Febbre nel neonato: cosa è, le cause, i sintomi e le cure

La febbre nel neonato non è un evento raro ma per fortuna facilmente affrontabile con la supervisione medica. Scopriamo quali possono essere le cause e le possibili cure. 

Febbre nel neonato cosa è sintomi cura
Adobe Stock

Anche i neonati possono andare incontro alla febbre e non senza molta apprensione da parte dei genitori. Ricordando che con una febbre riscontrata in un bambino appena nato va immediatamente allertato il medico pediatra che valuterà o meno il trasporto del bimbo presso un pronto soccorso pediatrico, ecco alcune informazioni di base e consigli divulgati dagli esperti dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù.

La febbre può essere sintomo di un’infezione o anche frutto di un ambiente o di abbigliamento troppo caldi. Scopriamo quali possono essere le cause principali delle febbre in un bambino appena nato e cosa fare.

Febbre nel neonato : cosa è

La febbre è in generale una risposta immunitaria dell’organismo all’azione di virus e batteri  ed è caratterizzata da un‘innalzamento della temperatura corporea oltre i valori considerati normali. Si può parlare di febbre quando la temperatura rettale supera i 38.5°C e quella cutanea i 38.00°C.

Febbre nel neonato: quali possono essere le cause

Febbre ne neonato cause
Adobe Stock

La Febbre in un neonato può comparire banalmente se un bimbo si trova in un ambiente eccessivamente riscaldato o se coperto in modo importante, ma anche in seguito all’azione di una malattia infettiva. In ogni caso la prima cosa da fare sarà quella di consultare il medico pediatra per un’attenta e tempestiva valutazione.

Febbre nel neonato: quali sono i sintomi principali

Febbre nel neonato quali sono i sintomi
Pixabay

I sintomi principali della febbre, sono temperatura elevata oltre i 38°C rilevabile sia sotto l’ascella che per via rettale, pallore, viso cianotico, mucose pallide, problemi respiratori, affaticamento, tono muscolare ridotto, inappetenza, vomito e in generale una scarsa reattività agli stimoli.

Febbre nel neonato: come si cura

Febbre nel neonato cure
Pixabay

Se un neonato presenta febbre, la prima cosa da fare è consultare il medico pediatra ed eventualmente condurlo presso il primo pronto soccorso pediatrico più vicino senza coprirlo eccessivamente, poi come sottolineato dagli esperti dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù:

“Il farmaco antifebbrile solitamente utilizzato in epoca neonatale è il Paracetamolo, in grado di attivare un meccanismo biochimico che favorisce la dispersione del calore e di esercitare un effetto antinfiammatorio ed antidolorifico. La sua somministrazione è raccomandata per temperature superiori a 38.5°C, in quanto di per sé la febbre rappresenta un meccanismo di difesa in quanto rende l’organismo un ambiente sfavorevole per la sopravvivenza e per la moltiplicazione di eventuali germi. A seconda del quadro clinico potrebbe inoltre essere necessaria la somministrazione di una terapia antibiotica in ambiente ospedaliero. Se il neonato è allattato al seno, è importante che l’allattamento venga proseguito con costanza, poiché il latte materno conferisce un’importante protezione immunitaria. È inoltre fondamentale garantire un’accurata igiene delle mani di tutti coloro che hanno contatto con il neonato per evitare la diffusione dei germi”

Febbre nel neonato c
Pixabay

Quindi se un neonato presenta febbre alta sarà essenziale mantenere la calma e contattare immediatamente un medico come in caso di ogni malanno stagionale, come ad esempio la tosse. 

Fonte: ospedalebambinogesu.it

 

Da leggere