Convivenza: come vivere il mondo esterno

0
163

Andare a convivere significa trasformare il proprio mondo. Scopri come organizzarti per vivere al meglio i contatti con l’esterno.

convivenza: gestire il mondo esterno
coppia felice – Fonte: Adobe Stock

Quando una coppia decide di andare a vivere insieme, la vita di entrambi finisce con il subire dei cambiamenti importanti. Il primo tra tutti è la gestione del mondo esterno. Dalla famiglia con cui magari si viveva fino a poco prima, agli amici fino ai semplici conoscenti, ogni cosa finisce con il cambiare aspetto e tutto perché la coppia ha ormai dato vita ad un nuovo nucleo familiare nel quale deve ambientarsi ed organizzarsi.

Per questo motivo, imparare a gestire il mondo esterno è un aspetto estremamente importante e che va fatto di comune accordo. In questo modo, infatti, si eviterà di trovarsi alle prese con parenti impiccioni, amici che si soffermano troppo a lungo ed inviti impossibili da gestire. Scopriamo quindi quali sono gli aspetti da prendere subito in considerazione per vivere al meglio il rapporto a due.

Come gestire il mondo esterno quando si convive

coppia attrazione
coppia felice – Photo Adobe Stock

Vivere insieme significa poter chiudere il mondo all’esterno e ritrovarsi insieme nel proprio micro cosmo personale. Un’immagine romantica e sicuramente bellissima ma che necessita di alcuni accorgimenti senza i quali ciò che all’inizio sembra positivo potrebbe rivelasi un’insidia.

Perché, anche se vivere insieme era ciò che si desiderava da tempo bisogna sempre fare i conti con il mondo circostante e con le esigenze di genitori, fratelli amici e conoscenti. Personaggi esterni importanti ma che a volte possono rappresentare un vero ostacolo per la coppia. Per fortuna basta organizzarsi per tempo e mettere i puntini sulle i per riuscire ad arginare ogni possibile problema. Scopriamo insieme come fare.

Stabilire delle regole. La prima cosa da fare è prendersi del tempo per stabilire le regole nella nuova casa. Dopotutto ogni dimora ne ha una e quando si va a vivere insieme è bene sapere cosa può creare più o meno disagio all’altra persona. Per questo motivo è meglio sedersi a tavolino e valutare insieme se le visite ad un certo orario possono dare fastidio, se non si vogliono persone per casa senza preavviso o se la camera degli ospiti può essere usata o è decisamente out.

Tutti aspetti che quando si vive da soli non vengono minimamente considerati ma che quando si sta insieme diventano prioritari. Dopotutto, nessuno ha voglia di tornare a casa da lavoro per trovare tre o quattro amici del partner in giro. Nè è piacevole programmare un week end romantico in due per scoprire che la sorella della compagna sarà ospite a tempo indeterminato. Insomma, stabilire delle regole e dei modi per organizzare visite, uscite ed eventuali soggiorni di parenti ed amici è decisamente una cosa prioritaria.

Far presente la nuova situazione abitativa. Un’altra cosa che si può fare e che in molti casi è davvero utile è quella di far presente ad amici e parenti la nuova situazione. Dire che si è andati a vivere con la persona che si ama dovrebbe far capire che qualcosa è cambiato. Per chi si dimostra duro di comprendonio, però, ciò potrebbe non bastare. Fare battute dicendo all’amico di turno che non potrà più presentarsi senza preavviso nel cuore della notte potrebbe essere un buon modo (se fatto contatto) per iniziare a sondare il terreno e a capire cosa attendersi dagli altri.

Chiarirsi con parenti impiccioni. Quasi tutti hanno un parente impiccione. Può essere la mamma, la sorella o un cugino al quale si è molto legati. Persone che è bello avere nella propria vita ma alle quali è importante far comprendere l’importanza degli spazi personali nella convivenza. Ovviamente ci si dovrà organizzare per dar modo anche agli altri di abituarsi al nuovo stile di vita. Portare pazienza da entrambe le parti è quindi indispensabile. Lavorando per bene, però, si eviteranno problemi e tensioni che alla lunga potrebbero portare a dei problemi sia con il partner che con i parenti.

coppia che parla
Coppia che parla serenamente – Fonte: Adobe Stock

Stabilire delle regole per le feste. Vivere insieme significa anche essere ancor più una coppia. Se prima compleanni e feste venivano festeggiati in parte in famiglia ed in parte in coppia, vivendo insieme le cose tendono a cambiare. Per questo motivo, un po’ come si fa quando ci si sposa, è consigliabile iniziare ad affrontare l’argomento insieme. In questo modo si potrà decidere con chi passare Natale e con chi la Pasqua.

Se invitare tutti nella nuova abitazione o se dividersi tra parenti in modo più o meno equo. Ciò che conta è prendere delle decisioni e mantenerle in modo da diventare un unico fronte quando inviti e lamentele rischieranno di diventare un problema. Agendo per tempo si eviterà di litigare e con un po’ di fortuna si riuscirà a prendere del modo giusto anche i parenti di entrambi evitando discussioni che potrebbero portare tensioni durante le feste.

Prendersi il tempo per la coppia. Ovviamente, vivere insieme significa anche avere del tempo per se stessi. E per far ciò è indispensabile mettersi d’accordo e stabilire delle regole interne che ci si dovrà impegnare a rispettare. Che si tratti di Natale, delle vacanze estive o di un qualsiasi altro periodo dell’anno, serve sempre del tempo da dedicare alla coppia. Tempo che andrà gestito al meglio per far si che il rapporto si mantenga sempre saldo.

Parlarsi sempre. Infine, caposaldo di ogni rapporto che funzioni, c’è il dialogo. Parlarsi e comunicarsi eventuali scontenti o bisogni è indispensabile per crescere insieme e per non perdersi mai. Attraverso un’attenta comunicazione si resta infatti mentalmente vicini e non si corre il rischio di ritrovarsi al fianco un estraneo. Ovviamente per parlare si intende il comunicarsi emozioni e sentimenti e non parlare di liste della spesa o di bollette. Ancora una volta, quindi, la coppia deve porsi al centro e prendersi cura di se.

coppia innamorata
Coppia innamorata – fonte: Photo AdobeStock_

Seguendo queste dritte, gestire la convivenza sarà piacevole ed in grado di includere gli altri nel modo giusto. Un modo che sia a misura della coppia e che non porti tensioni e litigi ma solo voglia di stare ancora più insieme e nel modo più corretto e sereno per entrambi.