Fiocchi d’avena per dimagrire, come sceglierli e come cucinarli

0
71

Inserite i fiocchi d’avena all’interno di una dieta regolare è un buon modo per cominciare. Scopriamo tutto quello che serve

fiocchi avena

Scegliere i ficchi d’avena per dimagrire non è solo una scelta di moda, ma di vita. Un alimento sano, genuini, che possiamo preparare in tantissimi modi. Proprio per questo sono entrati a fare parte di moltissime diete, anche se dobbiamo sapere bene come sfruttarli al meglio.

L’avena è ricca di fibra solubile e per questo ha l’enorme potete di ridurre il nostro senso di fame. Ma la sua fibra migliora anche la regolarità della flora intestinale, impedendo problemi nella digestione a partire dalla stitichezza. E poi l’avena è ottima fonte di carboidrati che aiutano a tenere alto il livello di energia durante tutta la giornata.

Oltre a questo, ci sono pure le proteine e gli amminoacidi essenziali che riducono i livelli di trigliceridi e colesterolo nel sangue. Infine i fiocchi di avena hanno buone proprietà diuretiche per avere meno ritenzione liquidi nell’organismo. Ma il loro utilizzo nelle diete serve anche ad altro: l’avena infatti abbassa i livelli di stress e quindi ci porta ad essere meno ansia nelle diete pensando al cibo che dobbiamo lasciare seguendo un certo regime alimentare.

Fiocchi d’avena per dimagrire, quando è meglio mangiarli

Per la sua ricchezza di carboidrati complessi è  consigliabile consumare i fiocchi di avena di mattina a colazione oppure a pranzo. Servirà a bruciare in fretta l’energia prodotta dal cibo senza lasciarla trasformare  in grassi dall’organismo. Se ne mangiamo troppa, infatti, il nostro organismo non avrà abbastanza tempo per consumare questa energia e quindi tenderemo ad ingrassare. Ecco perché la dose giornaliera giusta è circa mezza tazza al giorno distribuita nei due pasti.

Quindi se puntiamo sui fiocchi d’avena a colazione dobbiamo integrarli con grassi, proteine e vegetali. Per questo servono almeno il latte o lo yogurt. Potete aggiungere un po’ di frutta e del pane leggermente tostato per una prima colazione completa. Se invece decidete di consumare i fiocchi d’avena di mattina nello spuntino pomeridiano o la sera, deve essere almeno 30 minuti prima di fare attività fisica. Vietato invece mangiarli prima di andare a dormire.

Ma al di là di tutti questi consigli ce n’è uno essenziale. I fiocchi d’avena devono essere assolutamente integrali perché solo così sarete sicure che siano completi e non lavorati, Il rischio, con quelli trasformati, è quello di aumentare i livelli di zucchero, consumare conservanti, additivi e tutto quello che serve per la loro preparazione. E allora, addio dieta.