Dieta e merenda: tutti i consigli e le idee quando devi perdere peso

0
59

Molto spesso abbiamo dubbi su cosa mangiare a merenda. E allora cosa scegliere? Scopriamo oggi cosa mangiare a merenda o per gli spuntini quando si è a dieta.

Dieta e merenda: tutti i consigli e le idee quando devi perdere peso
Dieta e merenda: tutti i consigli e le idee quando devi perdere peso (Adobestock photo)

La merenda che sia dolce o salata va fatta sicuramente, l’importante è che vari di giorno in giorno, non risulti monotona, e non rechi noia nella preparazione. Ci sono moltissime indicazioni su come farla ed arrivano direttamente da dietologi e nutrizionisti che si occupano di alimentazione a tutto tondo, cercando di far decadere anche moltissimi falsi miti che purtroppo ad oggi dilagano.

Anche la merenda è importante

La merenda è un momento davvero importante nella giornata, considerando che la dieta mediterranea prevede cinque pasti giornalieri tra cui spuntini e merende. La merenda è un momento tipico italiano che vede però spesso e volentieri protagonisti degli snack industriali poco salutari. È un break molto importante nell’alimentazione sia di adulti che dei bambini ed inoltre in Italia fanno merenda davvero 6 persone su 10 e si alternano tra il dolce e il salato.

È fondamentale vivere la merenda come un momento di pausa concedendoci uno spuntino sano ed equilibrato.

Fare merenda rappresenta per molti aggiungere al nostro regime alimentare una pratica sana che porterà ad un’armonia poi di alimenti che andranno a formare il fabbisogno calorico giornaliero.

La merenda inoltre è molto importante per non arrivare ai pasti principali con una fame esagerata incontenibile, infatti lo spuntino ci consentirà di percepire un senso di sazietà maggiore e salutare cosicché potremmo arrivare ai pasti con serenità, consumando i nostri piatti programmati soprattutto se stiamo seguendo una dieta per perdere peso.

Merenda e spuntini per bambini e adulti

Dieta e merenda
Dieta e merenda (Adobe-stock photo)

Per quanto riguarda i bambini la merenda deve avere un equilibrato apporto di tutti macronutrienti quindi carboidrati, grassi, proteine, acqua, sali minerali, vitamine e soprattutto la fibra inoltre non deve essere esageratamente salata. Lo spuntino, la merenda infatti, sono dei pasti molto piccoli che devono variare durante l’arco di tutta la settimana ed è possibile vedere questo momento come un break di benessere, un momento di pausa tra un impegno e l’altro, per i ragazzi soprattutto per interrompere lo studio per un po’ di tempo.

Se ci soffermiamo sulla scuola possiamo individuare subito il momento dello spuntino e della merenda come una pausa fatta di condivisione a scuola per fortificare le relazioni e i rapporti interpersonali, soprattutto tra insegnanti e bambini e tra i bambini stessi.

Lo spuntino a scuola (Istock)

Di fatto la merenda più pratica, rapida, resta la frutta che e si aggiudica il primato tra gli alimenti che si possono consumare a merenda, anche mangiare dello yogurt oppure i dolci fatti in casa, i biscotti, fino alle merendine e questo accade almeno una o due volte alla settimana.

Inclusione di merende sane nella dieta

spuntino
Merenda frutta (Adobestock photo)

Per aiutare soprattutto i genitori a scegliere per i loro figli una merenda sana che non sia una merendina, l’Istituto del Bambin Gesù per la salute del bambino e dell’adolescente e l’Unione italiana food hanno generato un Manifesto della merenda, troviamo qui otto semplici regole da seguire per fare una merenda adeguata e semplice. Queste sono delle delle buone norme da concretizzare nel il quotidiano e questo plan comprende addirittura 56 tipi di merende.

Durante la giornata, a prescindere dagli impegni, è sempre bene fare merenda per ricaricare il nostro organismo soprattutto perché, come dicevamo, ci consente un equilibrio poi di macronutrienti relativamente a tutti gli altri pasti della giornata, un punto molto importante è che la merenda non sia monotona quindi può spaziare tranquillamente tra merenda dolce e una merenda salata.

Inoltre, per applicare un concetto di alimentazione sana e variata all’interno del nostro stile di vita, bisognerebbe capire che i prodotti industriali, come ad esempio le merendine, rappresentano troppo spesso prodotti raffinati che dovrebbero essere abbandonati prediligendo vari ingredienti integri e privi di zuccheri artificiali.

La merendina quindi è possibile sempre dopo aver letto l’etichetta degli ingredienti con attenzione. Ma è sempre meglio scegliere un alimento basico e povero da abbinare, ad esempio alla frutta secca, o partendo da uno yogurt greco. Dedicarci alla scelta della frutta di stagione è buona norma, scartare invece i prodotti raffinati ricchi di conservanti o di aromi vari ed eventuali aggiuntivi. Questo ci consentirà di includere nella quotidianità i nostri spuntini a cadenza regolare e ci guiderà verso un equilibrio di benessere generale del quale gioveremo anche se siamo a dieta. Sarà poi lo specialista stesso a prescriverci delle merende a metà mattina e a metà pomeriggio.

Esempi di merenda quando sei a dieta

tenersi in forma quarantena
Foto Adobe Stock

oprattutto perché mi ha fondamentali mangiare dei cibi che siamo sì sani ma il contempo gustosi mangiare bene maniera equilibrata fin da piccola è molto importante anche da trasmettere dall’adulto al bambino. Spesso la Mirella soprattutto per i bimbi viene consumata in grande fretta all’uscita da scuola oppure durante il tragitto che si fa per andare verso l’attività sportiva pomeridiana deve essere sempre come scudetto un momento di meritato riposo per ricaricare il corpo e la mente.

Dobbiamo quindi cercare di fare una cernita tra le varie tipologie di merende e snack andremo infatti a vedere tra la dolce e la salata e quali possono essere delle merende sane e sfiziose da includere.

Sicuramente partiremo dalla frutta fresca che è di certo una delle merende migliori da proporre ai bambini che agli adulti si può trasportare e quindi portare con sé grazie ad un contenitore idee perfetta da consumare quindi sia scuola che in ufficio per per i più grandi e. Può essere condita con del succo d’arancia o di limone oppure così intera magari biologiche E da mangiare con la buccia.

Merende leggere e nutrienti

frutta secca
Photo AdobeStock

Possiamo anche dedicarci alla preparazione di chips di mela, molto sane e genuine, basterà prendere la mela, tagliarla a fettine sottili e posizionare tutte le rondelle sul grill del forno per lasciarle poi essiccare a 120/140° per un’ora e mezza, saranno subito pronte da mangiare.

Anche una fetta di pane integrale o di segale condita con olio evo e sale potrebbe essere un’ottima alternativa salata molto semplice ma saziante. Poi abbiamo lo yogurt con una manciata di frutta secca. Possiamo scegliere uno yogurt greco molto più cremoso e fonte di proteine. E, oltre la frutta secca aggiungere anche della frutta fresca di stagione.

Per quanto riguarda le barrette di cereali se non vogliamo prendere quelle che troviamo nel supermercato, possiamo prepararle in modo molto semplice perché basterà soltanto della frutta secca o essiccata, del riso soffiato, dei fiocchi di cereali a scelta con del miele. Possiamo personalizzare le barrette come più preferiamo.

Largo spazio a biscotti, muffin, torte non raffinati e con pochi zuccheri, anche fatti in casa allo yogurt, alle carote, al cioccolato, noi vi consigliamo anche una preparazione molto furba di dei biscotti gustosi senza zuccheri fatti soltanto di banana e avena.

Crackers
Crackers Fonte: iStock

Possiamo fare dei crackers fatti in casa da preparare anche con i più piccoli, basta impastare infatti 200 g di farina integrale con mezzo bicchiere di acqua e un cucchiaio di olio extravergine di oliva fino ad ottenere un impasto bello omogeneo. Stendere con un mattarello l’impasto in maniera molto sottile e tagliarlo nelle forme che più preferiamo. Spennellarlo con dell’olio evo, salare e aromatizzare con erbette a piacere, mettere in forno a 200° per un quarto d’ora circa.