Convivenza: come gestire al meglio la nuova casa

0
67

La convivenza è una scelta importante. Scopri come gestire al meglio il luogo in cui vivere.

convivenza progettare casa insieme
Coppia felice che tiene una sagoma di casa tra le mani – Fonte: Adobe Stock

La scelta di andare a vivere insieme al proprio partner, presuppone tutta una serie di cambiamenti che possono rivoluzionare la coppia sia in positivo che in negativo. Con il cambio delle abitudini, il tempo in più che si passa insieme e la suddivisione degli spazi e dei momenti liberi, il rapporto a due tende infatti a cambiare. Per riuscire a far si che i mutamenti siano positivi è importante prendersi cura di alcuni aspetti fondamentali tra i quali c’è ovviamente la gestione dello spazio da condividere. Scopriamo quindi quali sono gli aspetti da prendere in seria considerazione e quali, invece, sono gli errori da non commettere.

Vita insieme: come gestire il luogo in cui si vive

convivenza
Coppia che dipinge il contorno di una casa – Fonte: Adobe Stock

Avete deciso di fare il grande passo e di andare a vivere insieme e ora non sapete da dove iniziare? Niente paura, trovarsi confusi davanti ad un simile cambiamento è più che normale. Ciò che conta è non farsi prendere dal panico e muoversi in modo da compiere ogni passo nella giusta direzione. Per farlo è indispensabile ricordarsi che si sta insieme e che ogni decisione, d’ora in avanti, dovrà essere presa di comune accordo, specie per tutto ciò che riguarda il nido in cui si intende vivere insieme. Cerchiamo quindi di analizzare i punti essenziali per gestire al meglio il modo in cui vivere insieme.

Pensare alla casa come al nido d’amore. La prima mossa da fare quando si sceglie di andare a vivere insieme consiste nel ricordarsi che da questo momento in poi si sarà in due. Invece di immaginarsi singolarmente nella propria casa è quindi preferibile vedersi in due. In questo modo sarà più facile capire a priori che non si può pensare ad una camera tutta trine e merletti o ad un soggiorno con tanto di biliardo, zona action figure e collezioni varie. Sempre che entrambi non si abbia delle passioni comuni. Cosa dalla quale ci si dovrebbe sempre far ispirare. L’idea è che chiunque entri in casa capisca subito che si tratta della vostra e non di uno solo dei due.

Stabilire un budget. A prescindere da chi spende o da quante cose ci si porterà dalla rispettiva casa, prima di iniziare è sempre meglio stabilire un tetto massimo di spesa. Cosa che dovrà adeguarsi alle disponibilità di entrambi. In questo modo ci si autoregolerà sia negli acquisti che nelle pretese. E ciò aiuterà ad evitare inutili liti che spesso possono portare ad inutili momenti di tensione. Dopotutto andare a vivere insieme è un passo importante ma anche romantico. È quindi preferibile viverlo con un mood rilassato e pronto a vivere ogni cosa come una nuova scoperta.

Organizzare gli spazi. Un’altra cosa importante, una volta scelta la casa (ancor meglio se lo si fa anche prima) è quella di pensare agli spazi. Quanto tempo si passa in cucina? E in soggiorno? Uno dei due lavora in smart working? Queste sono solo alcune delle domande che bisogna porsi ma che possono fare la differenza. Sapere a priori se si desidera una cucina spaziosa, se si ha bisogno di un angolo studio o di una stanza hobby o per la palestra aiuterà sia a mantenere l’ordine in casa che la pace all’interno della coppia.

coppia cucina
Coppia che cucina insieme – Fonte Istock photo

Pensare ai luoghi per viverli insieme. Visto che si è in coppia si deve iniziare a pensare al dover condividere i propri spazi con l’altra persona. Farlo prima aiuterà a pensare a soluzioni studiate ad hoc per stare insieme mantenendo ognuno il proprio spazio personale e al contempo condividendo le passioni dell’altra persona. Per fare un esempio, se si cucina insieme, si deve pensare ad un piano di lavoro più grande. Mentre se dei pasti si occupa uno solo dei due si può comunque studiare una cucina che accolga entrambi allo stesso tempo. In questo modo si potrà chiacchierare mentre si cucina. Uno dei due potrebbe dare una mano e tutto diventerebbe più divertente e piacevole. Lo stesso, ovviamente, andrà fatto anche per gli altri ambienti di casa.

Non dimenticare mai i gusti del partner. Visto che si sceglie di andare a vivere insieme perché ci si ama, è bene non dimenticarsi di questo aspetto. Prima di dire di no ad una richiesta particolare, come la possibilità di esporre i fumetti di uno o le borse dell’altra, è sempre bene pensare a quanto il partner tiene alle sue cose. Imparare a trovare il giusto compromesso tra ciò di cui uno ha bisogno e ciò che l’altro proprio non sopporta è infatti la chiave giusta per iniziare al meglio una storia d’amore.

Fare gli acquisti insieme. Per quanto ci sia sempre uno dei due più portato per gli arredi, visto che la casa andrà vissuta da entrambi sarebbe bene condividerne ogni aspetto, dalla progettazione agli acquisti e, ovviamente, alla sistemazione di quanto preso. Andare in giro insieme, guardarsi intorno e scegliere cosa acquistare sono momenti speciali che è bello condividere insieme. In questo modo la coppia sarà più unita e meno propensa ad andare in crisi davanti a divergenze di opinione o ritardi nelle consegne.

Parlare di ogni più piccolo problema o necessità. Infine, è sempre bene mantenere un buon dialogo di coppia. In questo caso, riuscire ad esprimere eventuali sensazioni di disagio o bisogni particolari è sempre la scelta giusta. La casa deve infatti essere un luogo confortevole per entrambi e più si sarà sinceri maggiori saranno le possibilità di viverla nel modo giusto, iniziando al meglio la convivenza.

convivenza gestire gli spazi insieme
spazzolini su sfondo rosso con cuore – Fonte: Adobe Stock

Seguire questi passi può fare davvero la differenza nella nuova vita insieme. La casa, dopotutto, è il luogo in cui ci si sveglia e ci si ritrova dopo una giornata di lavoro. E avere un nido da amare e curare insieme è una delle cose più belle che possa esserci nella nuova vita a due.