deseo de remontar. De salir de allí o de una de las tantas veces parecidas a esa”. Toda la vida juntos, sin filtros. Como siempre. . El documental, desde el 6 de noviembre solo en Prime Video (en todo el mundo) Artículo en español ▶️ mañana @primevideoit #primevideo # ferro

Un post condiviso da Tiziano Ferro (@tizianoferro) in data:

Tiziano Ferro ha vissuto lo stesso dramma di Gabriel Garko, ma anche lui ha scelto di affidarsi alla verità e non di mettere in scena teatrini che non hanno senso di esistere.

Da leggere