I cibi che mangi ogni giorno e che sono pericolosi

0
180

Scopri quali sono gli alimenti che hai sempre in casa e che sono potenzialmente pericolosi.

ciliegie
ciliegie – Fonte: istock Photos

In pochi lo sanno ma quando si parla di cibi, tanti di questi oltre ad avere proprietà benefiche indiscutibili e preziose, possono rivelarsi decisamente pericolosi per la nostra salute. Spesso ad essere potenzialmente pericolosi sono proprio quegli alimenti famosi per far bene. Cosa che rende sempre più calzante la necessità di mangiare ogni cosa con moderazione.

Sebbene in alcuni casi, arrivare ad un quantitativo in grado di danneggiarci, sia davvero improbabile, oggi scopriremo quali sono gli alimenti insospettabili che tutti noi teniamo incasa ignari del loro potenziale pericoolo.

I cibi “pericolosi” che mangiamo ogni giorno

cibi pericolosi
segnale di divieto con teschio – Fonte: Adobe Stock

Prima di svelare quali sono gli alimenti potenzialmente velenosi e quindi in grado di farci male, è bene ricordare che ogni cibo, se con moderazione, può essere consumato anche tutti i giorni. All’interno di una sana alimentazione che sia anche varia e bilanciata, quindi, non si corre alcun pericolo. Fatta questa necessaria premessa andiamo quindi a scoprire la lista di insospettabili.

I funghi. Iniziamo con l’alimento più ovvio e che a tutti sarà venuto in mente. I funghi, infatti, sono famosi per essere un cibo che non va mangiato tutti i giorni. Contengono infatti svariate tossine che li rendono poco digeribili da crudi e difficilid a smaltire. Motivo per cui è bene non mangiarli spesso ed evitare di darli ai bambini.

Le mele. Entriamo nel vivo dei cibi pericolosi che mangiamo ogni giorno e parliamo delle mele. Note per essere ricche di proprietà benefiche alle quali si deve anche il famoso detto “un mela al giorno leva il medico di torno”, anche questi frutti così popolari nascondono delle insidie. I loro semi, infatti, contendono l’amigdalina, sostanza che si trasforma in cianuro. Se assunti in minima dose possono quindi portare a difficoltà respiratori e sbalzi d’umore. Superata una certa dose (di circa mezza tazza) i semi della mela possono diventare letali. Per fortuna, per arrivare al quanitativo letale ci vogliono davvero tantissime mele.

Le ciliegie. Amatissime da grandi e piccine, hanno un nocciolo potenziamente pericoloso. Non solo per il rischio di soffocamento se ingerito nel modo sbagliato ma anche perché contiene dell’acido cianidrico, un veleno. Questo si sprigiona solo se si rompe il nocciolo (che è molto duro) o se lo si ingerisce. Mangiando le ciliegie nel modo corretto non si corre alcun tipo di rischio.

Le patate. Qui il pericolo arriva dalla solanina che si trova nei germogli e nella buccia delle patate. Finché queste vengono consumate nel modo corretto, ovvero ben sbucciate e private di eventuali parti verdi o germogli, si può stare tranquilli. In caso contrario possono diventare pericolose.

noce moscata
Noce moscata intera e tritata – Fonte: Istock photo

La noce moscata. Chi non ama il sapore ed il profumo della noce moscata? Questa spezia, altamente impiegata nella preparazione di dolci invernali è ottima anche se unita alla zucca o ad altri alimenti tipici delle stagioni più fredde. Eppure, consumarne in dosi eccessi è pericoloso. Tutto a causa della miristicina, una sostanza in essa contenuta e neurotossica. Consumare alte dosi di noce moscata può dare quindi effetti allucinogeni o convulsioni. Inoltre, il suo consumo si rivela tossico per il feto e quindi da evitare durante la gravidanza.

I fagioli. Altro cibo che si ama mangiare con il freddo sono i fagioli. Questi vanno bene da cotti ma mai da crudi. Contengono infatti una tossina che si chiama fitoemoagglutinina e che può portare a nauesa, diarrea e vomito. È bene quindi consumarli sempre e solo da cotti e solo dopo averli lasciati in ammollo per diverse ore.

Le mandorle. Ebbene si, anche le mandorle possono essere pericolose. Fortunatamente ciò accade solo per quelle particolarmente amare. Al loro interno, infatti, si presentano alte quantità di amigdalina, la sostanza presente anche nei semi della mela e che se ingerita si trasforma in qualcosa di molto simile al cianuro. Basti pensare che per arrivare ad una dose letale basta consumarne circa 50. Stiamo parlando, però, di quele amare, che solitamente non incontrano i gusti di nessuno.

I pomodori. Terminiamo con uno degli alimenti più consumati in assoluto. Niente paura, però, perché ad essere altamente pericolosi sono solo stelo e foglie. Il frutto (ebbene si, il pomodoro è un frutto) è invece innocuo e ricco di antiossidanti e di proprietà benefiche.

Dopo aver letto questa lista, probabilmente, i cibi che abbiamo in casa acquisteranno una nuova prospettiva. È bene, però, ricordare che si tratta di alimenti ricchi di proprietà e dei quali non si deve avere paura ma che è bene mangiare nel modo corretto al fine di garantire la propria salute e quella dei propri cari.

Fonte: Focus.it