Donald Trump, ritorno alla Casa Bianca: il gesto che fa discutere

0
37

Donald Trump non si è mai sentito meglio: lo ha affermato lo stesso Presidente di ritorno alla Casa Bianca mentre scatenava una nuova polemica.

Donald Trump Coronavirus
Foto da GettyImages

Ha continuato a minimizzare la gravità della pandemia di Coronavirus negli Stati Uniti per non scatenare il panico. Ha affermato in più di un’occasione di non voler indossare la mascherina per non cedere alla paura che avrebbe provocato più danni dello stesso virus e, infine, è stato infettato.

Pochissimi giorni fa l’America e il mondo intero sono stati con il fiato sospeso in attesa di capire quale sarebbe stata l’evoluzione della malattia per Donald Trump, la cui età faceva giustamente temere per la sua risposta al virus e ai trattamenti.

The Donald è stato sottoposto a cure sperimentali non attualmente in commercio e che, soprattutto, non sono mai state testate prima su esseri umani. Nel giro di una manciata di giorni, dopo essere stato costretto a interrompere la sua campagna elettorale, però, il Presidente è tornato alla Casa Bianca e ha affermato di essere in gran forma.

Se qualcuno si aspettava, però, che Trump decidesse di cambiare prospettiva in merito alla pandemia e alla gestione delle sue conseguenze, è rimasto deluso. Il primo gesto del Presidente dopo il ricovero è stato studiato a tavolino per scatenare nuovamente la polemica e dare un segnale fortissimo al suo elettorato.

Donald Trump torna alla Casa Bianca: via la mascherina, in mondovisione

Donald Trump
Donald Trump (Foto: Instagram)

Stando a quanto riportato da a fonti ufficiali, il 45° Presidente degli Stati Uniti è stato costretto a ricorrere all’ossigeno per aiutarsi nella respirazione per ben due volte durante la sua breve degenza in ospedale.

Nonostante questo pare che The Donald abbia deciso di dimostrare al mondo intero di aver superato brillantemente i problemi di salute causati dall’esposizione al Coronavirus e lo ha fatto, ovviamente, alla sua maniera.

Il Presidente è atterrato nel giardino della Casa Bianca con un elicottero militare ed è sceso dalla scaletta appena dopo il militare che si occupava della sua scorta. Ha quindi attraversato il giardino con passo spedito e si è affacciato alla balconata della Casa Bianca salutando i fotografi.

È a questo punto che ha messo in scena il piccolo rituale che deve aver attentamente studiato con i suoi addetti alla comunicazione. Il Presidente degli Stati Uniti si è sfilato la mascherina bianca che aveva indossato fino a quel momento e ha continuato a posare per i fotografi.

Molti, guardando le immagini che sono state diffuse anche via Instagram, non hanno potuto fare a me no di notare che il Presidente sembrava avere evidenti problemi di respirazione e che per ben due volte abbia dovuto aprire la bocca per riuscire a riempire adeguatamente i polmoni. Se si sia trattato di una fame d’aria autentica o di una messa in scena per sottolineare gli effetti deleteri della mascherina nessuno ha potuto dirlo o potrà dirlo in futuro.

Quello su cui invece non si può assolutamente discutere è il contenuto del messaggio apparso su Twitter poco dopo l’arrivo di Trump alla Casa Bianca. Il Presidente ha affermato: “Siate attenti, siate prudenti, ma uscite fuori, non lasciate che il virus vi domini, si può combattere. Dobbiamo riaprire la nostra economia”.

Non si tratta di un concetto nuovo per la propaganda politica di Trump negli ultimi mesi. Il Presidente americano ha infatti sempre fatto di se stesso un vero e proprio simbolo della fiducia nei mezzi scientifici e tecnici americani nella lotta contro il Coronavirus.

Se fino a questo punto il comportamento di Trump avrebbe potuto risultare assolutamente accettabile, il Presidente ha compiuto il suo passo falso nelle dichiarazioni appena successive. “Mi sento più forte di 20 anni fa” ha affermato il Presidente, scatenando (a giusta ragione) la rabbia di Joe Biden, candidato dei Democratici alla presidenza ed erede ideale di Barak Obama.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Periódico Cubano (@periodicocubano) in data:

“Lo vada a dire alle famiglie degli oltre 205.000 americani già morti per il Covid” ha affermato Biden mentre si trovava a Miami. “Spero davvero che nessuno pensi che il virus non sia un problema” ha continuato Biden enumerando i tragici dati sulla Pandemia negli States. “Oltre 200.000 americani sono morti, 50.000 sono gli americani contagiati ogni giorno, 1.000 sono i decessi quotidiani. Questa è un’emergenza nazionale. Il Presidente dovrebbe assumersene la responsabilità” ha affermato nella speranza di portare dalla sua parte l’elettorato della Florida, da sempre fondamentale per decidere gli equilibri politici dell’intero Paese.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Queen V: CELEBRITY BLOGGER (@queen_v_blog) in data:

Tra le altre cose il gesto di mettere la mascherina è stato scelto da Biden come uno dei gesti simbolici della sua campagna elettorale nelle settimane della pandemia e non è stato un caso che i suoi sostenitori lo abbiano scelto per opporlo a quello, altrettanto simbolico, che Trump ha eseguito sfilandosela.