Come allenare i tricipiti a casa: e dire addio all’effetto tendina

0
76

I tricipiti sono muscoli delle braccia non sempre facili da allenare. Ecco alcuni esercizi per dire addio all’effetto tendina.

come allenare tricipiti
Effetto tendina (Adobe Stock)i

I tricipiti sono quei muscoli situati posteriormente alle braccia. Allenarli non è semplice perché richiedono esercizi specifici. Infatti, per loro natura è difficile che vengano sollecitati nei normali movimenti quotidiani.

Spesso non allenandoli si va incontro, soprattutto con l’avanzare dell’età, al famoso ‘effetto tendina’. In pratica, il braccio quando perde la sua tonicità tende a diventare molle sulla parte posteriore creando una sorta di antiestico effetto ‘budino’.

Per alcune donne questo inestetismo può diventare motivo di un vero e proprio complesso, tanto da far accantonare a molte di esse vestiti e magliette senza maniche proprio per non far vedere le braccia flaccide.

Ecco come dire addio alle braccia flaccide: vi sveliamo come allenare i tricipiti

Molte donne, pur avendo un corpo tonico e ben definito spesso trascurano di allenare le braccia. In particolare, si pensa a rafforzare i bicipiti ma molto spesso ci si dimentica dei tricipiti, ovvero i muscoli situati dietro alle braccia.

Dedicare invece una parte del nostro allenamento quotidiano anche a questi muscoli, spesso dimenticati è importante per eliminare il cosiddetto ‘effetto tendina’. Ovvero quell’inestetismo che rende le nostre braccia poco toniche o per meglio dire flaccide.

Abbiamo individuato 4 semplici esercizi da fare con l’ausilio di due manubri. Se non li avete andranno bene anche due bottiglie d’acqua. A seconda di quanto siete allenate e dello sforzo che volete fare potrete utilizzare pesi più o meno pesanti.

1) Iniziamo il nostro allenamento con il primo esercizio. In piedi e con i manubri in mano incliniamo la schiena in avanti, gambe aperte alla larghezza delle spalle e addome tirato stendiamo le braccia indietro facendo attenzione a tenere fermi i gomiti. Facciamo 10 spinte quindi alla decima ripetizione ci fermiamo con le braccia indietro per 10 secondi e teniamo. Continuiamo con altri 10 piccoli molleggi.

2) Sempre in piedi porto stavolta le braccia in alto e con i manubri e i gomiti stretti ai lati della testa eseguo delle distensioni verso l’alto. Ne facciamo 10. Ora con una mano prendo i due pesetti, con l’altra libera afferro l’altro braccio che fletterò dietro e poi distenderò verso l’alto. Se i due pesi sono troppo pesanti prendiamone uno solo. Ripetiamo 10 volte per ogni lato.

3) In piedi con le braccia aperte parallele al pavimento e i pesi in mano fletto il braccio e distendo. Controlliamo bene il movimento e con l’addome stretto ripetiamo l’esercizio 10 volte.

4) Sempre dalla stessa posizione iniziale del terzo esercizio, stavolta piego il gomito e apro e chiudo per altre 10 volte.

Una volta terminato il giro ricomincio daccapo e ripeto il circuito per almeno un’altra volta.

Questi sono alcuni esercizi, che potranno essere integrati anche con altri workout specifici per le braccia ma anche per altre parti del corpo.

Scopri ad esempio come avere polpacci ben definiti o come avere glutei alti e sodi.