Roast beef: tutti i trucchi per una cottura perfetta a casa

0
140

Il roast beef è un piatto originario dell’Inghilterra ma molto diffuso anche in Italia. Scopriamo i trucchi per una cottura perfetta. 

roast beef trucchi
Roast beef (Adobe Stock)

Il roast beef è un grande classico della cucina inglese, ma dalla seconda metà dell’ ‘800 è arrivato anche nelle tavole degli italiani.

La cottura classica del roast beef è al forno ma si può preparare tranquillamente anche sul tegame seguendo alcuni accorgimenti.

La carne, poi dovrà rimanere al sangue, se lo cuociamo secondo la versione più classica, e comunque dovrà risultare rosata. Scopriamo i trucchi per cuocerlo al meglio.

I trucchi per preparare il roast beef in maniera perfetta

Preparare un roast beef perfetto si può. Seguendo alcuni trucchi e regole di cottura per farlo impeccabile. Scopriamo quali sono i segreti. 

roast beef trucchi
Adobe Stock

1) Uno dei segreti per fare un roast perfetto è scegliere il giusto taglio di carne. Se ne scegliamo uno troppo magro rischiamo di renderlo troppo asciutto, quindi meglio optare per una parte che abbia delle venature di grasso. Durante la cottura infatti queste si scioglieranno donando alla carne quell’umidità di cui necessita per renderla anche morbida. La parte migliore per questo risulta quindi essere la lombata, molto utilizzata in Inghilterra. Di solito in Italia si utilizza invece il girello, lo scamone o la noce, tutte parti di qualità ma poco adatte a questo tipo di ricetta.

2) Altro trucco è la rosolatura. Un’operazione fondamentale alla buona riuscita del nostro roast beef. Questo permetterà di ottenere una carne colorita e di aspetto invitante. Al contrario se faremo male questa operazione la carne resterà pallida in superficie e sembrerà lessa. Per fare la rosolatura è molto semplice, basterà mettere la carne dentro a una casseruola o un tegame ampio dove metteremo dell’olio sul fondo e a fiamma vivace andremo a rosolare tutta la superficie esterna del pezzo scelto. Giriamola con delle pinze da cucina o aiutandoci con due cucchiai. Importante è non fare dei buchi con la forchetta perché questo determinerà la fuoriuscita dei liquidi.

3) Per ottenere il giusto grado di cottura affinché la carne non risulti o troppo cruda o troppo cotta basterà munirsi di un bastoncino da spiedino da inserire fino al cuore del pezzo di carne ed estrarlo pochi secondi dopo. Se fuoriesce un liquido rosato significa che è la carne è cotta al punto giusto. Se invece questo liquido risulta trasparente significa che la carne è ben cotta, altrimenti se non esce nessun liquido significa che lo abbiamo cotto troppo.

4) Infine, una volta cotto dovremo lasciar riposare la carne, questo perché i succhi si concentrano al centro del pezzo mentre cuoce e per far sì che si distribuiscano in modo uniforme occorre aspettare prima di tagliare il roast beef almeno un quarto d’ora.

Scopriamo allora la ricetta per 2 chili di roast beef che serviranno per 10 porzioni.

Ingredienti

  • 2 chili di lombata di manzo
  • vino bianco 1 bicchiere
  • rosmarino q.b.
  • aglio q.b.
  • salvia q.b.
  • sale q.b.
  • olio extra vergine di oliva q.b.

Preparazione

Innanzitutto scegliamo un pezzo di carne adeguata alla preparazione del roast beef, come già spiegato con la lombata di manzo verrà perfetto. Prendiamo un tegame ampio e versiamo 4-5 cucchiai di olio, quindi adagiamo la carne e rosoliamo a fiamma vivace facendo attenzione a girarlo bene su tutti i lati.

L’operazione di rosolatura dovrà durare all’incirca 7-8 minuti. A questo punto sfumiamo con del vino bianco versandolo sul fondo del tegame e non sopra alla carne. Saliamo e uniamo gli aromi, aglio, salvia e rosmarino.

Ora possiamo infornare a 200 °C per un’ora. Una volta cotta, lasciamo riposare la carne per almeno 20 minuti prima di affettarla in questo modo non disperderà i succhi e resterà tenera.

Scopri anche come preparare il vitello tonnato.