Pulizie naturali: 6 cose che non dovresti mai pulire con l’aceto

0
241

L’aceto è un ottimo anticalcare e deodorante naturale ma non può essere utilizzato su tutte le superfici, scopri quando è controindicato.

Aceto di alcool | 5 motivi per cui non potrai più farne a meno
Fonte foto: AdobeStock

L’aceto assolve egregiamente moltissime funzioni per tanto il suo utilizzo si estende dalla cucina alle pulizie ecologiche. Conosciamo la sua efficienza in qualità di disincrostante, deodorante, disinfettante, ma non dovremmo sottovalutare che l’aceto non è adatto a pulire tutto e tutte le superfici. Scopri per quali cose il suo utilizzo è controindicato.

Le cose da non pulire con l’aceto bianco

aceto sconsigliato per pulire
Photo Adobe Stock collage

C’è chi lo usa praticamente da sempre e chi lo usa praticamente per tutto e chi non può farne praticamente a meno, questo è quello che accade quando si testa e si constata personalmente l’efficienza di alcuni prodotti naturali come l’aceto che non ha nulla da invidiare ai detergenti chimici in vendita presso gli esercizi commerciali.

Altri prodotti di punta per le pulizie ecologiche sono il limone, il bicarbonato, l’acido citrico, da soli o combinati tra loro a seconda del tipo di sporco.

Forse gli amanti dell’aceto non sanno che esso è fortemente controindicato su alcune superfici dato il suo alto grado di acidità e potere corrosivo.

Ecco 6 oggetti e le superfici sui quali l’aceto non dovrebbe essere utilizzato e perchè:

1. Superfici in marmo

La bellezza del marmo sta nel suo splendore. Il marmo è lucido e liscio e anche molto delicato. L’acidità dell’aceto potrebbe danneggiare la superficie liscia e lucida del marmo. Per pulire le superfici marmoree, si consiglia di utilizzare prodotti meno corrosivi, per esempio potreste utilizzare acqua calda nella quale avrete diluito un pò di detersivo per i piatti,  sapone di Marsiglia o sapone nero. Usate una spugna per pulire la superficie, quindi asciugate con un panno morbido assorbente per evitare gli aloni.

2. Superfici in legno cerato

Il legno cerato sostituisce spesso i pavimenti. Anche questa è una superfice molto delicata pertanto rientra nelle superfici per pulire le quali l’aceto è sconsigliato. L’aceto in questo caso potrebbe sciogliere la cera che ricopre il legno e macchiare il legno sottostante. Per pulire legno e parquet esistono prodotti specifici. Acqua calda e un pò di argilla o olio di lino garantiscono una pulizia delicata e rinnova e nutre il legno.

3. La lavastoviglie

Anche se l’aceto è un ottimo disincrostante ed anticalcare, ricordate che potrebbe corrodere le guarnizioni in gomma della lavastoviglie. Meglio utilizzare detersivo per piatti diluito con acqua per pulire le parti della lavastoviglie.

4. Il ferro da stiro

Si potrebbe pensare che versare acqua e aceto nel serbatoio del ferro da stiro potrebbe dissolvere eventuali calcificazioni calcaree. In realtà si tratta di una pessima idea. Questo rimedio potrebbe impedire il corretto funzionamento del ferro da stiro e andare a corrodere eventuali guarnizioni poste al suo interno.

5. La caffettiera

Non è insolito notare residui di calcare nella caffettiera, ma il modo migliore di pulirla non è con l’ausilio dell’aceto. Scopri come pulire la moka evitando alcuni errori. Anche la caffettiera possiede guarnizioni che si potrebbero danneggiare a causa dell’azione corrosiva dell’aceto impedendo il corretto funzionamento della stessa. Si consiglia di pulire la caffettiera con acqua calda filtrata priva di calcare e di asciugarla dopo l’uso. Eventualmente aceto e bicarbonato possono essere utilizzati per pulire la parte esterna.

aceto bianco
Photo Adobe Stock

6. Pentole antiaderenti

Il rivestimento delle padelle antiaderenti Una padella o una casseruola antiaderente rimane sensibile agli agenti svernicianti come detergenti chimici aggressivi o persino aceto. Inoltre, si consiglia di pulire questi utensili con una spugna morbida e non ruvida che può essere abrasiva e graffiare il rivestimento. Se vuoi lavarli in lavastoviglie, usa il programma eco a bassa temperatura. Per prendersene cura, si consiglia inoltre di evitare di tagliare il cibo nella padella con oggetti metallici appuntiti come un coltello.

Scopri anche  Aceto bianco di alcool: gli usi casalinghi che devi conoscere