Processo preliminare a Salvini: chiesta di nuovo l’archiviazione

0
44

Oggi 3 Ottobre è una giornata che comunque vada è importante per la politica Italiana. Il processo preliminare a Salvini. 

Matteo Salvini aggredito
Matteo Salvini (Instagram)

Dopo tutte i dettagli di cui abbiamo parlato per quanto riguarda il processo in via preliminare a Salvini, è giunta notizia che la Procura di Catania ha di nuovo chiestol’archiviazione di Matteo Salvini dall’accusa di sequestro di persona per la gestione dello sbarco di 131 migranti dalla nave Gregoretti.

In aula, per l’accusa, è presente il sostituto procuratore Andreas Bonomo.

L’udienza davanti al giudice dell’udienza preliminare Nunzio Sarpietro sta proseguendo con l’intervento dell’avvocato Giulia Bongiorno per la difesa.

Da quanto si apprende, secondo alcune fonti del partito, la difesa del leader della Lega ha chiesto il non luogo a procedere perché il fatto non sussiste sul caso Gregoretti.

Ha inoltre chiesto un’eventuale audizione dell’attuale ministro dell’Interno Luciana Lamorgese.

La richiesta di audizione del ministro è stata avanzata per sollecitare un approfondimento probatorio da parte del giudice per accertare se le procedure di sbarco indicate nel capo di imputazione sono le stesse seguite tuttora dal governo Conte.

La protesta fuori dal palazzo: “Salvini…”

(Istock)

Intanto fuori dal palazzo di giustizia è già iniziata la protesta tanto criticata dall’ex ministro degli interni.

È infatti cominciata a Catania la manifestazione anti Salvini organizzata dal coordinamento “mai con Salvini Sicilia”.

In piazza Trento sarebbero presenti circa 500 persone non lontano da piazza Verga, dove c’è il tribunale in cui si sta svolgendo l’udienza preliminare per il caso Gregoretti.

Una indiscrezione riporta la presenza di un furgone con uno striscione con la scritta “abbiamo già la sentenza: Salvini m….!

Non solo, secondo quanto si apprende al fianco del furgone ci sarebbero alcuni ragazzi che spingono due carrelli del supermercato pieni di rotoli di carta igienica con la faccia dell’ex alleato di governo del movimento cinque stelle.

Ad aprire il corteo uno striscione con la scritta mai con “Salvini, la giustizia non la fa un tribunale.”

Le proteste continuano a pochi passi dal tribunale di Catania, a gran voce viene chiesta giustizia mentre l’ex ministro e leader della Lega, che ultimamente era stato vittima di una aggressione, si è dichiarato sereno e sicuro sulla sua innocenza.

Ricordiamo che gli viene contestata la gestione degli sbarchi dalla Gregoretti a una ventina di giorni dai “pieni poteri” chiesti agli italiani come uno tsunami, la sera del 9 agosto.

matteo salvini incazzato
Matteo Salvini (Getty Images)

“Lunga giornata” per la politica italiana e soprattutto, ovviamente, per Matteo Salvini.