Sale di sedano per abbassare la pressione: cos’è e come prepararlo

0
59

Se la pressione alta è diventata un problema e se per combattere l’ipertensione non volete sempre medicine, allora il sale di sedano è la soluzione

Sale di sedano

Chi soffre di pressione alta lo sa. Uno dei primi alimenti che il cardiologo o il medico di base vietano è il sale. Ma esistono delle versioni alternative, facili anche da preparare in casa. Come il sale di sedano, una soluzione alla quale forse non avevate mai pensato.
L’ipertensione è un disturbo decisamente diffuso nel nostro Paese ed è causa di problemi cardiovascolari notevoli.

Nella terapia solitamente prescritta dal medico una voce importante è quella dell’alimentazione, che a seconda delle abitudini a tavola dovrà escludere oppure integrare alcuni alimenti. Ma eliminare completamente il sale in cucina, specie per insaporire piatti che hanno poco oppure nessun gusto, è dura.

Allora intervengono i surrogati, prodotti che da una parte aiutano a prevenire e curare patologia specifiche ma dall’altra sono anche sani. Il sale in realtà è già contenuto dentro a molti cibi in maniera naturale, dobbiamo solo sfruttare le loro caratteristiche, Certo, possiamo sostituirlo con le erbe aromatiche e le spezie. Oppure lavorare di fantasia, come con il sale di sedano preparato in casa. É ricco di sali minerale, ma rispetto al sale che utilizziamo di solito contiene meno sodio ed è anche ricco di potassio.

Sale di sedano, le tre tecniche per prepararlo

 

Ma come possiamo preparare il sale di sedano in casa? In pratica è una polvere ricavata dal sedano essiccato e servirà sia ad insaporire i cibi che per la loro conservazione naturale più a lungo.
Il primo passo è quello di pulire bene le coste di sedano e separare la parte del gambo da quella con le foglie. Con un pelapatate togliete bene i filamenti dal sedano e poi tocca solo decidere quale procedura adottare per la sua essicazione: sotto il sole, nel forno, oppure con l’essicatore.

Andiamo con ordine. Per ottenere un perfetto risultato al sole serviranno alcuni giorni, ma soprattutto serve un sole costante e bello caldo. Più facile invece è l‘essiccazione in forno. Tagliate il sedano a pezzetti, versatelo su una teglia rivestita da carta da forno e infornate ad una temperatura non superiore agli 80° tenendo leggermente aperto lo sportello. Serviranno circa 7-8 ore ma in fondo non dovete fare nulla
Quando il sedano sarà pronto, lasciatelo ancora seccare all’aria per un paio d’ore perché dovrà perdere tutta l’umidità. Potrete trasformarlo in polvere utilizzando con un macinino o un robot da cucina.

In alternativa c’è l’essiccatore elettrico. Anche in questo caso tagliate a pezzetti i gambi e usate l’impostazione per le verdure. Serviranno circa tre ore, ma il risultato sarà perfetto.