Coronavirus in Italia: dati sui positivi aggiornati al 15 Ottobre

asintomatici no contagiosi oms chiarisce
Adobe Stock

Continuano a salire in maniera vertiginosa i casi di Coronavirus in Italia: oltre il migliaio per Piemonte e Campania. Prima ancora una volta la Lombardia.

asintomatici no contagiosi oms chiarisce
Adobe Stock

La Lombardia continua a detenere il triste primato di regione italiana più colpita dalla pandemia anche nel corso di quella che ormai è considerabile a tutti gli effetti una seconda ondata di contagi. Oltre 2000 nuovi casi stanno mettendo a dura prova la già difficile situazione degli ospedali, che ormai stanno vendendo la saturazione dei reparti di terapia intensiva.

Subito dopo la Lombardia si posiziona la Campania, con un numero di nuovi contagi registrati che supera i 1100. Al terzo posto il Piemonte, con 1033 casi.

Ancora una volta Basilicata e Molise si mantengono nel margine basso della classifica, con poco più di 30 nuovi positivi individuati nelle ultime 24 ore.

Rimane preoccupante la situazione del Veneto, con altri 600 casi da dover gestire nei prossimi giorni.

positivi coronavirus 15 ottobre

Le nuove misure emanate dal Governo in termini di limitazioni alla movida serale si spingono nella direzione di voler minimizzare i contatti pericolosi e potenzialmente portatori di contagio che si concentrano nelle ore serali e in concomitanza con il consumo di alcool.

Rimane di fondamentale importanza l’osservanza dell’obbligo di indossare la mascherina all’aperto in qualsiasi ora del giorno e in qualsiasi situazione, soprattutto sui mezzi pubblici e nei luoghi affollati e chiusi.

Pochi giorni fa il governo ha ribadito quali sono le armi ancora a disposizione degli italiani per combattere la seconda nuova ondata, armi che dovrebbero essere ormai familiari ma che purtroppo non tutti applicano ancora con la stessa puntualità.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Ministero della Salute (@ministerosalute) in data:

Fortunatamente l’applicazione Immuni è stata scaricata da un gran numero di italiani nel corso delle ultime settimane, e questo potrebbe rendere finalmente operativo ed efficiente il sistema di tracciamento dei casi che permetterà di non estendere l’isolamento e la quarantena a un numero indiscriminato di persone ma di tenere in isolamento solo coloro che ne hanno davvero bisogno.