Convivenza: come aver cura del partner

0
229

Quando si vive insieme, uno degli aspetti più importanti è il rispetto reciproco. Scopriamo insieme come e perché è importante aver cura del partner e delle sue cose.

aver cura del partner
coppia felice – Fonte: Adobe Stock

Avete scelto di andare a vivere insieme ed ora vi trovate finalmente alle prese con una casa da sistemare e rendere il più possibile vostra. Per farlo nel modo giusto, però, è indispensabile prendere in considerazione alcuni aspetti davvero importanti che riguardano in modo particolare il partner.

Vivere in due, porta infatti a venirsi incontro su tante piccole cose come l’arredamento, la scelta di come disporre mobili e oggetti e lo spazio da riservare a quelli dell’altra persona. Nel farlo si dovrebbe sempre cercare di non escludere l’altro. La casa deve infatti rappresentare la coppia e non solo uno dei due. E ciò vale anche se in fatto di gusti c’è qualcuno che ne ha di migliori dell’altro.

Dopotutto si parla di creare un microcosmo nel quale sentirsi entrambi a proprio agio e, appunto, a casa. Motivo per cui parlarsi e venirsi incontro in modo equo è sicuramente la scelta più saggia da fare. E visto che non è sempre facile come si pensa, oggi scopriremo quali sono i passi da compiere per imparare ad aver cura del partner anche all’interno della convivenza.

Come rispettare il partner ed i suoi spazi quando si va a convivere

convivenza
Coppia che fa colazione insieme – Fonte: Adobe Stock

La scelta di vivere insieme è un momento importante per la coppia che inizia a consolidare il rapporto facendolo progredire. Convivere significa infatti condividere gli stessi spazi, le bollette da pagare, il tempo libero e i momenti importanti della vita a due. Ci si trova a dar vita ad un microcosmo nel quale la coppia prende forma in modi diversi. E ciò può avere sia aspetti positivi che negativi.

Per far si che tutto fili liscio e che le cose vadano nel migliore dei modi è importante partire con il piede giusto e farlo in due. Questo significa aver rispetto del partner e dei suoi spazi personali. Cosa non sempre semplice da fare e per la quale può essere utile impegnarsi in modo da non sbagliare.

Avere rispetto per le sue cose. Il primo aspetto da non sottovalutare mai nella convivenza è il rispetto per le cose del partner. Che si tratti di oggetti che appaiono futili, di vecchie felpe o di mobili che non si desidera avere in casa, prima di imporsi è sempre bene cercare di capire le sue motivazioni. Dopotutto basta pensare a come ci si sentirebbe se non si potesse tenere in casa qualcosa che si ma in modo particolare, solo perché non piace all’altra persona. Ciò che conta è parlare, trovare un punto di incontro e mettere insieme le esigenze di entrambi. In questo modo, capire cosa eliminare e dove posizionare gli oggetti di entrambi, sarà più facile e non porterà ad inutili tensioni.

Non denigrare ciò che gli piace. Può capitare che ci siano cose che l’altra persona porta in casa e che non piacciono in alcun modo. Prima di denigrarle, però, sarebbe meglio cercare di capire l’eventuale legame affettivo e da cosa ha origine. In questo modo si potrà stabilire un dialogo più sincero e costruttivo, perfetto per comprendersi al meglio e per prendere insieme le decisioni riguardanti la casa che si ha in comune.

Aver rispetto dei suoi spazi. Quando si vive insieme può essere difficile comprendere e definire i limiti degli spazi personali. La voglia iniziale è infatti quella di condividere quanto più tempo (e spazio) possibile insieme. Eppure, lo spazio personale, quello in cui rifugiarsi quando si è stanchi o si sente il bisogno di riflettere, è qualcosa di altrettanto importante. E per questo motivo andrebbe sempre rispettato. Che si tratti di un angolo dove desidera stare tranquillo ogni tanto, di qualche ora davanti alla play o del momento da dedicare alla lettura, è importante aver rispetto dei suoi spazi. Cosa che ovviamente dovrà essere reciproca. Un buon modo per iniziare nel modo giusto? Definirli da subito, parlarne per capirsi meglio e magari arredare la propria casa in modo da contenere spazio a sufficienza per entrambi. In questo modo le attività in solitaria di uno non interferiranno con quelle dell’altro.

Gestire insieme gli spazi comuni. Aver rispetto dell’altro significa anche decidere insieme come organizzare gli spazi in comune. Che si tratti del bagno, del mobile della dispensa o della libreria in soggiorno, ora che si è in due non si può pensare di organizzare le cose come prima. È chiaro che dovrà esserci un cambiamento e che questo comporterà una sorta di fusione tra il mondo di uno e quello dell’altra. Una cosa che se ben fatta può risultare addirittura divertente ed arricchente per entrambi.

Parlare sempre di ciò che non va. Come sempre, migliorare il dialogo è l’aspetto che conta di più e che fa la differenza tra una relazione che funziona ed una che va a tentoni. Parlare insieme di eventuali cose che non piacciono e cercare un punto d’incontro è sempre la via migliore per rendere la convivenza un’oasi di pace invece che un campo di battaglia. In questo modo, inoltre, si potrà crescere insieme e conoscersi sempre più a fondo. Aspetto molto importante per la vita di coppia.

coppia attrazione
Coppia felice – Photo Adobe Stock

Porre attenzione su questi aspetti non è poi così difficile ma può fare la differenza e rendere la coppia più solida ed affiatata che mai. Un modo perfetto per avviare la vita a due in modo armonico e costruttivo. Esattamente ciò che serve per vivere al meglio la storia d’amore senza che divergenze o abitudini che ci si porta dietro da sempre possano rovinare le cose.