Convivenza: come gestire il tempo insieme

0
108

Durante la convivenza, gestire il tempo libero può rappresentare un problema. Vediamo insieme le soluzioni per trovare un punto d’incontro.

convivenza e tempo libero
Coppia felice a casa – Fonte: Adobe Stock

Quando si sta insieme si è abituati a gestire quel po’ di tempo libero che resta tra studio, lavoro e impegni del quotidiano. Una situazione alle volte stressante ma che consente di gestire le cose in modo ordinato e solitamente funzionale. Uno dei problemi che si possono riscontrare quando si va a vivere insieme è la quantità di tempo libero in più, spesso difficile da gestire.

La coppia si trova infatti ad avere sia i classici momenti da vivere insieme uscendo, parlando e comportandosi come sempre sia quelli più difficili da gestire. Tra questi ci sono le ore libere tra un turno di lavoro e l’altro o le tante serate che prima si trascorrevano da soli o con gli amici e che improvvisamente non si è più in grado di gestire.

Una situazione che di base non è poi così complicata ma che se non viene affrontata nel modo corretto può portare ad incomprensioni e fratture che è sempre meglio evitare. Per questo motivo, oggi cercheremo di capire come andrebbe gestito il tempo libero quando si vive insieme.

Tempo libero e convivenza: come conciliarli

convivenza come gestirla
Coppia che si rilassa sul divano – Fonte: Adobe Stock

Quando si sceglie di andare a vivere insieme l’idea è quella di trascorrere più tempo insieme e di portare la propria relazione ad uno step successivo. Così come avviene per la suddivisione degli spazi nella convivenza, anche l’argomento tempo libero andrebbe affrontato insieme. In questo modo si potrà conoscere meglio il pensiero del partner e stabilire insieme alcune regole di base. Regole che non vanno viste come qualcosa di costrittivo ma come la base per far si che nessuno dei due si senta mai escluso o di troppo.

A volte, infatti, può capitare che nel tempo libero, uno dei due si trovi a voler incontrare un’amico e che nel farlo si senta in colpa nel lasciar solo il partner. Allo stesso tempo chi resta a casa potrebbe sentirsi ferito perché in qualche modo abbandonato. La prima cosa da fare è quindi quella di rendersi conto che vivere insieme significa poter continuare a gestire la propria vita. Ciò che conta è farlo procedendo di pari passo in modo da trovare un modus operandi che vada bene ad entrambi.

Mantenere gli impegni del quotidiano. Il modo più semplice per mantenere uno stile di vita simile al precedente senza che questo scombussoli la coppia sta nel continuare a seguire gli impegni che si avevano prima e che il partner conosce. In questo modo non ci saranno grandi stravolgimenti e pur uscendo ci si sentirà più vicini. Perché ora, dopo la palestra, la serata cinema con le amiche o la partita di calcetto con gli amici, non ci si limiterà ad uno scambio di messaggi ma ci si potrà guardare negli occhi, abbracciare e raccontarsi mentre si beve qualcosa insieme.

Ricordarsi sempre del partner. Ok, stare insieme non deve impedire di sentirsi liberi di prendere impegni, iscriversi a dei corsi o incontrare un amico. È anche vero, però, che non si vive da soli e che quando si condivide uno spazio con qualcuno (specie se si tratta della persona amata), è indispensabile rispettarla, ricordarsi che ora si è in due. Va bene, quindi, gestire la propria vita ma a patto di condividerne ogni aspetto con l’altra persona. In questo modo si eviteranno tensioni e si riuscirà ad organizzare al meglio la vita di entrambi e dei due insieme come coppia.

Organizzarsi. Ci sono situazioni in cui vivere in due necessita di organizzazione. Se per uscire basta comunicarsi reciprocamente gli impegni, le cose cambiano se si parla di invitare qualcuno a casa. Può accadere infatti che prima della convivenza lei fosse abituata a ricevere un’amica a casa per vedere un film insieme o che lui organizzasse sessioni di gioco o serate davanti alla tv per lo sport con gli amici. In questi casi, comunicare è indispensabile al fine di organizzarsi per tempo e fare in modo che anche il partner, a meno di non includerlo nella serata, abbia modo di gestirsi per uscire o per sistemarsi in una stanza diversa. In questo modo la vita di sempre scorrerà senza problemi e con il piacere di condividerla seppur di poco con la persona amata.

Non dimenticarsi della coppia. Una cosa che capita spesso quando si va vivere insieme è il lasciarsi andare al pensiero che vedendosi ogni giorno non c’è più bisogno di organizzarsi per vedersi. Sebbene da un lato ciò sia indiscutibilmente vero, dall’altro può portare alla noia nel rapporto di coppia. È giusto che oltre a sperimentare il piacere di potersi vivere in ogni momento, si mantenga quello di prendersi del tempo speciale da vivere insieme. Continuare a darsi degli appuntamenti, incontrare gli amici e organizzare cenette a due romantiche in cui farsi belli l’uno per l’altra sono aspetti che all’interno della coppia non dovrebbero mai mancare.

Creare nuove routine. Il tempo libero in più può essere ovviamente anche fonte di nuove routine da condividere insieme. Per esempio si può scegliere di fare sport insieme, di iscriversi a qualche corso o di praticare un hobby che piaccia ad entrambi. Modi alternativi per trascorrere il tempo, vedersi in altri contesti e sconfiggere la possibile noia che a volte può subentrare se ci si limita a subire il tempo invece che a gestirlo.

Parlare. Infine, come sempre, c’è l’importanza del dialogo che deve essere costruttivo e che non va mai e poi mai sottovalutato. Raccontarsi, esprimersi senza problemi eventuali fonti di disagio e trovare insieme le soluzioni, sono modi per vivere al meglio la vita a due e per far si che la convivenza sia qualcosa di unico ed in grado di rendere la coppia più coesa che mai.

coppia che si guarda negli occhi
Coppia felice che si guarda negli occhi – Photo Adobe Stock

Seguire queste semplici dritte può fare davvero la differenza, rendendo la convivenza più semplice e aiutando la coppia a crescere insieme senza che nessuno faccia ombra all’altro. Tutto sta nel voler cooperare e nel trovare un percorso comune da seguire passo passo.