Tre spuntini sbagliati e da non fare mai

Scopri quali sono gli spuntini che non andrebbero mai fatti e quali sono le possibili alternative tra le quali scegliere.

spuntini sbagliati
donna con patatine – Fonte: Adobe Stock

È risaputo che una corretta alimentazione è composta generalmente da almeno cinque pasti al giorno. Escludendo la colazione, il pranzo e la cena, gli altri due pasti sono gli spuntini. Riempitivi che servono a non arrivare affamati ai pasti principali e a mantenere la glicemia nei giusti livelli. In base allo stile di vita e all’orario in cui ci si alza e si va a dormire, questi possono essere inseriti a metà mattina e al pomeriggio o a metà mattina e alla sera, prima di andare a dormire.

In ogni caso è molto importante scegliere gli alimenti giusti. La maggior parte delle persone tende infatti a fare spuntini sbagliati che alla lunga possono portare ad innalzare i livelli di glicemia nel sangue o a far prendere peso. Scopriamo quindi quali sono gli spuntini che non andrebbero mai fatti.

Gli spuntini da evitare assolutamente

Spezza fame
Donna che tiene in mano dei dolcetti – Fonte: IstockPhotos

Lo scopo principale degli spuntini, come già detto, è quello di placare il senso di fame e di mantenere stabili gli zuccheri nel sangue. Si tratta inoltre di ottimo modo per non arrivare affamati all’ora di pranzo (a tal proposito, scopri quali sono i tre cibi da non mangiare mai a pranzo). Al contempo sono utili per dare energia all’organismo o, se fatti la sera prima di andare a dormire, a fornire all’organismo il giusto apporto di energie spendibili durante le ore notturne.

Affinché ciò avvenga è però indispensabile evitare alcuni spuntini scelti molto spesso ed invece decisamente sbagliati.

Donna che beve il succo di frutta Fonte: IstockPhotos

Il succo di frutta. Un’abitudine del tutto errata è quella di scegliere il succo di frutta come spuntino. Si tratta infatti di un alimento ricco di zuccheri e povero di fibre. Il risultato quando lo si beve è quindi quello di innalzare il livello di zuccheri nel sangue. Ciò alla lunga può portare a prendere peso e ad avere valori sballati con la glicemia. Inoltre gli zuccheri, specie se assunti da soli e senza i giusto apporto di proteine, grassi e fibre, risultano deleteri anche per il colesterolo che tende ad innalzarsi. Si tratta quindi di una scelta da evitare o, se proprio non se ne può fare a meno, da associare sempre ad una buona fonte di proteine e grassi. L’ideale? Una porzione di emmenthal o di parmigiano.

Patatine – Fonte: Adobe stock

Lo snack salato. Spesso, specie quando si è al lavoro o di corsa, si tende a prendere uno snack salato dal distribuitore o dalla dispensa. Questi, però, oltre ad essere ricchi di alimenti elaborati, contengono diversi carboidrati e grassi saturi. Il rischio è quindi quello di non saziarsi o, di appesantirsi. In ogni caso si tratta di scelte poco sane che sarebbe meglio evitare. Ovviamente, la stessa cosa vale anche per tranci di pizza, tramezzini e alimenti freschi ma ricchi di ingredienti poco salubri.

barretta
Donna che mangia una barretta – Fonte: iStock photo

La barretta light. Ebbene si, a sorpresa per molti, anche la barretta dietetica non è una buona scelta. In genere infatti, pur vantando poche calorie, si tratta di un alimento ricco in carboidrati e zuccheri e a volte anche con diversi grassi saturi. Il risultato è quello di non saziare, di innalzare la glicemia e di portare a prendere peso. Se proprio si deve optare per una barretta, meglio sceglierne una proteica. Forse avrà qualche caloria in più ma sarà sicuramente più bilanciata e meno nociva per l’organismo.

Gli spuntini giusti da fare

Fonte: Istock

Visti gli spuntini che sarebbe sempre meglio evitare, passiamo ora a scoprire quali sono invece quelli ideali per saziarsi con gusto e magari aiutare sia la linea che la forma fisica in generale.

Un piccolo panino integrale con formaggio e affettato di tacchino. Se si ha modo di portarsi lo spuntino da casa si può optare per un piccolo panino integrale da farcire con formaggio magro e affettato di tacchino. Ci si sazierà, si soddisferà la voglia di salato e ci si garantirà almeno altre due ore di sazietà e tutto senza incidere in alcun modo sulla linea.

Uno yogurt greco con polpa di banana. Se si ha voglia di qualcosa di dolce si può optare per uno yogurt greco al quale mescolare della polpa di banana. Ci si sazierà con gusto, soddisfacendo la voglia di dolce in modo naturale. E se si desidera qualcosa da bere, si può sempre frullare il tutto aggiungendo un pizzico di latte per renderlo più fluido e sorseggiarlo durante la pausa o, se si è troppo impegnati, mentre si lavora.

Una manciata di frutta secca. Se manca poco all’ora del pranzo o della cena ma si ha un senso di fame da colmare, una manciata di frutta secca sarà il modo più semplice. Tra noci, pistacchi e mandorle la scelta è varia e grazie agli Omega 3 presenti (sopratutto nelle noci) anche salutare.

Fette di mela e crema di arachidi. Un’altra opzione valida è quella di mangiare una mela, ricca di fibre con della crema di arachidi. Questa dovrà essere però a base di sole arachidi (in realtà vanno bene anche altri tipi di frutta secca) e ovviamente senza zucchero. Un’alternativa simpatica è quella di eliminare il torsolo della mela e tagliarla a fette larghe e farcirla con la crema di arachidi come se fosse un panino.

Un succo d’arancia fresco ed un pezzo di formaggio. Questa è una scelta utile per chi si trova a condividere l’aperitivo con i colleghi. Un modo per non restare del tutto a digiuno e per mangiare qualcosa che sia bilanciato e sano.

Spuntino post workout
Donna che mangia una mela – Fonte: Istock photo

Imparare a scegliere gli spuntini giusti è un buon modo per restare in salute e prendersi cura della linea in modo puntuale e attento. Una scelta che nel tempo ripaga con i risultati sia da un punto di vista fisico che mentale.

Da leggere