Caffè: I falsi miti da sfatare

0
76

Il caffè è una delle bevande più conosciute e amate del mondo. Eppure ci sono ancora diversi falsi miti che lo riguardano. Scopriamo i più importanti.

caffè
Caffettiera con caffè – Fonte: iStock photo

Bere il caffè è un piacere che accomuna persone di tutto il mondo. Che si tratti di quello espresso, di quello corretto o del sempre più apprezzato americano, amarlo è semplice almeno quanto confondersi tra le tante dicerie che lo riguardano. Se un tempo era considerato come un vizio pericoloso per la salute, infatti, oggi il caffè è sempre più riconosciuto come una bevanda ricca di proprietà benefiche e pertanto addirittura salutare.

Gli studi a riguardo sono infatti sempre in aumento ed in grado di portare notizie nuove e spesso contrarie a quelle fino ad oggi ritenute valide. Ma quali sono quindi i falsi miti sul caffè? Scopriamo insieme i più importanti e perché andrebbero messi da parte.

Caffè: ecco i falsi miti più diffusi

caffè
Tazzina trasparente con caffè – Fonte: iStock photo

I falsi miti riguardanti il caffè sono tanti. Scopriamo i cinque più diffusi e di uso comune e perché sono assolutamente da dimenticare.

Il caffè rende tesi e nervosi. Niente di più sbagliato! Uno studio condotto dalla Harvard School of Public Health ha rivelato che bere il caffè ogni giorno, non solo non incide sul cattivo umore o sul nervosismo ma ha addirittura un effetto calmante, sconfiggendo ansia e depressione. Tutto ciò si deve alla caffeina che aumenta i livelli di serotonina, più nota come ormone del buon umore.

Bere caffè accelera l’invecchiamento. Altra credenza del tutto errata. Il caffè è infatti ricco di polifenoli che combattono i radicali liberi mantenendo più giovani.

Bere il caffè la sera non fa dormire. Altra credenza del tutto errata. Il caffè, infatti, a detta dei ricercatori della Harvard Medical University e della Florida Altantic University non ha alcuna incidenza sulla qualità o la durata del sonno. Bevuto anche dopo cena, quindi, non provoca insonnia.

Il caffè fa ingrassare. Altra idea del tutto infondata a meno che non si scelga di berlo zuccherato, circostanza in cui ad incidere sulla dieta non è tanto il caffè quanto lo zucchero. Il caffè, infatti, è quasi privo di calorie e, tra le altre cose, ha la prerogativa di stimolare il metabolismo. Volendo scegliere una posizione a riguardo, quindi, si potrebbe dire che il caffè aiuta più a dimagrire che non il contrario.

Il caffè fa male al cuore. Un’altra informazione errata è quella che vede il caffè come bevanda nociva per il cuore. In realtà, infatti, chi lo beve abitualmente non ha dei cambiamenti particolari della frequenza cardiaca. Recenti studi hanno inoltre dimostrato che se bevuto con moderazione il caffè è addirittura un toccasana per cervello e cuore. Detto ciò, chi ha problemi cardiaci o di salute, prima di berlo dovrebbe sempre chiedere un parere al proprio medico curante.

I falsi miti riguardanti il caffè sono diversi e probabilmente con il tempo aumenteranno sempre di più. Ciò che è sicuro è che berne 3 o 4 tazzine al giorno non nuoce alla salute ma fa bene all’organismo e giova sopratutto alla mente. Un motivo in più per apprezzare questa bevanda e berla con meno sensi di colpa e più piacere.