Campania scuole chiuse: maestro fa lezione dal balcone e diventa virale

Succede a Napoli, in Campania dove le scuole sono chiuse. Un maestro di scuola elementare prova la DAB Didattica Al Balcone: diventa virale.

campania scuole chiuse
La Didattica Al Balcone, il progetto di Tonino Stornaiuolo (foto: profilo ufficiale Facebook)

In tempo di Covid-19 non ci sono solo storie tristi.

Quello che è accaduto in questi giorni a Napoli, infatti, strappa un sorriso ed, al contempo, fa riflettere.

Un maestro di scuola elementare ha deciso di trovare un modo per stare vicino ai suoi piccoli studenti e, nel farlo, ha raggiunto la popolarità online.

Campania, scuole chiuse: il maestro legge Rodari dalla strada

… Vengo ora stanco ma super carico, dalla giornata di Dab (didattica ai balconi)…
…la bellezza di vedere i bambini…

Pubblicato da Tonino Stornaiuolo su Lunedì 19 ottobre 2020

Un gesto veramente bellissimo quello del maestro Tonino Stornaiuolo.

L’uomo, diventato in pochissimo tempo una star dell’internet con il suo gesto, ha deciso di “aggirare” il divieto di fare lezione in presenza in aula.
Ma, è importante notare, che il maestro non ha preso la decisione di sbeffeggiare l’ordinanza fatta da Vincenzo De Luca per la scuola a Napoli.
In altre zone d’Italia, invece, alcuni gestori di locali hanno decisamente preso in giro le regole del nuovo DPCM.

La decisione, infatti, è stata intelligente ed accorata: l’insegnante si è recato sotto casa degli alunni ed ha ripreso la lezione dove l’avevano lasciata i giorni precedenti.

In un post di Facebook, precedente a quello diventato virale, il maestro aveva annunciato:

Domani in Campania partirà la Dad. Io e i bambini delle classi proveremo invece la DAB – didattica ai balconi. Passerò sotto i balconi, i palazzi, le strade, le case, i vicoli di ognuno di loro e continuerò quello che avevamo lasciato sospeso in classe : leggere Rodari e partire da quei testi per dare una consegna.
In questi tempi difficili, dove la situazione è seria, il tempo di incertezza e paura la fa da padrone.
Lasciamo sperare e credere ai bambini che nel rispetto di ogni regola, piccoli gesti di condivisione sono ancora possibili.

Insomma, l’idea ha riscosso veramente un grande successo. Il maestro ha poi condiviso il risultato su Facebook, parlando di quanto lo avesse commosso vedere i piccoli alunni.

Chi ha potuto partecipare alla lezione, infatti, si è affacciato al balcone, alla porta o alla finestra debitamente distanziato.
Tutti indossavano la mascherina ed hanno seguito le parole del maestro in religioso silenzioso.
Tra gli alunni è spuntato anche qualche scolaro… piuttosto cresciuto!
Il quartiere intero, infatti, si è precipitato ad ascoltare la lezione mentre il maestro Stornaiuolo leggeva e commentava alcuni brani di Gianni Rodari.
Tutti, però, hanno mantenuto la distanza di sicurezza e rispettato le disposizioni del DPCM.

Una bellissima lezione, non solo dal maestro ma anche dai suoi alunni ci arriva quindi dai Quartieri Spagnoli di Napoli: quella della civiltà.

Tonino Stornaiuolo, adesso, ha proprio bisogno di una pausa: sempre su Facebook, infatti, ha confidato ai suoi follower, improvvisamente aumentati, che staccherà dai social per almeno qualche ora.
Il suo successo, infatti, è stato veramente dirompente: giornali, interviste, messaggi su Whatsapp. Il bravissimo maestro è stato letteralmente sommerso.

In più pare che anche il team della ministra Azzolina sia riuscita ad entrare in contatto con lui, reperendo il suo numero telefonico e chiamandolo per congratularsi.

Una bella soddisfazione personale per l’insegnante che però, adesso, sostiene di aver bisogno di riprendersi da questo imprevisto bagno di fama.

Dalle parole di Tonino Stornaiuolo, comunque, si evince un grande senso di civiltà e positività.
Il maestro, infatti, ha dichiarato sempre sul suo profilo Facebook:

In questi tempi difficili, dove la situazione è seria, il tempo di incertezza e paura la fa da padrone.
Lasciamo sperare e credere ai bambini che nel rispetto di ogni regola, piccoli gesti di condivisione sono ancora possibili.
A distanza, mascherati, da soli, ma nulla è perduto.
È un tempo difficile, facciamo di necessità virtù.

campania scuole chiuse
scuole vuote in Campania (fonte: Pixabay)
Parole, queste, veramente bellissime e d’incoraggiamento.
Di certo il maestro Stornaiuolo non è l’unico buon esempio di maestro illuminato in Italia: anche in Puglia, infatti, per continuare a fare lezione ai bambini si è scelto di… andare al mare!
Di buoni esempi, dunque, per fortuna siamo pieni.
Meglio celebrare ed omaggiare i professori e le persone che, ogni giorno, s’impegnano per svolgere il loro lavoro in maniera creativa aiutando tutta la comunità.
Non vogliamo più leggere casi come quello del maestro che alzava le mani sui suoi bambini: ma solo di altri insegnanti meravigliosi come Tonino Stornaiuolo!