Clio Make Up risponde allo scandalo correttore: polemica chiusa?

0
353

Clio Make Up è stata coinvolta per la prima volta in un vero e proprio episodio di hating per il cosiddetto “scandalo correttore”: la sua risposta arriva su Instagram.

Clio make up parto
Clio Make Up (Fonte: Instagram)

Per due anni Clio Zammatteo aveva lavorato alla formulazione di un prodotto perfetto per soddisfare le esigenze della maggior parte delle sue clienti: un correttore in grado di coprire bene le occhiaie e donare al viso un aspetto fresco e leggero.

A causa delle grandi aspettative che Clio aveva riversato su questo prodotto, la fase della sua produzione è durata molto a lungo ed è stata data particolare enfasi anche al suo lancio commerciale, per il quale sono state spese moltissime energie pubblicitarie (ed emotive).

Com’è facile immaginare, uno delle caratteristiche più importanti di un correttore è la varietà di sfumature con cui viene proposto alla vendita. Clio ha messo a punto 14 shades di Oh My Love, eppure non sono bastate a soddisfare le pretese dei social.

Proprio via social si è riversata su Clio una tempesta di odio completamente inaspettata: l’accusa nei confronti della famosa make up artist è di aver creato un prodotto assolutamente non inclusivo, che non tenesse in conto cioè le necessità delle donne di carnagione molto scura, alle quali è dedicato un numero piuttosto limitato di prodotti.

La risposta di Clio è arrivata nelle scorse ore ed è stata allo stesso tempo molto educata ed estremamente chiarificatrice.

Clio Make Up e lo scandalo correttore nato solo dall’odio

Clio Make up polemica
Clio Make Up (Instagram)

Le accusa nei confronti di Clio sono state estremamente dolorose per la make up artist, dal momento che sono arrivate in un momento di estrema agitazione, cioè in concomitanza con il lancio di un prodotto su cui Clio e la sua azienda (a conduzione familiare) avevano investito moltissimo.

La polemica nata intorno al suo correttore avrebbe potuto letteralmente rappresentare una rovina per le vendite del nuovo correttore, soprattutto a causa del fatto che ormai il passaparola social è un momento fondamentale nella definizione del successo o dell’insuccesso di un prodotto qualsiasi.

Per questo motivo, dopo almeno 48 ore dall’arrivo dei primi commenti negativi, Clio ha deciso di girare un video di spiegazioni in cui racconta non soltanto la nascita del suo Oh My Love ma si esprime anche in merito alle persone che hanno deciso di boicottare il lancio del suo prodotto con una serie di affermazioni tendenziose.

“Vorrei rivolgermi a quelle persone che hanno montato una polemica fine a se stessa” ha detto Clio, spiegando di aver avuto l’impressione che tutte le critiche siano arrivate da persone che in realtà non hanno visto il video pubblicitario e si sono fermate a guardare esclusivamente le prime immagini del prodotto, quelle in cui l’intera gamma delle shades compariva affiancata.

“Il packaging del prodotto è bianco” ha spiegato Clio “quindi altera il colore del fondotinta”. La make up artist ha anche spiegato che il video non aiuta a percepire correttamente differenze così sottili tra un numero così alto di sfumature, quindi bisognava prestare molta attenzione. Attenzione che, evidentemente, i suoi haters hanno preferito non prestare.

Nel materiale promozionale pubblicato in seguito i pubblicitari di Clio facevano proprio in modo da dare un’idea il più possibile realistica delle varie colorazioni e soprattutto della loro resa su pelli di diversi colori.

clio makeup correttori oh my love
Foto: Clio Makeup Instagram

Inoltre Clio ha spiegato che, in base alla sua esperienza, non occorrono un’infinità di tonalità  di correttore per truccare la maggior parte delle pelli e che a suo modo di vedere 14 shades sono un numero sufficiente per soddisfare tutte le richieste.

Clio ha anche voluto sottolineare il significato emozionale del lancio del suo prodotto, affermando che proprio l’inclusività era il concetto alla base di tutta la struttura pubblicitaria creata intorno a Oh My Love. Il fatto che il messaggio fosse stato travisato è stato molto duro da accettare per lei.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Clio (@cliomakeup_official) in data:

Nell’ultimo periodo Clio non è la sola ad aver avuto enormi problemi a causa di un fondotinta: anche il povero fidanzato di Selvaggia Lucarelli ha passato un momento bruttissimo a causa di una shade assolutamente sbagliata.