Cardigan lungo, corto, elegante, casual: tutto ciò che c’è da sapere

0
66

Ancora lui, il cardigan, protagonista dell’autunno 2020 così come di tutte le ultime stagioni fredde. Scopriamo tutti i segreti di questo must che ci accompagna ogni qual volta il termometro inizia a scendere.

cardigan abbinamenti
Foto da Unsplash

Lontani i tempi in cui il maglioncino con bottoni era considerato un “capo della nonna”. Il cardigan da anni è tornato prepotente negli armati di tutte noi: rivisitato, riadattato in tessuti variegati ma pur sempre lui, con tutta la sua praticità e versatilità.

In inverno lo sfoggiamo caldo e avvolgente, un vero e proprio “confort dress”. In estate lo portiamo in borsa in tessuti leggeri, perfetto per eventuali venticelli dell’ultimo minuto.

Lo possiamo indossare lunghissimo o più corto, in ufficio così come per l’uscita più casual: il cardigan va bene veramente sempre.

La stagione fredda in arrivo pare ce lo farà scoprire veramente in tutte le sue varianti: liscio, intrecciato, con o senza bottoni, lungo, corto o cropped, in tutte le tonalità di colore e le possibili fantasie (disegni, ricami, stampe e altro ancora). Per non parlare poi dei tessuti: cotone, ciniglia e la classica lana pare andranno per la maggiore.

Il modello che più apprezzeremo pare sarà il così detto alla francese, cropped per capirci, molto in voga nei sempre amati anni ’90, ideale sopra pantaloni, gonne e jeans a vita alta.

Mai sottovalutare però un cardigan più pratico e lungo, sempre affascinante e dagli indubbi vantaggi. Scopriamoli insieme.

Cardigan lungo

cardigan lungo
Foto da Unsplash

E’ il modello perfetto per chi anche in inverno non ama indossare le calze e ha dunque necessità di coprirsi un po’ di più con “strumenti alternativi”.

La versione più pratica del cardigan lungo è senza dubbio quella priva di bottoni, che può esser lasciata così scivolare sui fianchi nascondendo anche qualche rotondità extra.

Se invece si preferirà abbottonare il cardigan si potrà provare ad abbinarlo a dei leggings così da trasformarlo quasi in un abitino, ancora meglio se aderente. Proprio come fatto questa estate da Chiara Ferragni.

Ecco alcuni modelli da cui lasciarsi ispirare.

Cardigan corto

cardigan corto
Foto da Pinterest

Se amiamo invece mettere in luce jeans, gonne e pantaloni niente di meglio di un cardigan che si possa infilare nel pezzo sotto.

Ecco allora che entrano in scena i cardigan corti, perfetti nella versione avvolgente e voluminosa ma bellissimi anche in quella più aderente, magari persino cortissimi nella variante crop.

Potrà esser indossato chiuso, soprattutto se si sceglie di non indossare nulla al di sotto, o aperto, in versione twin set (con top dello stesso tessuto come la moda di quest’anno è tornata a imporci), o anche abbottonato in parte, lasciandolo scivolare sulle spalle.

Infine una piccola perla fashion: provatelo con le maniche lunghe e super ampie, sarà una scelta veramente glamour.

Cardigan elegante

cardigan elegante
Foto da Unsplash

Chi ha detto che il cardigan è un capo casual? A fare la differenza è senza dubbio il tessuto: un cardigan in lana sarà caldo e comodissimo ma certo non da serata di gala, con un cardigan in ciniglia però la situazione cambia drasticamente.

Ci sono poi anche tessuti più semplici, come il cotone, da sperimentare anche in occasioni formali come una giornata di lavoro. Lo stesso dicasi per velluto, o cachemire.

Del resto fu Coco Chanel nel 1925 a realizzare anzitempo dei cardigan coordinati ai capi d’abbigliamento, attingendo a tessuti del guardaroba maschile. Come pensare allora che un simile capo non possa esser icona di eleganza?

Per sfoggiarlo in occasioni di maggior ufficialità vi consigliamo di optare per una variante del cardigan in tessuti leggeri, proprio come faceva Grace Kelly, che amava sfoggiarlo sia in versione twin set sia appoggiato alle spalle per un’eleganza senza tempo.

Colori neutri senza dubbio da preferire anche se si potrebbe anche osare con nuance più sgargianti a patto di porre il cardigan come unico punto di colore in un look total black o total white.

Infine meglio evitare volumi eccessivi: nelle occasioni di lavoro o comunque più formale optiamo per uno stile meno vistoso e più sofisticato, magari abbinando gonne o pantaloni slim.

Foto da Unsplash

Infine, per abbinare al meglio il vostro cardigan, vi consigliamo di limitare il volume degli indumenti sottostanti. Ideali camicie e bluse leggere, ma anche vestiti, tutto purché si eviti l’effetto “gonfio”.

Se poi volete aggiungere un tocco sexy niente di meglio di un bel crop top o anche un reggiseno a vista, perfetta in questo caso la sempre glamour bralette.

Già perché il cardigan può esser anche seducente. Che cosa volere di più?