I metodi di didattica alternativa: non solo le scuole o i libri

0
52

La didattica alternativa è una questione tutt’ora aperta che durante la pandemia è riaffiorata ancora di più viste le difficoltà dovute alla didattica online. Scopriamo qualche informazione in più su di essa.

Le scuole sono il fulcro della nostra educazione e della nostra formazione.

Grazie al continuo e perenne lavoro dei nostri insegnanti riusciamo a crescere generazioni di bambini capaci poi di intraprendere un percorso scolastico più grande fino a poi realizzarsi.

Ci siamo mai però fermati a pensare a quanto possiamo contribuire noi genitori per l’apprendimento dei nostri figli?

Precedentemente avevamo parlato del valore che i cartoni animati hanno da un punto di vista didattico nonché del fatto che noi genitori possiamo tranquillamente insegnare ai nostri figli ad aver cura del proprio corpo e del proprio benessere fisico facendo sport grazie al valore dell’attività fisica che riusciamo a trasmettergli.

Non solo queste però sono le cose che possiamo fare. Vediamo in dettaglio.

Didattica alternativa e genitori all’opera

genitore e figlio from pixabay

La prima rivalutazione che va fatta a riguardo è quella degli smartphone, tablet e pc. Essi sono molto utili se utilizzati nel modo corretto.

Innanzitutto bisogna necessariamente distinguere la parte buona dalla parte cattiva di internet. Necessariamente quindi nel frattempo che i nostri figli utilizzano questi strumenti dobbiamo stargli accanto.

E’ vero che grazie alla presenza del controllo genitoriale su pc, tablet e smartphone noi possiamo essere più sicuri riguardo la permanenza dei nostri figli su internet, ma dobbiamo conoscere approfonditamente i metodi per proteggere i nostri figli online e stargli accanto.

In questo modo ci basterà collegarci con i giusti siti didattici o scaricare le giuste applicazioni per un apprendimento interattivo stimolante e potremo vedere i nostri figli imparare giocando.

Non solo, un grande aiuto lo si riceve anche da piattaforme come ad esempio Youtube. Questo perchè su piattaforme del genere ci sono molti video educativi che possono essere utilizzati per spiegare alcuni concetti ai nostri piccoli in modo semplice ed efficace. Ci basterà visionarli precedentemente per comprendere se hanno valore o meno o se poggiano su basi forti o meno.

Pensate che solo questo sia un metodo di didattica alternativa? assolutamente no.

Altra grande soluzione è camminare assieme.

Con lunghe camminate assieme ai nostri figli permetteremo loro di poter apprendere il mondo che li circonda. Avranno sia una visione del territorio che vivono in modo più approfondito, imparando ad orientarsi meglio, sia potranno imparare regole educative che li permettono di stare in gruppo sapendosi comportare.

Inoltre abbiamo già parlato dell’importanza di giocare all’aria aperta.

Esistono tantissimi musei da visitare molto popolari, ma anche opere meno conosciute ma che comunque hanno un grande valore e sono più facilmente raggiungibili.

Portare nostro figlio anche solamente in visita da un vecchio artigiano gli permetterà di conoscere più cose riguardanti le proprie tradizioni e la storia che lo circonda.

Un altro metodo di didattica alternativa è la stimolazione della fantasia del bambino. In questo modo gli permetteremo di aprire la sua mente alle sue nuove idee. Chiedendogli magari di scriverci una propria storia di fantasia e con i giusti stimoli e premi gli permetteremo di creare sin da piccolo un proprio mondo fantastico con cui lui potrà imparare a confrontarsi e regolarsi.

genitore e figlia from pixabay

Questi e tanti altri sono i metodi efficaci per permettere ai nostri figli di poter apprendere non solamente le nozioni insegnate a scuola, ma anche quelle altre cose che renderanno il nostro bambino quanto più aperto e pronto al mondo possibile.