Combattere l’ansia con il cibo? Si può, con sushi, latte e cioccolato!

0
59

L’ansia si può combattere con il cibo? Assolutamente sì, e sono moltissimi i cibi che adoriamo e che faranno un gran bene alla nostra ansia.

cibo ansia
(Instagram)

Moltissime persone che soffrono d’ansia o di depressione sviluppano purtroppo un rapporto molto disordinato con il cibo, che diventa una valvola di sfogo attraverso la quale scatenare tutta la propria frustrazione nel tentativo di trovare sollievo.

Per questo motivo cibo e ansia sono spesso messi in un rapporto molto negativo e chi soffre di questo tipo di disturbi viene spesso incoraggiato a non lasciarsi andare ad eccessi alimentari che potrebbero danneggiare ulteriormente il suo fisico e ili suo benessere psicologico.

Contrariamente a quanto si pensa solitamente, però, il cibo può curare l’ansia in maniera sana a patto, naturalmente, di mantenere il controllo controllo sulla frequenza con cui si mangia e sulla quantità di cibo che si ingerisce.

Alcune vitamine e minerali infatti sono in grado di svolgere una funzione benefica per il nostro organismo, aiutando a combattere l’ansia a livello biologico. Fortunatamente alcuni di questi preziosi nutrienti si trovano all’interno di cibi che piacciono moltissimo alla maggior parte delle persone: la dieta anti ansia non avrebbe potuto essere più golosa!

Il cibo giusto per combattere l’ansia: un nuovo significato del comfort food

richiamo cioccolato di amrca
tavoletta cioccolato – Fonte: Adobe Stock

Il comfort food è quel genere di cibo in grado di raddrizzare una giornata storta, di riportare alla mente ricordi felici, di farci sentire a casa anche se siamo lontani da casa centinaia di chilometri.

Il comfort food, in poche parole, è il cibo che nutre il corpo e che fa bene all’anima. Naturalmente ogni cibo può trasformarsi in comfort food ammesso che sia legato a qualche ricordo o a qualche sensazione confortante.

Nella maggior parte dei casi però il comfort food è costituito da cibi golosi, molto conditi o speziati, spesso molto calorici: la torta che preparava la mamma, la zuppa bollente che ci faceva trovare la nonna al ritorno da scuola in inverno, la tazza di latte caldo che ci consola di sera dopo una giornata difficile sono tipici comfort food.

Ebbene, miracolosamente moltissimi di questi cibi contengono proprio le sostanze che aiutano a combattere ansia e stress.

In particolare, al fine di aiutare il nostro organismo a gestire i sintomi dell’ansia, sarebbe bene assumere quantità appropriate di selenio e calcio.

Il selenio è un minerale che aiuta a combattere lo stress ossidativo, responsabile non soltanto dell’invecchiamento precoce delle nostre cellule, ma anche della cosiddetta depressione stagionale.

Anche la mancanza di calcio ha pessimi effetti sull’umore, poiché questo minerale svolge un ruolo fondamentale nella trasmissione dei segnali nervosi, nella contrazione e nel rilassamento muscolare, nella secrezione degli ormoni. Bassi livelli di calcio nell’organismo comportano insonnia, palpitazione, confusione mentale e perdita di memoria (questi ultimi sintomi sono correlati alla parestesia, un problema del sistema nervoso che spesso si presenta in correlazione basse concentrazioni di calcio nel sangue).

Il selenio è contenuto principalmente in questi alimenti. I latticini, inseriti in questa lista, naturalmente contengono anche moltissimo calcio:

  • carni magre (pollo, tacchino, manzo)
  • legumi
  • latte e latticini
  • noci e frutta secca in genere
  • riso integrale
  • frutti di mare

La serotonina è l’ormone regolatore del benessere, in grado di generare una diffusa e persistente sensazione di rilassamento fisico e mentale. Nel cioccolato fondente è presente un precursore della serotonina, chiamato triptofano. Assieme al contenuto di caffeina, il contenuto di triptofano del cioccolato fondente rendono questo alimento un vero e proprio toccasana per tenere alto l’umore.

Una torta al cioccolato facile e senza sensi di colpa!
(Pexels photo)

La vitamina D svolge una funzione fondamentale nella regolazione dell’umore. Si trova purtroppo in pochissimi alimenti (tutti buonissimi) ma per fortuna anche l’esposizione prolungata al sole aiuta il nostro corpo a produrre vitamina D3.

I cibi che contengono vitamina D sono:

  • pesci grassi
  • fegato
  • tuorli d’uovo
  • formaggi

Vale la pena ricordare che salmone, sgombro, trota e tonno sono ottimi cibi antistress dal momento che contengono Omega 3. Questi acidi grassi normalmente vengono inseriti nella dieta di coloro che soffrono di ansia e di depressione, poiché questi pazienti spesso presentano spesso bassi livelli di Omega 3.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Gennessey Lai (@hungerdontlai) in data:

Per quanto riguarda la frutta, che andrebbe consumata in grandi quantità nell’arco di tutto l’anno, un alleato fantastico del buonumore è la banana, che contiene dopamina, vitamina B6, magnesio e potassio (questi ultimi due sono fantastici regolatori dell’umore).

Quando ci sentiamo un po’ giù di corda, quindi, perché non coccolarci con una meravigliosa macedonia con panna o con una banana split?

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da I’m in your city (@iminyourcity2) in data:

Come abbiamo visto, la possibilità di introdurre nella dieta alimenti che siano effettivamente in grado di combattere l’ansia e migliorare l’umore esiste ed è anche golosissima. Ogni “golosità” che ci concediamo potrebbe trasformarsi in un momento di meditazione e di relax che potrebbe aiutarci a recuperare il benessere fisico e le energie mentali.

L’importante naturalmente è non esagerare con le quantità: se mangiare una banana split ogni sera potrebbe di sicuro far bene al nostro umore, di certo non ne farà alla nostra linea. Anche mangiare tanto sushi da scoppiare non farà affatto bene né al nostro fisico né probabilmente ai nostri sensi di colpa, che finiranno per aumentare il livello di ansia e di stress che abbiamo cercato di combattere.

dieta anti ansia
(Fonte: Chedonna)

Se si evitano gli eccessi e si dedica alla “dieta” anti ansia soltanto qualche sera la settimana, alternando alimenti più calorici a piatti più sani (come una sana zuppa di ortaggi e legumi o o del pollo arrosto), i benefici saranno assicurati. Se si combinerà anche il mindful eating alla consumazione di cibi antistress i risultati saranno ancora migliori: imparare a godersi ogni boccone ci aiuterà a mangiare meno e a saziare lo spirito prima ancora del corpo.