Pensiero positivo: perché a volte non funziona e cosa fare

Il pensiero positivo è un’arma che abbiamo per vivere al meglio la nostra vita. A volte, però, sembra non funzionare. Scopri da cosa dipende e come risolvere il problema.

pensiero positivo perché non funziona sempre
donna pensierosa – Fonte: Adobe Stock

In queste settimane abbiamo parlato del pensiero positivo, cercando di apprenderne i benefici e di capire quali sono i passi giusti da compiere per metterlo in pratica. Tra le altre cose, abbiamo visto perché funziona e quali sono i meccanismi che si mettono in atto quando ciò avviene.

È giunto però il momento di considerare la cosa anche da un altra prospettiva. E cioè da quella di chi sostiene che pur avendolo messo in pratica non ha visto alcun risultato. Il pensiero positivo, infatti, non funziona sempre perché a volte si mettono di mezzo ostacoli che rendono il percorso più difficile. Scopriamo quali sono e come ci si dovrebbe comportare per cambiare le cose.

Pensiero positivo: perché a volte non funziona

tre modi per placare le emozioni negative
smile sorridente sopra tanti smile tristi – Fonte foto: Istock

Quando si parla di pensiero positivo le opinioni a riguardo sono diverse e spesso in contraddizione tra loro. A riassumere il tutto ci sono due scuole di pensiero, un che inneggia in modo assoluto questo modo di essere e l’altra che, invece, lo considera sbagliato ed inefficace.

Tra queste, ovviamente esiste anche una sana via di mezzo, quella fatta di tante sfumature tutte a loro modo importanti. Perché se c’è una cosa che molti ancora tendono a sbagliare quando si parla di pensiero positivo è il convincersi che si tratti di un modo di vedere la vita sempre e solo attraverso delle lenti rosa. Una situazione che quando si avvera rende il tutto davvero poco efficace.

Pensare in positivo, infatti, non significa dimenticare gli aspetti difficili o negativi della vita ma imparare a contrastarli ponendosi in modo aperto e costruttivo.

Quando si parla di pensiero positivo che non funziona, quindi, la causa è data dal voler vedere tutto rosa anche quando non lo è. Una situazione che rende il pensiero positivo più difficile e spesso persino deleterio e tutto per pochi ma importanti motivi.

Vedere tutto rosa rende incapaci di reagire alle avversità. Abituarsi al pensiero che tutto deve essere sempre rose e fiori, porta ad una situazione in cui scoprire che qualcosa non va viene preso come un affronto. Una sorta di segnale dell’universo che si sta sbagliando tutto. Ciò porta a crollare di colpo, perdendo la capacità di vedere le cose in modo costruttivo e rendendo il pensiero positivo del tutto vano.

Ci si crogiola nell’attesa. Spesso ci sono persone convinte che il solo pensare positivo sia sufficiente a raggiungere i loro propositi. Ciò ovviamente non è vero e, anzi, può creare non pochi ostacoli alla realizzazione dei vari progetti. Pensare positivo deve essere uno spin a fare di più e a farlo con una buona dose di energie alle spalle. Fermarsi in attesa di vedere dei frutti anti da semi mai piantati è solo un’utopia messa in pratica da chi non ha ben compreso cosa sia davvero il pensiero positivo.

Si diventa vulnerabili davanti alle avversità. Se pensare in modo positivo è una chiave in grado di portare a tante porte da aprire, anche attrezzarsi per delle serrature inceppate lo è. Chi pensa che la sola chiave sia tutto, finirà quindi con il bloccarsi alla prima porta che pone resistenza. E ciò, porta solitamente chi ha questo modo di agire, a perdere la voglia di andare avanti ponendo così fine al suo modo di pensare positivo. Un atteggiamento sbagliato che distorce del tutto quello alla base del pensiero positivo e che crea a delle sconfitte brucianti e indubbiamente demotivanti.

Riassumendo il tutto, quindi, quando il pensiero positivo non funziona, molto probabilmente è perché lo si sta applicando nel modo sbagliato. Un problema che si può risolvere semplicemente cambiando modo di vivere il tutto e seguendo i tanti passi utili per il pensiero positivo senza mai dimenticare che una buona dose di realismo è indispensabile per vivere al meglio la vita.

Pensiero positivo: le regole da non dimenticare

pensiero positivo perché funziona
cartello con su scritto pensiero positivo – Fonte: Adobe Stock

Al fine di non commettere l’errore di confondere il pensare posito con lo smettere di accettare e vivere anche i momenti difficili della vita, ecco le regole da ricordarsi sempre e da applicare al proprio modo di pensare e di agire.

Evitare gli estremismi. Se vedere tutto in negativo non va bene, lo stesso si può dire per ciò che riguarda le cose in positivo. Quando avviene qualcosa di spiacevole, fingere di non vederla è infatti più deleterio. Ciò che serve davvero è comprenderla, accettarla e metabolizzarla. Solo così si potrà trovare un piano d’azione volto a migliorare le cose. E tutto senza perdere di vista gli aspetti negativi.

Accettare di sentirsi giù di morale. Pensare che il pensiero positivo implichi il dover sempre essere carichi come delle molle è un altro grande errore che spesso porta a non ottenere benefici. Il dolore esiste ed è più che giusto viverlo quando si prova. Davanti ad una delusione, una perdita o una sconfitta, dirsi da subito che va tutto bene è una bugia che fa più male che bene. Questa, infatti, porta sopratutto a mentirsi e a nascondere ciò che si prova. La via più sana è sempre quella di accettare le proprie emozioni, interrogarsi a riguardo e viverle sapendo che prima o poi si starà meglio. Piano piano ci si sentirà sempre più pronti a trovare una soluzione o ad andare avanti. Ed è in questo frangente (e non prima) che il pensiero positivo sarà davvero attuabile.

Imparare ad essere realisti. Infine, va messo da parte il pensiero secondo cui per pensare positivo bisogna essere sempre ottimisti su tutto. Questo infatti, rischia di far perdere l’importantissima capacità di giudizio che tante volte aiuta ad evitare fregature o ostacoli di vario tipo. Se qualcosa non torna, è sempre giusto vederla per quello che è. Sarà solo vedendola e analizzandola che il pensiero positivo sarà davvero costruttivo perché aiuterà ad arginare un ostacolo che se non visto potrebbe essere preso in pieno distruggendo ogni cosa.

piante benefici salute
Photo Adobe Stock

Spesso la soluzione sta nel muoversi sempre a piccoli passi, imparando a fidarsi di se stessi e delle proprie sensazioni. È solo in questo modo che il pensiero positivo sarà davvero applicabile, mostrando finalmente come può funzionare bene se vissuto e messo in pratica nel modo corretto.

Da leggere