Maltempo a Nord: fra vittime e dispersi ci si aspetta la piena del Po

0
39

I danni causati dal maltempo sono ingenti e le forze messe a disposizione stanno svolgendo un lavoro costante e davvero importante.

Da come si può vedere dalle pagine social delle regioni colpite, ognuno è a lavoro per cercare di salvare tutto il salvabile e di tornare alla normalità al più presto.

La situazione meteo fornita dalle previsioni di 3bmeteo.com. consisteva in piogge e temporali più intensi sui rilievi e tra Liguria di Levante e Triveneto.

Non solo, erano previste tendenze ad attenuazione delle precipitazioni durante la notte da Ovest.

Inoltre erano riportate temperature in diminuzione, minime tra 11 e 15. Al Centro piogge e temporali sulla Toscana in estensione entro la notte alle restanti regioni. Temperature stabili, minime tra 14 e 18. Al Sud tempo perlopiù asciutto.

In questo quadro in sviluppo i danni sono stati ingenti, purtroppo, e bisogna fare i conti con la realtà di ciò che è accaduto dopo il settembre più freddo degli ultimi 50 anni.

Maltempo: aggiornamenti dal Nord

maltempo in Italia
la pioggia non accenna a fermarsi (fonte: Pexels)

Per cercare di comprendere cosa sta accadendo, dopo i precedenti aggiornamenti che è possibile vedere qui, bisogna fare una analisi procedendo regione per regione.

Situazione in Liguria:

Nella regione Liguria è salito ieri a quattro il numero di morti ritrovati. Il quarto cadavere è stato rinvenuto nel pomeriggio di domenica sulla scogliera a Sanremo.

Il corpo è di carnagione chiara in un discreto stato di conservazione. Il mare mosso purtroppo ha impedito di avvicinarsi via mare e si è valutata pertanto l’ipotesi di recuperare il cadavere con l’ausilio di un elicottero.

In precedenza nel fiume Roya un altro cadavere era stato trovato, un francese di origini italiane. Nella valle nella giornata di ieri un elicottero dei Vigili del Fuoco italiani ha portato a valle una famiglia di 4 malgari, tra i quali due persone anziane, in alpeggio della località Casterino, a Tenda. Un altro malgaro, in un altro alpeggio della zona, ha preferito restare in alta montagna.

Una ulteriore vittima tra i detriti della mareggiata in Liguria, questa volta sulla spiaggia di passeggiata Oberdan, a Ventimiglia. Qualche ora prima un morto era stato rinvenuto ai Tre Ponti di Sanremo.

Situazione in Piemonte:

Purtroppo in questo caso la situazione in continua evoluzione presenta un quadro che presagisce qualcosa di potenzialmente molto negativo.

Sono 108 i Comuni piemontesi che hanno subito danni dall’alluvione dei giorni scorsi. Lo comunica la Protezione civile della Regione.

I volontari attivi sui cantieri aperti per il ripristino delle opere danneggiate sono 1360.

La situazione utenze senza corrente elettrica causa maltempo è stata descritta grazie ai dati Enel che ha comunicato quanto segue.

Le utenze senza corrente elettrica sono, grazie a quanto riportato dal sole24ore, 2700 nel Verbano-Cusio-Ossola, 2360 in provincia di Vercelli; 1500 in provincia di Cuneo, 1000 in provincia di Biella, 240 in provincia di Novara 240, 180 in provincia di Torino; 13 nell’Alessandrino.

Per quanto riguarda la viabilità della regione, ieri mattina,  è stata riaperta al traffico l’autostrada A5 Torino-Aosta che era stata chiusa sabato, nel tratto tra Quincinetto e Scarmagno.

Situazione in Emilia Romagna:

Arpa e Protezione civile ieri hanno diramato una nuova allerta arancione nella pianura e nella bassa collina delle province di Parma e Piacenza e per vento sull’Appennino emiliano per rischio idrogeologico.

L’allerta è entrata in vigore ieri e sarà valida per tutta la giornata di oggi.

Particolare preoccupazione desta il passaggio della piena del Po nel Piacentino. In seguito ai nubifragi, il livello del fiume Po era salito di sei metri e sono sotto pressione anche i laghi Maggiore e di Como.

Secondo quanto emerge da un’elaborazione della Coldiretti sulla base del monitoraggio dell’Agenzia interregionale per il fiume Po (Aipo) il colmo di piena dovrebbe però essere contenuto entro il livello 2 (arancione) e non superare i 5 metri.

Allerta meteo passa anche al sud: gialla nel Lazio

Il Centro Funzionale Regionale rende noto che il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso domenica l’avviso di condizioni metereologiche sfavorevoli sul Lazio.

In queste ore infatti ci sono precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, con quantitativi cumulati da deboli a puntualmente moderati.

Il maltempo sembra essere in espansione.

maltempo in Italia
cattive condizioni atmosferiche in tutta la penisola (fonte: Pexels)

Seguiranno aggiornamenti