Essere in coppia è un ottimo analgesico: lo dice la scienza

0
62

Fare coppia con qualcuno donerebbe un effetto placebo per lenire il dolore. La scienza conferma il potere analgesico della coppia.

convivenza
coppia felice che trasloca – Fonte: Adobe Stock

Fare coppia con qualcuno ha un valore inestimabile. A volte diamo per scontato tutti i benefici derivanti dalla non solitudine. Mentre qualcuno è pronto a giurare che si sta meglio da soli, la scienza conferma che avere accanto qualcuno dona una specie di potere magico e molti benefici. Tra i diversi benefici c’è quello di avere una maggiore sopportazione del dolore. Ecco cosa rivela nel dettaglio lo studio.

Fare coppia è un analgesico secondo la scienza

dolore avvertto in coppia
Photo Adobe Stock

L’idea di avere accanto qualcuno aumenterebbe la nostra tolleranza al dolore. Un fatto davvero incredibile, eppure molte cose a pensarci bene, quando le facciamo insieme al nostro partner sono più sopportabili e ci rendono persino più felici.
Anche la scienza interviene a favore della coppia e dimostra che avere accanto qualcuno aiuta perfino a sopportare meglio il dolore, proprio come farebbe un analgesico.

Lo studio è stato condotto dai ricercatori austriaci della Umit di Hall in Tirol, in collaborazione con l’Università delle Isole Baleari. L’obiettivo dello studio era quello di determinare l’effetto della consapevolezza di non essere soli.

Per condurre questo studio i ricercatori hanno esaminato 48 coppie testate alla sopportazione del dolore. I partecipanti grazie ad uno strumento di misurazione della soglia di dolore, un algometro di pressione, si sono sottoposti ad un esercizio meccanico, e hanno palesato l’intensità del dolore provato dal fastidio al dolore atroce.

Lo stesso esperimento fatto in un primo momento singolarmente è stato poi ripetuto in coppia, o anche  guardando una fotografia del partner. Ebbene incredibilmente nel secondo caso la tolleranza al dolore tendeva ad aumentare.

Uno degli autori dello studio, Stefan Duschek della Umit  ha spiegato che: “Non è il primo studio che ha dimostrato che parlare e toccare qualcuno aiuta a ridurre la percezione del dolore” . Chi non ricorda il noto medico che è riuscito a fare il vaccino al bimbo senza che lui se ne rendesse conto? Dottore scopre tecnica per fare il vaccino ai bambini DIVERTENDOLI! Il video è diventato virale perchè rendeva perfettamente l’idea di quanto distrarre qualcuno mentalmente fosse sufficiente a non fargli percepire le sensazioni dell’azione svolta al momento.

“Ma la nostra ricerca prova che anche la presenza passiva di un partner può mitigarla, e che la sua empatia può attenuare lo stress durante l’esposizione al dolore”. L’esperto mostra così che rispetto agli studi del passato è stato fatto un ulteriore passp in avanti.

coppia dolore
Photo Adobe Stock

Ad ogni modo il dolore non è qualcosa di oggettivo, nel senso che ognuno di noi ha una soglia differente e variabile del dolore, fisicamente e psicologicamente ma indipendentemente da questo, la sensazione di poter contare sul supporto di un partner è stata considerata “significativa” in seno allo studio. “L’esperienza di vita quotidiana con un partner molto empatico porta ad aspettarsi di poter contare sulla sua partecipazione e sul suo supporto emotivo in situazioni di pericolo”. Secondo i ricercatori :“Per questo può bastare la sola presenza per ridurre l’angoscia e la sensibilità al dolore”.