Sessualità: come rispondere alle domande dei bambini

0
55

Prima o poi arriverà il momento in cui il bambino ti chiederà qualcosa riguardo alla sessualità. Non farti cogliere impreparato e rispondi in modo chiaro e intelligente.

bambini domande sessualità
Photo Adobe Stock

Il bambino è un esserino curioso e tra le tante domande che gli verrà in mente di farti ci saranno anche quelle che riguarderanno la sfera sessuale. Non serve vergognarsi o avere dei tabù, puoi rispondere a tutte le domande del bambino in maniera intelligente se ti preparerai con anticipo all’arrivo di quel momento.

Come parlare di sessualità ai bambini?

bambini domande
Photo Adobe Stock

Il bambino cresce e mentre cresce scopre ed impara. Il suo è un lavoro costante e la sua sete di curiosità non ha limiti. Prima o poi inizierà a porsi delle domande anche in merito al suo corpo che cambia o sulla sua esistenza, domande alle quali nessuno può sfuggire, come ad esempio: “Come si fanno i bambini?” “Perché sono diverso da mia sorella?” ” Che cos’è l’amore? “. Chi non si è mai posto queste domande.

A queste ed altre domande sarai chiamato a rispondere anche tu e questo non deve in alcun modo essere una fonte di preoccupazione per te, semplicemente preparati a soddisfare le sue curiosità in merito al suo corpo già intorno ai 3, 4 anni.

Cosa fare quando il bambino fa domande sulla sessualità?

La prima cosa da fare è accettare la domanda. Non rifiutarti di rispondere e non dargli informazioni se non le sta chiedendo, non forzarlo introducendo argomenti nuovi.

Ogni bambino ha i suoi tempi, la sessualità è un argomento un pò complesso e non c’è un limite temporale che implica di dover assolutamente affronate l’argomento col bambino.  Potresti però gettare delle basi che ti serviranno per il futuro quando il tuo bambino sarà adolescente. Le generazioni passate tendevano ad evitare l’argomento e parlavano poco e nulla di sessualità tanto che ci sono stati dei casi limite eclatanti come di questi due sposi che si recano dal medico perchè non sapevamo che dovevamo avere rapporti intimi per avere figli.

Oggigiorno con l’ausilio della tecnologia e di internet situazioni del genere difficilmente si verificano, ma questa tecnologia è anche un nostro svantaggio.

La sessualità non è più un argomento tabù, qualsiasi informazione si può verificare sul web col rischio di accedere a siti erotici che mostrano una sessualità distorta rispetto a quella “normale” e pertanto anche il nostro modo di interagire dovrà essere diverso rispetto al passato, preveniamo che il bambino da adolescente si rivolga al web cominciamo a parlargli di sessualità già da piccolo in modo che sessualità, attrazione, riproduzione siano concetti chiari per lui. L’importante è  tenere presente l’imperativo dominante che dovrebbe essere veridicità e precisione delle informazioni date e naturalezza.

Che cosa significa? Dimenticate le storielle del cavolo e delle cicogne quando il bambino vi chiederà come nascono i bambini, dite le cose come stanno ovviamente utilizzando termini il più possibile adeguato all‘età del bambino, questo sarà a suo vantaggio per il futuro ed eviterà che si metta a cercare risposte alle sue domande in rete oltre che a vivere la sua sessualità in modo appagante quando sarà grande.

bambini curiosità
Photo Adobe Stock

Fino ai 7-8 anni utilizzate termini familiari dopo questa età potrete iniziare a definire tutto col nome scientifico (es. sostituite pisellino con pene).

Inoltre se avete difficoltà potete visionare insieme video o leggere libri che trattano l’argomento per fasce d’età.