Bucato ecologico: tutto quello che devi assolutamente sapere

0
56

Perchè è così importante fare un bucato ecologico? Cerchiamo di capire bene perchè dovremmo avvicinarci a questo metodo.

Come fare un bucato ecologico
Bucato ecologico Foto:Adobe Stock

Lavare il bucato è una faccenda domestica molto frequente che avviene anche più volte nell’arco della giornata, dipende dalle necessita e dal numero dei componenti del nucleo familiare.

Inoltre è necessario prestare molta attenzione, durante il lavaggio dei capi d’abbigliamento, esistono delle regole da seguire soprattutto se il lavaggio viene  effettuato con la lavatrice e non a mano.

Non solo bisogna preservare i tessuti, rispettando le temperature, i programmi, ma anche l’elettrodomestico stesso. In molti pensano che sia proprio facile fare un buon bucato, perchè il più delle volte ci si sofferma poco sul detersivo da utilizzare. Non si pone attenzione, in commercio ci sono diversi detersivi che vengono preparati con ingredienti troppo aggressivi che non solo possono danneggiare i capi, ma anche la lavatrice e poco sicuri per l’ambiente.

Avete mai pensato di iniziare a lavare il bucato con un detersivo ecologico?

Noi di CheDonna.it vi diamo tutti i consigli per un bucato ecologico perfetto.

Bucato ecologico: ecco cosa c’è da sapere

Come fare un bucato ecologico
Foto:Pixabay

Per capire quali sono i detersivi ecologici, bisogna informarsi e porre attenzione alla scelta del detersivo, non prendere quello che ci convince di più. Infatti se tutti iniziassero ad utilizzarli, ci sarebbe meno dispersione di sostanze aggressive nell’acqua di lavaggio, e di conseguenza in fiumi e mari, non solo si limiteranno anche danni sulla nostra pelle, come dermatite, eczemi e rush cutanei.

Spesso quando siamo in procinto di acquistare il detersivo per il bucato, siamo attratti dal packaging, profumazioni, prezzi scontatissimi, ma non va sempre bene, bisogna leggere attentamente l’etichetta che riporta gli ingredienti.

Bisognerebbe dare sempre priorità ai biodetersivi che sono preparati con sostanze biodegradabili e non inquinanti.

Infatti i detersivi ecologici non devono contenere:

  • fosfati
  • cloro
  • coloranti
  • formaldeide

Come precedere nel modo corretto, evitando qualche errore

Come fare un bucato ecologico
Fare il bucato in lavatrice Foto:Pixabay

Prima di inserire procedere con il lavaggio in lavatrice con il detersivo ecologico è opportuno ricordarsi di qualche piccola raccomandazione, in modo da evitare di commettere errori. Ecco i consigli da seguire:

  • Scegliere bene il programma: non è semplice, perchè se non si conosce la propria lavatrice, si rischia di scegliere il programma sbagliato e non adatto ai capi.Quindi leggete con attenzione  il libretto di istruzioni.
  • Leggere le etichette dei capi: all’interno di ogni capo, c’è un’etichetta, che ci fornisce delle informazioni preziose sul tipo di tessuto e sul tipo di lavaggio da eseguire.
  • Bucato con colori diversi: non lavare capi di colori e tessuti diversi, ognuno ha esigenze diverse.
  • Impostare la temperatura adatta: sempre sull’etichetta, c’è scritta la temperatura di lavaggio a cui può essere sottoposto il capo.
  • Non riempire troppo il cestello della lavatrice: se si mettono troppi capi, non si consente un buon lavaggio.

Adesso l’errore più comune che molte persone fanno è usare il detersivo sbagliato. Non tutti i detersivi in commercio sono adatti a lavare i capi, bisogna prestare attenzione a quello che scegliamo per evitare di sprecare acqua e tempo. Non solo anche il dosaggio è importante cerchiamo di capire step by step come fare un bucato ecologico.

Bucato ecologico: come procedere

Come fare un bucato ecologico
Sapone per bucato Foto:Pixabay

Dopo aver letto l’etichetta che riporta le informazioni del detersivo ecologico, procediamo a lavare il bucato, ecco in che modo.

1- Dosare bene il detersivo: troppo detersivo potrebbe non solo rovinare i capi, senza detergerli bene. Poi si possono depositare troppi residui di detersivi nella lavatrice ed infine c’è un enorme impatto ambientale. La bottiglia del detersivo riporta le indicazioni sulle quantità da mettere nella vaschetta in base alla quantità dei capi e alla durezza dell’acqua. Che ne dite di provare a preparare a casa un detersivo fai da te?

2-Evitare l’ammorbidente: non tutti sanno che l’ammorbidente è tra i prodotti più tossici, quindi andrebbe proprio evitato. E’ un detersivo indispensabili per qualcuno, in quanto dona un profumo gradevole, ma lo sapete che potete far profumare a lungo il bucato? Noi di CheDonna.it vi diamo qualche piccolo suggerimento.

Non solo inquina, ma le sostanze rilasciate dall’ammorbidente, fanno male alla nostra pelle, che tende ad assorbirle. Infatti le persone che hanno la pelle più sensibile, sono maggiormente esposte a eritemi, rush cutanei.Le sostanze in questione sono:

  • formaldeide
  • fosfati
  • pentano
  • benzil acetato
  • coloranti artificiali
  • derivati del petrolio

Queste non sono altro che sostanze di origine sintetica, che purtroppo hanno un forte impatto sull’ambiente e salute. Se non riuscite a rinunciare, acquistate gli ammorbidenti preparati con prodotti 100% naturali. Gli ingredienti devono essere aceto bianco e acido citrico.

3- Scegliete bene il programma: adesso procedete a caricare la lavatrice, seguendo i consigli sopra citati, poi impostate il programma. Quando impostate la temperatura, dovete accertarvi che il detersivo sia già attivo, non tutti lo sono a basse temperature. Per garantire un bucato ecologico, è importante la temperatura, talvolta si può procedere al lavaggio già a temperature basse come 30-40°.

Non solo proteggerete i capi, ma avrete anche un dispendio di energia.

Se i capi sono molto sporchi, potete procedere a metterli in ammollo con il detersivo così da evitare il prelavaggio.Stesso discorso vale per la centrifuga, non è necessario impostare giri altri, ma già 600-800 va bene. In estate quando le temperature sono più alte potete procedere con giri più bassi, ci penseranno alte temperature e il sole ad asciugare subito il bucato.