Covid e Governo: le novità delle nuove linee guida sulla quarantena

0
52

Ci sono importanti novità circa le linee guida da adottare e soprattutto sulla quarantena e sui tamponi da effettuare.

congedo per figli in quarantena la circolare dell'INPS
Pixabay

Proprio in queste ore è in corso un tavolo di confronto fra il Governo, le regioni e gli enti locali circa le nuove misure da adottare.

Come abbiamo avuto modo di vedere ci sono state naturalmente delle novità molto importanti.

Molti cittadini hanno però lamentato il sovraffollamento degli ospedali e la lentezza nella procedura attraverso cui fare il tampone ed ottenere i risultati.

Ed effettivamente anche dagli ospedali ci sono stati appelli al fine di trovare una soluzione alle necessità che la pandemia ha richiesto.

Per tale motivo in un clima così difficile ci sono stati dei cambiamenti anche in merito ai tempi della quarantena e non solo.

Quarantena e tamponi: le importanti novità

tampone covid-19 bambini
Tampone per bambini (Adobe Stock)

E’ sceso a dieci giorni la quarantena e per i positivi un solo tampone in uscita. Questo è quanto è scaturito dalla riunione di domenica 11 ottobre del Cts, il Comitato tecnico scientifico, alla quale ha partecipato anche il ministro della Salute Roberto Speranza.

L’incontro si è tenuto presso la sede della Protezione civile e durante esso si sono prese posizioni importanti che verranno discusse anche oggi all’incontro con enti e regioni.

Dovendo trovare una soluzione alle problematiche inerenti ai tempi, il comitato tecnico scientifico ha optato per alcune nuove soluzioni che potrebbero essere efficaci per abbattere i tempi di attesa.

Come già dichiarato dal Ministro Speranza, si sta investendo molto sul vaccino, purtroppo però non bisogna dimenticarsi di questo tipo di esigenze circa i tempi di tampone e quarantena.

Le nuove disposizioni risultano quindi necessarie e possibilmente efficaci per risolvere almeno in parte questo tipo di dinamiche ostiche per i cittadini italiani.

Per i positivi asintomatici con diagnosi confermata da test molecolare, bisogna innanzitutto specificare che l’isolamento consisterà in dieci giorni più tampone unico a fine quarantena. Per i positivi sintomatici, quarantena di almeno dieci giorni di cui gli ultimi tre obbligatoriamente senza sintomi e tampone molecolare unico a fine isolamento.

Non sono solamente queste le specifiche poste sotto la lente di ingrandimento dal ministro Speranza.

Per i positivi asintomatici con riscontro di positività al test molecolare effettuato al decimo e 17esimo giorno, almeno 21 giorni di quarantena. L’isolamento si interrompe comunque al 21esimo giorno in quanto le evidenze disponibili non documentano alcun caso di presenza di virus competente per la replicazione.

Per quanto riguarda i contatti stretti, essi dovranno sottoporsi ad isolamento fiduciario di dieci giorni, più tampone antigenico rapido o molecolare.

Per il ministro Speranza solo continuando con una linea dura ed efficace, elogiata anche dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, potremo porre fine ai contagi.

 

Seguiranno nuovi aggiornamenti.