Parlamentari e covid: 2 senatori infetti del Movimento 5 Stelle

0
49

I lavori di commissione sono stati bloccati per 2 casi di covid. La Presidente del Senato Casellati oggi ha convocato lo stesso la conferenza dei capigruppo. 

M5S, tensioni all'interno del Movimento (Getty Images)
M5S (Getty Images)

In questi giorni si è parlato non poco dei vari casi di figure istituzionali infettate dal covid e purtroppo la minaccia continua e si fa sentire anche nelle sedi istituzionali.

In questi casi purtroppo i lavori delle varie istituzioni non possono proseguire celermente e quindi si rischia di bloccare il proseguo delle attività stesse.

Appena ieri infatti si sono aggiunti ai casi di covid due senatori del gruppo M5S, a quanto si apprende da fonti di Palazzo Madama.

Come da protocollo tutti i membri del gruppo pentastellato si stanno sottoponendo a tampone naso-faringeo. Secondo quanto si apprende i due parlamentari sono in isolamento.

Ovviamente questo accaduto ha coinvolto infatti tutti i parlamentari entrati in contatto con i due senatori positivi al covid.

Vediamo però cosa sta accadendo in Parlamento.

2 casi di covid nelle fila del M5S: cosa accade in Parlamento

Come cambia il Parlamento dopo il Referendum sul taglio dei parlamentari (Getty Images)
parlamentari (Getty Images)

Pronta la risposta da parte del Presidente del Senato Casellati che subito dichiarato che il Senato sarebbe rimasto aperto senza alcun timore e che lei  non ha avuto nessuna intenzione di chiudere.

“Non l’ho fatto neppure nel periodo più acuto della pandemia e sarebbe assurdo che succedesse adesso”. Lo ha dichiarato subito dopo il Presidente del Senato, Elisabetta Casellati.

Le Commissioni che erano state convocate ieri infatti sono state bloccate solamente ed esclusivamente per effettuare gli accertamenti imposti dai protocolli di sicurezza, ma oggi tutto dovrebbe essere tornato alla normalità.

Infatti alle 9.30 di oggi la Presidente ha già tenuto la Conferenza dei capigruppo.

Questa notizia di due senatori del Movimento 5 stelle risultati positivi al Covid-19 ha però sortito lo stesso alcuni effetti di blocco in via precauzionale in quanto vi era appunto bisogno di sanificare di alcune sale.

L’attività ordinaria degli uffici e del personale è continuata però normalmente.

Per quel che riguarda il dl agosto, al vaglio della commissione Bilancio e atteso in Aula lunedì, si è invece verificata solamente una riunione fra i capigruppo di maggioranza, ma ogni valutazione è stata rinviata in attesa di conoscere quando l’attività potrà riprendere.

I due senatori positivi al covid sono Francesco Mollame e Marco Croatti. 

Il primo ha dichiarato su Facebook di ringraziare profondamente quanti hanno espresso i loro auguri di presta guarigione. Nelle sue parole noti amare sul fatto che quando si sta molto male ed isolato anche un semplice saluto da’ forza, non fa sentire soli.

Il senatore pentastellato ha poi confessa di non essersi mai sentito così male, definendo il virus una brutta bestia che non va sottovalutata.

L’altro senatore M5s, Marco Croatti, ha anche lui optato per le dichiarazioni a mezzo social.

Ha infatti dichiarato che il tampone che ha effettuato il 29 settembre ha dato esito positivo. In un atto di correttezza ha prontamente informato che giovedì aveva preso parte all’assemblea dei senatori del Movimento 5 stelle, munito di mascherina e nel rispetto del distanziamento sociale nei confronti dei presenti.

Il senatore Croatti è da lunedì pomeriggio in quarantena in casa.

Infine si è lasciato ad un invito ad avere massima cautela ed a prendere i vari accorgimenti del caso. Con forza ha chiesto il rispetto delle regole perchè, come da lui dichiarato, solo rispettando tutti insieme le indicazioni che ci vengono date potremo avere la meglio su questo virus.

governo
Luigi Di Maio in Parlamento (TIZIANA FABI/AFP/Getty Images)

Altre due figure istituzionali si aggiungono alla lista di infetti dal covid.

Come già preannunciato dal Ministro Speranza, a causa del covid ci aspettano mesi difficili, sperando di affrontarli al meglio.