Vino avanzato, usi alternativi dall’igienizzante alla cura della pelle

0
69

Cosa fare con il vino avanzato? Scopri alcuni usi alternativi sorprendenti ed originali per impiegare il vino rosso e bianco avanzato.

Avanzi di vino: ecco cosa puoi farci, dall'igienizzante alla cura della pelle
Avanzi di vino: ecco cosa puoi farci, dall’igienizzante alla cura della pelle

Spesso e volentieri, dopo aver mangiato e bevuto ci accorgiamo di avere a disposizione delle bottiglie con degli avanzi di vino. Oggi vogliamo proporti tutti gli usi che puoi fare del vino che rimane, sia bianco che rosso.

Avanzi di vino: ecco cosa puoi farci!

iperidrosi cibi evitare
vino (Adobe Stock)

In particolare, chi adora il vino, ama berlo all’apertura. Tutto ciò che rimane viene quasi sempre abbandonato, poiché il vino aperto da qualche giorno non ho più il sapore originario. Diciamoci la verità, degustare vino appena aperto, in giornata, ha tutto un altro sapore rispetto a berlo il giorno dopo. Effettivamente, gli esperti di vino, confermano che molte delle sostanze volatili alterano il profumo e l’aroma del vino aperto e consumato nell’immediato. Cosa possiamo fare con il vino che resta? Ecco alcuni degli usi alternativi per impiegarlo in maniera utile, Senza sprecarlo.

  • Capelli

Possiamo ad esempio utilizzarlo per i capelli. Le varietà di vino rosso possono essere impiegate per conferire al capello dei riflessi vividi e brillanti. Se possiedi una capigliatura nero corvino ti basterà aggiungere il vino rosso avanzato nell’ultimo risciacquo mentre lavi i capelli, per poi asciugare. Se preferisci un colore più netto ed intenso bisogna sicuramente usare il vino rosso, ma anche l’hennè, l’aceto di mele oppure, sono indicati inoltre dell’olio extravergine di oliva e del caffè.

  • Lividi

Molto spesso, in casa, anche facendo semplicemente delle faccende domestiche, ci procuriamo dei lividi ed è qui che il vino può intervenire in maniera efficace. Il vino infatti contiene i flavonoidi dei quali abbiamo già visto la presenza nel cioccolato fondente. Queste sostanze, fungono da antiossidanti naturali. Da tradizione, si usava curare i lividi e le ecchimosi con degli impacchi di vino. Si consiglia di medicare la zona interessata con del pane imbevuto nel vino e tenerlo sulla parte almeno 30 minuti. Un rimedio naturale questo che può risultare molto utile. Sicuramente, nessuna di noi aveva mai pensato al vino come un ottimo antidolorifico.

  • Frutta

Se sei già ben informata su come lavare la frutta oggi ti diciamo che puoi aggiungere alla lista dei tuoi rimedi fatti in casa del vino rosso o bianco. Il vino infatti contiene inoltre una sostanza disinfettante chiamata resveratrolo. Questa, è presente sulla buccia dell’uva ed è utile per prevenire gli attacchi dei patogeni.

Come mantenere la frutta fresca per molto tempo, scopri il trucco!
Come mantenere la frutta fresca per molto tempo, scopri il trucco! (Unsplash photo)

La restante parte del vino quindi può essere usata per lavare la frutta diluita con dell’acqua conferirà a ciliegie, fragole, frutti rossi oltre alla pulizia, un aroma inconfondibile.

  • Macchie

Può impiegare inoltre gli avanzi di vino rosso e bianco per eliminare macchie di grasso da molte superfici: soprattutto i pavimenti. Sempre meglio utilizzare il vino bianco. Questo trattamento non va utilizzato su superfici come il granito ma per tutto il resto dei materiali comuni. Macchie di vino rosso su tappeti o canovacci? Il rimedio è sempre il vino, ma bianco! Versa il vino bianco sulla macchia e lascia agire per cinque minuti, strofina e poi asciuga il tutto con un panno pulito e asciutto.

  • Disinfettante

Il vino disinfetta e quindi potete sostituire il vostro disinfettante solito industriale con del vino bianco secco. Grazie al vino bianco infatti si possono uccidere dei batteri come ad esempio la salmonella e l’escherichia coli.

  • Cucina

Non solo per usi alternativi ma anche per preparazioni culinarie. Il vino rosso e bianco possono essere utile nella marinatura di carni.

Cucina
Cucina (Unsplash photo)

Procedere in questo modo vi assicurerà una carne molto più morbida e gustosa, inoltre riuscirai a neutralizzare gli agenti patogeni i batteri e i virus e inoltre tutte le componenti cancerogene. Ricorda, che, in questi casi, occorrono diverse ore di marinatura.

  • Insetti

In estate, quando ti accingi a cucinare, è probabile trovare moscerini che svolazzano qui ella. Basta lasciare vicino a te un piccolo contenitore con del vino avanzato in bella vista. Coprirlo con della pellicola trasparente e fora la superficie con dei buchini. I vari insetti attratti dall’odore entreranno all’interno di questo piccolo recipiente e non usciranno più.

  • Piante

Puoi aggiungere gli avanzi di vino anche nel terriccio delle tue piante da giardino, conferirai alle erbe un ottimo potere rinvigorente.

  • Uova

Nel periodo pasquale puoi usare gli avanzi di vino per decorare le uova. Ti basterà spennellare in superficie e otterrai delle bellissime uova dipinte.

  • Abbigliamento

Non solo uova, puoi colorare i capi di abbigliamento. Quando scopri di aver macchiato un indumento puoi colorarlo completamente con del vino. Scaldalo in una pentola e poi immergi la maglietta o il pantalone, lasciali a bagno per una trentina di minuti e poi falli asciugare. Una volta che i capi d’abbigliamento saranno totalmente macchiati, lavali nuovamente e riasciugali per togliere l’odore del vino.

  • Colori

Chi ama dipingere troverà nel vino un prezioso espediente, soprattutto se si è amante dello stile acquerello. Ricorda però che quando il vino si asciuga cambia colore quindi, organizzati in base alla tonalità che preferisci.

Borse e occhiaie 5 trattamenti da fare in casa
Fonte foto: AdobeStock
  • Pelle

Il vino si rivela anche buon amico per la pelle. Riesce infatti a renderla più giovane ed elastica e può essere usato mediante classico dischetto di ovatta per tamponare la pelle del viso.