Ritrovato il ragazzo disperso a Treviso: aveva preso un treno

0
95

Dopo le ricerche disperate del padre e la presunta convinzione di essere caduto nel Sile. È stato ritrovato il 20enne scomparso: aveva preso un treno.

Fonte: TrevisoToday.it

La notizia è di stamattina. Il ragazzo poco più che 20enne era caduto nel fiume Sile tra ponte de Fero a ponte San Martino, all’altezza della chiusa della centrale elettrica. Tra la tanta paura e preoccupazione, il padre si era tuffato per cercare di recuperare il ragazzo. Ma invano. Era disperso, scomparendo nel nulla.

L’accaduto si è verificato in pieno centro di Treviso ad orario di pranzo. Il giovane è precipitato in acqua da un’altezza di circa 5 metri. Insieme a lui c’era il padre che dal forte trauma non è riuscito a raccontare bene ai soccorritori la vicenda.

Ma nonostante lo shock ha avuto la prontezza di tuffarsi subito nel tentativo di salvarlo, si era buttato il padre del ragazzo, ma non era riuscito a raggiungerlo ed era stato soccorso dai vigili del fuoco. Non riuscendo a raggiungerlo sono arrivati in soccorso i vigili del fuoco con l’ausilio della squadra sommozzatori di Vicenza, hanno continuato per ore le ricerche del giovane, fino al pomeriggio senza esito. E per tutto il giorno i trevigiani hanno sentito l’elicottero del 115 che perlustrava la zona nella speranza di vederlo riaffiorare vivo. Per ore si è temuto il peggio per il ragazzo.

Dalla tragedia alla risoluzione

Ricerche fiume Sile
Le ricerche lungo il fiume Sile avvenute da parte dei Vigili del Fuoco (Fonte: Trevisotoday.it)

Ed alla fine tutto si è concluso per il meglio: il giovane è stato avvistato, vivo, a Istrana, ad avvisare sono stati alcuni clienti di un bar che avevano sentito parlare della sparizione e hanno visto il ragazzo entrare tutto fradicio e infreddolito.

La macchina dei soccorsi – che per altro non si era mai fermata sin dalla caduta del ventenne – si è rimessa in moto e ha raggiunto il giovane prestandogli i primi soccorsi. Il giovane ha poi raccontato di essere riemerso ed essersi diretto verso la riva del fiume e la vegetazione. Dirigendosi con gli abiti zuppi di acqua verso la stazione.

Subito dopo l’incontro con il padre eroe che si era tuffato in salvataggio del figlio!