Capelli ricci: come prendersene cura dallo shampoo all’asciugatura

0
95

E’ bello avere capelli ricci e ben definiti, ma come prendersene cura? Vi diamo tutti consigli sul come lavarli, asciugarli e i trattamenti da seguire.

Come prendersi cura dei capelli ricci
Capelli ricci Foto:Adobe Stock

Capelli ricci, tanto amati dalle donne, ma non da tutte, in quanto richiedono di una cura maggiore, non sono facili da gestire.

Se si sbaglia tecnica di asciugatura c’è il rischio di ritrovarsi con una testa da leonessa, non solo spesso prodotti sbagliati, tecniche di colorazione, mancata cura come maschere e impacchi per capelli possono rovinare e indebolire i capelli.

Infatti sono tante le donne che non sanno come prendersi cura dei capelli ricci e il più delle volte non sanno neanche come asciugarli, motivo per cui fanno ricadere la scelta su una messa in piega mossa o liscia.

Quest’ultima, è la scelta più conveniente per tante donne, perchè vedono come soluzione migliore al momento, si sa che il capello riccio, richiede cura, tempo, pazienza e soprattutto esperienza.

La cura e il tempo per i capelli ricci, è diversa da chi ha capelli lisci, non è solo importante asciugare bene i capelli, ma anche le fasi che precedono il lavaggio. Noi di Chedonna.it siamo qui per questo per darvi tutte le indicazioni per prendersi cura dei capelli ricci.

Capelli ricci: come fare lo shampoo

Come curare i capelli ricci
Shampoo capelli ricci Fonte: iStock Photo

Capelli ricci e folti, una chioma perfetta non è da tutti, basta porre sempre attenzione alla scelta dei prodotti e non solo per la cura dei capelli ricci. Per alcune donne è davvero bello avere una chioma riccia, per altre invece risulta difficile gestirla nel modo corretto.

Soffermiamoci sui capelli ricci naturali e come prendersene cura, piccoli e semplici accorgimenti da seguire per potere sfoggiare una chioma voluminosa, definita e morbida.

Iniziate dal lavaggio dei capelli, per avere una chioma riccia ben definita e setosa non è difficile, è opportuno fare una scelta sullo shampoo da utilizzare. Deve essere specifico per capelli ricci e non solo anche dal tipo di cute se è secca, grassa, con forfora o mista.

Lo shampoo si deve scegliere con ingredienti naturali senza sostanze aggressive, parabeni e siliconi. Procedete in questo modo, bagnate con acqua tiepida la chioma, poi distribuite in modo omogeneo lo shampoo specifico su tutta la chioma dalla radice alle punte.

Se avete i capelli particolarmente secchi potete aggiungere allo shampoo un pò di olio di cocco. Scegliendo lo shampoo specifico per capelli ricci, non fa altro che idratare il capello e non l’appesantisce. Il consiglio è di fare dei massaggi delicati e circolari, in caso di cute grassa, si consiglia di non far durare a lungo questo step, perchè potreste produrre più sebo.

Con le dita fate un massaggio circolare si andrà a riattivare la microcircolazione. Si consiglia di iniziare dalla nuca, i massaggi li fate con i polpastrelli senza grattare con le unghie soprattutto se sono lunghe. Purtroppo se sfregate energicamente sul cuoio capelluto durante lo shampoo, si possono stimolare le ghiandole sebacee a produrre sebo, quindi otterrete l’effetto contrario.

In caso di cute secca dovete applicare sulle mani lo shampoo e poi distribuite sulla chioma in modo uniforme, partendo dal cuoio capelluto fino ad arrivare alle punte. Fate dei massaggi delicati per riattivare la microcircolazione, potete iniziare dalla nuca.

In entrambi i casi è opportuno non dedicarsi troppo alle punte, perchè potreste rovinarle e di conseguenza avrete i capelli elettrizzati capelli, poi sciacquate bene con acqua tiepida.

In commercio esistono tantissimi shampoo, sta a voi leggere bene l’etichetta e vedere quello più adatto a voi, sono da preferire sicuramente quelli realizzati con ingredienti naturali.

Balsamo per capelli ricci: come utilizzarlo

Capelli ricci
Balsamo per capelli (Istock Photos)

Dopo aver sciacquato bene i capelli è il momento di passare al balsamo,  dovrete metterne poco e poi fate dei massaggi delicati, facendo maggiore insistenza sulle lunghezze anzichè sulla radice.

Nel caso specifico dei capelli ricci, il balsamo li va a disciplinare, proteggendoli anche durante l’asciugatura, inoltre conferisce brillantezza e luminosità. I capelli trattati con il balsamo,  risulteranno più morbidi i capelli e saranno più domabili durante l’asciugatura. Infatti noterete la differenza, se non siete abituate ad utilizzare il balsamo, sbagliate perchè ha diversi vantaggi come capelli ricci:

  • più morbidi
  • facili da pettinare
  • più luminosi
  • setosi
  • con meno doppie punte
  • si eliminerà l’effetto crespo
  • protetti da danni dovuti ad agenti esterni: come smog, vento, pioggia e raggi solari.

Si consiglia dopo l’applicazione del balsamo di lasciate agire per un paio di minuti, poi con le dita o con un pettine largo pettinate i capelli, poi risciacquate.Dovrete eliminare ogni residuo di balsamo, perchè potrebbe appesantire i vostri ricci, quindi non si garantirà una buona asciugatura. L’ultimo risciacquo fatelo con acqua fredda e non tiepida, in modo da richiudere le cuticole, così i capelli risulteranno più luminosi. Avvolgete i capelli con un asciugamano di cotone o di microfibra, per eliminare l’acqua in eccesso, non strizzate altrimenti potreste spezzare i capelli, ma tamponateli.

Asciugatura perfetta e ben definita: qual’è il segreto

Capelli ricci come curarli
Asciugare i capelli Fonte: Pixabay

Non è difficile asciugare i capelli ricci, ma per le donne meno esperte possono aiutarsi con i nostri consigli così da non ritrovarsi una chioma gonfia e poco definita.

I capelli ricci naturali si possono asciugare in modo diverso in base alla stagione, cerchiamo di capire bene. In inverno potete utilizzare il phon e diffusore, quest’ultimo evita proprio che i capelli possano gonfiarsi. Il diffusore è uno strumento indispensabile per le donne che hanno i capelli ricci.

La temperatura del phon deve essere elevata, ma la velocità media, asciugate i capelli solo dopo aver definito la fila. Provate ad asciugare prima i capelli a testa alta e poi potete abbassare. Si consiglia asciugare i capelli aiutandovi a mantenere nel palmo della mano le ciocche di capelli. Non insistite sulle punte perchè potreste elettrizzarle e seccarle ulteriormente.

In estate invece si ha la fortuna di poter sfruttare il sole, così i capelli non si gonfieranno e si potrà evitare il crespo. Ma se la giornata è ventilata non vi consigliamo, l’unico svantaggio di asciugare i capelli al sole è il tempo occorrono dai 20 ai 40 minuti, perchè dipende dalla lunghezza dei capelli.

Capelli ricci come prendersene cura
Asciugare i capelli al sole Foto:Adobe Stock

Però si consiglia anche in caso di ricci naturali di applicare sulla chioma una mousse o spuma modellante, così da garantire capelli ricci bene definiti.

Scegliete il prodotto che si avvicina di più al vostro capello, basta mettere una noce sulle lunghezze e punte, poi stropicciate un pò i capelli umidi. Vi consigliamo di scegliere una spuma preparata con ingredienti naturali e non solo ad alta definizione così da eliminare l’effetto crespo e dona volume senza gonfiare troppo i capelli.

Trattamenti naturali

Capelli ricci come prendersene cura
Maschera per capelli Foto:AdobeStock

I capelli ricci naturali hanno bisogno, come tutti i capelli di “trattamenti di bellezza” non solo per garantire una chioma ben definita e senza crespo, ma anche per nutrire e idratare i capelli. Ci sono delle maschere, impacchi e prodotti naturali che possono essere degli ottimi alleati dei capelli ricci, scpriamo in dettaglio.

1- Maschera ai semi di lino: un vero toccasana per avere i capelli ricci ben definiti, grazie alle sue proprietà ristrutturanti sui capelli. Gli ingredienti necessari sono, il rosmarino conosciuto per le sue proprietà antisettiche e sebo-regolatrici. Mettete in una ciotolina circa 15 ml di olio di lino, 5 gocce di essenza di rosmarino, mescolate e lasciate così per 2 ore. Poi applicate sui capelli e la cute, distribuite bene per 45 minuti e poi lavate i capelli come di consueto. Potete farlo una volta a mese.

2-Maschera nutriente all’avocado: l’avocado ricco di sostanze nutrienti, che conferiscono ai capelli morbidezza e setosità. Gli ingredienti in questione sono le vitamine, minerali e acidi grassi, non solo la combinazione con l’olio di cocco, renderà ancora più idratati i capelli. In una ciotolina, schiacciate la polpa di un avocado maturo, poi aggiungete un vasetto di yogurt bianco intero, 2 cucchiai di miele, 3 di olio di mandorle dolci e 3 di olio di cocco. Dopo aver mescolate applicate su tutta la chioma e fate dei massaggi delicati sul cuoio capelluto. Coprite con una cuffia e poi dopo mezz’ora sciacquate e procedete con lo shampoo.

3-Maschera all’hennè e olio essenziale di arnica: l’hennè neutro, va a migliorare la struttura del capello, donando volume e definizione all’intera chioma. Invece l’olio di arnica, rinforza il capello e previene la caduta eccessiva, andando a rinvigorire i capelli fragili. In una ciotolina, mettete 100 grammi di hennè neutro con acqua calda, mescolate fino a quando non otterrete un composto omogeneo e cremoso. Aggiungete l’uovo sbattuto, 3 gocce di olio essenziale di arnica e un cucchiaio abbondante di olio d’oliva. Distribuite la maschera su tutta la chioma e lasciate in posa per 50 minuti, coprite con una cuffia e poi procedete al risciacquo e allo shampoo, come di solito.

L’hennè neutro non una semplice polvere vegetale, ma possiede innumerevoli proprietà, ecco quali:

  • dona volume
  • rinforza i capelli
  • effetto lucido
  • rende i capelli morbidi e setosi
  • combatte il crespo
  • protegge le punte da trattamenti chimici

Tagli per capelli ricci

I capelli ricci si prestano a diversi tagli da quelli corti a medi lunghi, scalati e non. Sarà il vostro hairstylist che vi consiglierà in base alla forma del vostro viso, la lunghezza e il taglio adatto a voi. Sicuramente de il vostro viso è tondo, potete anche sfoggiare una lunghezza media o il taglio asimmetrico, certo dipende da voi se vi piacerebbe o meno. Se il vostro volto ha lineamenti ben definiti, potete anche optare per capelli lunghi più voluminosi così da aggraziare il viso. Viso piccolo e sottile, date vita a tagli corti e un pò sbarazzini.

Consigli da seguire

Capelli ricci come prendersene cura
Capelli ricci Foto:Adobe Stock

Dopo avervi spiegato come lavare e utilizzare le maschere per capelli ricci, è opportuno capirne di più, sui frequenti errori che possono indebolirli e renderli poco definiti.

-Non lavare spesso i capelli: al massimo due volte a settimana.

Utilizzare le federe dei cuscini in raso o seta: così da evitare che si possano elettrizzare.

-Non utilizzare troppo shampoo: perchè potrebbe rendere i capelli più crespi.

-Non asciugare i capelli senza diffusore

-Occhio alla temperatura del phon

-Tagliare le punte: non vanno mai trascurate, quindi concedetevi ogni tanto qualche seduta dal vostro hair-stylist

-Non pettinate i capelli asciutti, ma solo umidi, utilizzate il pettine a denti larghi.

-Utilizzate prodotti specifici e non solo anche la spuma modellante ad alta definizione che renderà i vostri capelli ben definiti.

Tamponare con un asciugamano i capelli umidi e non strofinate.

-Non utilizzare spesso le piastre arricciacapelli per definire il capelli ricci perchè potrebbe indebolire e disidratare la chioma.

Adesso è più facile non commettere errori e non solo dopo aver come prendersi cura dei capelli, adesso tocca a voi. Chiedete sempre il consiglio dell’hair stylist in caso di capelli ricci difficili da domare.