Coronavirus: il test rapido dello Spallanzani è quasi pronto. Ecco cos’è

0
74

Buone notizie dall’ospedale Spallanzani di Roma: è in arrivo il test rapido della saliva per il Coronavirus. Rintracciare i positivi diventerà più semplice.

covid-19 sovrastima dei casi
Fonte: Adobe Stock

Il test salivare per rintracciare i positivi al Coronavirus è in arrivo.

Lo ha detto Francesco Vaia, il direttore sanitario dell’Ospedale Spallanzani di Roma, ai microfoni del programma “Radio Anch’io” su Rai Radio1.

Pare che entro la fine della settimana, inizierà il processo di validazione per questo test: necessario, voluto ed ora, finalmente, quasi pronto.

Coronavirus: il test rapido è quasi pronto

coronavirus test rapido
il Coronavirus (fonte: Pexels)

Non è certo la prima volta che un medico dello Spallanzani risponde alle domande riguardo il Coronavirus durante una trasmissione.
Questo ospedale è da sempre in prima linea alla lotta contro il Covid-19 ed è alla costante ricerca di una soluzione che ci aiuti ad uscire da questa pandemia il prima possibile.

Secondo il suo direttore sanitario, quindi, ci sono buone notizie.

A breve potremmo avere a disposizione un test della saliva, che ci aiuterà ad individuare i positivi al virus in pochissimo tempo.
Il test, sempre a detta di Francesco Vaia, sarà velocissimo e meno invadente dei tamponi!

Sicuramente non potrà essere un sostituto unico ma sarà fondamentale per individuare gli asintomatici.
Una notizia entusiasmante se pensiamo che ai problemi di riapertura nelle scuole (qui il decalogo per rientrare in sicurezza).
Infatti, si era chiesto a gran voce la disponibilità di test veloci per i bambini e, nel frattempo, sono stati già registrati casi di studenti positivi.

Il prelievo di saliva è veloce ed indolore.
Non bisognerà produrre un secondo campione, in quanto la saliva può essere riutilizzata senza problemi per effettuare il test molecolare, di conferma.

Pare che, inoltre, si stiano approntando laboratori mobili in grado di esaminare velocemente i luoghi più a rischio.

Anche Eleonora Lalle, dirigente biologo del laboratorio di Virologia dello Spallanzani, ha dichiarato al Corriere che il test salivare è quella migliore per avere risultati sicuri velocemente.

Il virus, infatti, è presente nella stessa misura sia in bocca che nel naso e nella gola: la saliva diventa così uno strumento per il riconoscimento più facile (e meno invasivo) da prelevare!

Ed il test, se conservato nella maniera giusta, è anche assolutamente affidabile.
L’esito del test salivare è di norma disponibile in due ore: un’ottima notizia per chi va a scuola!

Sarà importantissima l’applicazione per circoscrivere casi limite o sospetti e per poter lavorare in sicurezza nei luoghi dove ci si reca tutti i giorni.

Insomma, a quanto pare il test rapido contro il coronavirus sembra essere la risposta giusta: per fortuna ormai è quasi arrivato!

test rapido coronavirus
misurazione della febbre: addio! (fonte: Pexels)

Questa pandemia ha messo a dura prova tutta la popolazione mondiale negli ultimi mesi.
Le teorie al riguardo (anche quelle più scioccanti) continuano a minare la nostra tranquillità.
Non ci resta che sperare che, in attesa del vaccino e della sua risoluzione, gli strumenti per evitare di raggiungere i picchi di questa primavera diventino sempre più sofisticati.

Il test salivare è quasi in arrivo: non vediamo l’ora!

E se il ministro Speranza, stamattina, ha parlato di “mesi difficili” per il futuro, siamo e dobbiamo rimanere positivi.
Solo di spirito, però!