Come risparmiare energia elettrica utilizzando la lavatrice, ecco il trucco

0
75

Se si utilizza in modo errato pagherete tanto in bolletta. Come risparmiare energia elettrica utilizzando la lavatrice? Scopri il trucco.

Come risparmiare energia lavatrice
Lavatrice Foto:Adobe Stock

La lavatrice è uno degli elettrodomestici a cui nessuno può rinunciare, indispensabile per lavare e igienizzare il bucato, quindi è importante prendersene cura. Ma è importante anche risparmiare in bolletta ed evitare sprechi di corrente, infatti spesso l’utilizzo errato della lavatrice ci fa ricadere nell’errore di dover pagare una bolletta alta.

Quindi è davvero importante utilizzarla al meglio in modo da risparmiare.
Scopriamo come risparmiare energia elettrica utilizzando la lavatrice, basta seguire qualche piccolo trucco.

Come risparmiare energia elettrica con la lavatrice: piccoli accorgimenti

come risparmiare bolletta
Impostare il lavaggio corretto Foto:Pixabay

E’ opportuno seguire qualche piccolo consiglio non trovarsi a pagare un bolletta alta per l’uso sbagliato di questo indispensabile elettrodomestico, a cui nessuno sa rinunciare.

1- Classe energetica: è davvero importante per garantire un risparmio energetico, la classe deve essere A o superiore, come A+, A++, A+++. Quindi se dovete fare un nuovo acquisto tenete presente di ciò. Se avete a disposizione già una lavatrice con classe energetica diversa, ponete attenzione alla durata e alle fasce orarie.

2- Non riempire il cestello: se avviate la lavatrice con pochi capi, non solo consumerete acqua ma anche energia. Però evitate di sovraccaricare la lavatrice, perchè i capi non vengono lavati bene, rischiando di fare danni anche alla lavatrice stessa, è importante rispettare le indicazioni riportate sul libretto di manutenzione. 

3- Scegliere la temperatura giusta: è uno spreco scegliere una temperatura elevata quando non è necessario. Il bucato si deve lavare ad una specifica temperatura, ma molto dipende dai tessuti. La temperatura giusta esiste, innanzitutto dovete sempre leggere le etichette dei capi. Infatti queste vi danno tutte le informazioni utili per garantire un lavaggio efficace e perfetto.

La temperatura ideale è di 40° in linea generale, certo dipende dai tessuti e da quanto sono sporchi. Sicuramente lavare a 60° e 90° richiederà un dispendio energetico maggiore, quindi evitate se non è necessario. Magari scegliete temperature alte come 60°solo per i capi intimi e bianchi, senza pizzo e ricami.

4- Evitare il prelavaggio:  è un fase che precede il lavaggio, ma si può tranquillamente evitare se i capi sono puliti. In caso contrario potete mettere in ammollo i capi interessati, quindi li pretrattate. In questo modo evitate che le macchie possano persistere anche dopo il lavaggio in lavatrice. Potete spruzzare sopra le macchie uno smacchiatore per indumenti specifico, facendo attenzione ai tessuti, poi li lasciate in ammollo in una bacinella con dell’acqua fredda per almeno 20-25 minuti. Dopo procedete al risciacquo. In questo modo eviterete la funzione di prelavaggio, risparmiando in acqua e corrente.

5- Lavare nelle fasce più economiche: le aziende che forniscono energia elettrica, hanno delle fasce orarie a tariffe più economiche. Nella maggior parte dei casi, le fasce mattutine fino alle 19 sono le più alte in assoluto, quelle più economiche sono nei giorni festivi e durante la notte. Certo anche il tipo di contratto tipo monorario, biorario o multiorario, va ad incidere. Quindi è consigliabile fare il bucato nelle fasce orarie più economiche.

6- Evitare di utilizzare l’asciugatrice: se non è necessario potete tranquillamente stendere il bucato all’aria così potete risparmiare in bolletta.

7-Evitare numero alto della centrifuga: più giri effettuate più energia ci vorrà. Il numero consigliato è di circa 800, dipende anche dai tessuti. Sicuramente impostare la centrifuga al numero massimo di giri, richiederà un dispendio ulteriore.

Lo sapete che avere una lavatrice pulita e vi fa risparmiare?

Come pulire la lavatrice
Pulire la guarnizione Foto: Adobe Stock

Pulire la lavatrice periodicamente non solo sarà igienizzata, ma si potrà garantire un bucato altrettanto pulito, profumato e vi fa risparmiare in bolletta!

Inoltre potete avere consumi controllati, sicuramente un elettrodomestico che lavora bene consuma meno. Avere la lavatrice sempre pulita e igienizzata è importante per evitare che i residui di detersivo, calcare, possa danneggiare non solo il cestello, ma anche i tubi e i filtri. Purtroppo la presenza di muffa, calcare, detersivo o ammorbidente a lungo andare quando viene a mancare la pulizia, può intasare i filtri e tubi, riducendo gli anni di vita dell’elettrodomestico. Tutto ciò si ripercuoterà negativamente sul lavaggio del bucato e sulla vita della lavatrice, determinando un maggior dispendio di energia.

Consigli utili da seguire

Risparmiare bolletta lavatrice
Bucato all’aria Foto:Pixabay

E’ importante eseguire un giusto lavaggio per garantire un bucato non solo fresco e profumato a lungo, ma anche igienizzato. Il bucato va lavato regolarmente, è opportuno prestare attenzione, eppur vero che bisogna seguire dei consigli per risparmiare in bolletta, ma si deve lavare bene il bucato. Spesso anche la scelta del programma lungo non solo aumenterà il costo della bolletta, ma i capi saranno più stropicciati e difficili da stirare. Quindi anche la stiratura del bucato fa aumentare il costo in bolletta, ma si sa che stirare i capi di abbigliamento è una delle faccende domestiche meno amate, ma se si seguono alcuni semplici suggerimenti, partendo dal lavaggio, si può velocizzare la stiratura. Sicuramente se i capi si lavano a temperature basse comprese tra i 30° e 40°potete evitare di stirare.

Inoltre anche se non fate la centrifuga o scegliete quella poco intensa, i capi saranno meno stropicciati. Non dovreste superare gli 800 giri al massimo. Evitate di lasciare per diverso tempo il bucato in lavatrice dopo il lavaggio. E’ buona abitudine togliere subito i panni dalla lavatrice, in caso contrario i capi si stropicciano. Potete sbattere energicamente per 3 volte il bucato così eliminate le prime pieghe. Mettete le camicie, abiti e t-shirt  su delle grucce, poi tirate delicatamente il tessuto con le mani, come se stesse stirando. In questo modo evitate di stirare, così risparmiate in energia elettrica e in tempo per stirare.

Con questi piccoli consigli potete risparmiare energia elettrica utilizzando comunque la lavatrice!