Lombardia, Fontana: “test antigenici rapidi in 15 minuti nelle scuole”

Lombardia, per studenti con sintomi e compagni di classe, test antigenici nasofaringei rapidi e esito in 15 minuti.
Congedo per figli in quarantena come funziona chi può richiederlo
Adobe Stock

È iniziata, in alcune scuole di Milano e dei territori di riferimento delle Ats della Brianza e Insubria, la sperimentazione dei tamponi antigenici rapidi il cui esito si ottiene in circa 15 minuti. 

La comunicazione ufficiale del presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana.

Una sperimentazione: al via i test antigenici da 15 minuti.

studio coronavirus
Foto da Pixabay

Nella nota di oggi del Presidente della regione Lombardia – che ricordiamo è la regione più colpita dalla pandemia secondo i dati odierni – Fontana ha espresso l’intenzione di individuare e isolare velocemente tutti i potenziali casi positivi in una fase di particolare incremento della diffusione dei contagi”.

Si tratterebbe di una sperimentazione nelle zone di Milano, Brianza e Insubria.

Per Milano, il progetto dei test antigienici rapidi coinvolgerà per la città di Milano 14 istituti scolastici ed è condotta dal personale della Clinica pediatrica dell’Asst Fatebenefratelli-Sacco, diretta da Gian Felice Zuccotti, in collaborazione con Ats Milano, l’Università degli studi di Milano e con il Supporto dell’Ufficio Scolastico Regionale.

Invece per quanto concerne la Brianza, il progetto sperimentale di Ats Brianza riguarderà gli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado con manifestazione di sintomi a scuola (scuole dei Comuni di Carate Brianza, Besana Brianza e Seregno), il personale docente/non docente afferente alle scuole di ogni ordine e grado e ai servizi educativi dell’infanzia con manifestazione di sintomi a scuola o in ambito domiciliare (scuole dei Comuni di Carate Brianza, Besana Brianza e Seregno).

“Il progetto – ha precisato l’assessore al Welfare Giulio Gallera della Lombardia – prevede l’esecuzione di tampone nasofaringeo antigenico nei soggetti sintomatici all’interno dell’istituto.

In caso di positività, il test rapido e quello molecolare standard verranno estesi a tutti i compagni di classe.

Analoga sarà l’attività sperimentale ancora in fase di programmazione e attuazione da parte di Ats Insubria in particolare nei pronto soccorso dell’Asst Lariana e Valle Olona al fine di velocizzare l’individuazione dei casi positivi.

“Entro i prossimi dieci giorni – ha aggiunto Gallera – arriveranno in Lombardia 1,2 milioni di test antigenici rapidi che la Regione ha acquistato recentemente e che saranno utilizzati nel settore scolastico, nei Pronto soccorso e sul territorio”.